In questa pagina:

e-Government

La collaborazione interregionale

La strategia di diffusione delle soluzioni ed eccellenze sviluppate localmente hanno ulteriormente accentuato la propensione alla collaborazione interregionale che da sempre caratterizza il modus operandi della Regione Piemonte nel campo dell´innovazione.
La dimensione della collaborazione interregionale si colloca inoltre in un contesto sempre più rivolto alla filosofia del riuso dove la creazione di nuove sinergie ha come obiettivo l'efficienza nella conduzione di interventi di largo respiro.

Ad oggi, la collaborazione interregionale presenta, accanto al rinnovo di alcuni partenariati, nuovi accordi e nuove ipotesi di sviluppo.

Convenzione Piemonte, Liguria e Valle D´Aosta

Il 5 luglio 2007 la Regione Autonoma Valle d'Aosta, la Regione Piemonte e la Regione Liguria hanno rinnovato il proprio impegno congiunto ad operare per l´innovazione della Pubblica Amministrazione e per lo scambio di esperienze e conoscenze finalizzate ad attuare strategie comuni in materia di eGovernment, attraverso la firma di una apposita convenzione.

Tale convenzione costituisce il rinnovo della convenzione sottoscritta il 10 novembre 2001 (“Convenzione per l´interscambio di esperienze e supporti finalizzati allo sviluppo, alla realizzazione, all´avviamento ed alla gestione di sistemi informativi innovativi per la pubblica amministrazione”).

La nuova convenzione quadro riguarda il periodo 2007-2013 e si focalizza sulla condivisione di esperienze e soluzioni finalizzate allo sviluppo, realizzazione, avviamento e gestione di sistemi informativi innovativi per la pubblica amministrazione, volti al potenziamento della Società dell´Informazione e dell´e-Government nei territori delle tre Regioni.

Altri Accordi interregionali

La Regione Piemonte ha avviato alcune collaborazioni in merito ad alcuni progetti/temi specifici. Oltre al progetto interregionale ICAR, sono operative:

  • Protocollo di Intesa tra Regione Piemonte e Regione Emilia Romagna per la cooperazione interregionale (riuso dati pubblici)
    Il Protocollo d’Intesa fra la Regione Piemonte e la Regione Emilia-Romagna, ha una durata di 36 mesi rinnovabili, prevede l’approvazione della “cooperazione interregionale volta allo sviluppo di iniziative di potenziamento della società dell'informazione e alle soluzioni di e-government”, e del Piano di Progetto “Riuso Dati Pubblici”.
  • L’Accordo, della durata di 36 mesi, è attuativo del Protocollo di intesa di collaborazione interregionale; si propone di individuare le modalità di riuso delle soluzioni applicative del Sistema Informativo Istruzione della Regione Piemonte (Edilizia scolastica e rilevazioni, Supporti decisionali, Anagrafe Studenti e Obbligo Formativo, Orientamento), e di definire le modalità operative volte a perseguire uno sviluppo evolutivo condiviso per i rispettivi sistemi informativi in materia di istruzione.-->
  • Convenzione fra Regione Piemonte e Regione Calabria per il riuso del programma applicativo per la gestione degli screening oncologici
    La Convenzione siglata regola la concessione del diritto di riuso, a titolo gratuito, da parte della Regione Piemonte alla Regione Calabria del sistema informativo per la gestione degli screening oncologici per la prevenzione del carcinoma mammario, della cervice uterina e del colon-retto, attualmente utilizzata presso regione Piemonte
  • Protocollo di Intesa Regione Piemonte – Castelfranco di Sotto e Regione Toscana per riuso SUAP
    L’accordo prevede il riuso da parte di Regione Piemonte della soluzione applicativa sviluppata dal Comune di Castelfranco di Sotto il quale ha realizzato una soluzione applicativa conforme alle necessità e agli obiettivi di gestione dello Sportello Unico per le attività produttive individuati dalla Regione Piemonte. La soluzione, denominata “SPORVIC_SUAP”, è iscritta nel catalogo del riuso DigitPA (“Riuso 193”), sviluppata con tecnologie Open Source.
  • Nuovo Partenariato Sigmater
    A seguito della conclusione del primo Partenariato per la conduzione e gestione del nucleo applicativo di Sigma ter, le Regioni partner hanno ritenuto di proseguire la collaborazione per valorizzare gli investimenti nel sistema di interscambio dati catastali, oggetto dell’iniziativa interregionale di co-sviluppo e gestione, cui il Piemonte ha aderito dal 2007.
    Il nuovo partenariato individua la Regione Piemonte quale capofila del progetto (sia dal lato gestionale, sia per gli aspetti tecnici), subentrando alle Regioni Emilia- Romagna e Liguria. Il nuovo Partenariato è stato avviato dalle Regioni in data 17 maggio 2012, e prevede la partecipazione di 13 Regioni: alle regioni originarie (Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Liguria, Piemonte, Toscana, Valle d’Aosta) si sono aggiunte Campania, Puglia, Lombardia, Marche, Sardegna e Veneto.

Consulta il materiale di approfondimento