In questa pagina:

Riqualificazione urbana - Programmi di Recupero Urbano - PRU

Programmi di Recupero Urbano - PRU

I programmi di recupero urbano sono un insieme sistematico di opere finalizzate al miglioramento dei servizi e degli impianti a rete dei quartieri degradati di proprietà pubblica. Sono proposti dai Comuni alle Regioni, che, con i fondi Gescal, possono finanziare le opere al servizio prevalente del patrimonio residenziale pubblico e la manutenzione delle case popolari. Per finanziare le opere pubbliche i Comuni devono garantire la partecipazione finanziaria di soggetti privati. Per incentivare l'intervento dei privati i Comuni possono approvare varianti urbanistiche con procedure più veloci di quelle ordinarie, purché garantiscano che il maggior valore attribuito all'area dalla variante sia compensato dalla costruzione da parte del soggetto privato di un'opera pubblica di valore superiore. I Comuni possono selezionare i programmi con un concorso oppure approvare dei programmi preliminari. Ogni Regione ha scelto un metodo diverso per la programmazione e l'attuazione dei programmi, sia per le caratteristiche dei quartieri da riqualificare, sia perché la legislazione urbanistica è differente.

Mappe e tabelle dei programmi (16/18)

Asti- San Lazzaro
Mappa
Scheda sintetica

L'area, di grande estensione è situata alla periferia nord, nord-est della città ed è compresa tra i corsi Casale ed Alessandria ad ovest, l'autostrada Torino-Piacenza a sud e la ferrovia ad est. Il quartiere si è sviluppato negli anni 70, con il nome di "Praia" (prati), per la sua posizione ai margini della città. Sebbene sia ormai inserito nel contesto urbano è ancora profondamente segnato dall'isolamento tipico delle periferie. Circa 4500 residenti abitano 1381 alloggi, di cui 758 "popolari" (530 dell'Agenzia Territoriale per la Casa della Provincia di Asti, per 1600 utenti e 280 di "edilizia agevolata"). Tale isolamento è prodotto, dal punto di vista fisico, dalle barriere stradali e ferroviarie e, dal punto di vista sociale, dalla maggiore presenza di fasce sociali deboli di cittadini, nonché da servizi insufficienti, necessari a favorire l'assistenza e l'integrazione dei residenti. Il programma prevede di riqualificare il quartiere attraverso una pluralità di interventi di urbanizzazione primaria e secondaria che, in considerazione delle peculiarità dei residenti, risponda alla domanda di servizi e favorisca l'integrazione del quartiere con il resto della comunità. E' prevista la realizzazione di opere di recupero ambientale, quali le strade, i parcheggi, le piazze e gli spazi pubblici attrezzati, e di opere di recupero sociale, quali le scuole, gli impianti sportivi ed i locali ad uso sociale. Ulteriori investimenti pubblici concorrono alla manutenzione straordinaria delle case popolari. Azioni di progettazione partecipata e di accompagnamento sociale (P.A.S.) favoriranno l'attivazione di iniziative sociali, che dovranno concorrere alla rigenerazione del quartiere. L'intervento privato riguarda, prevalentemente la realizzazione di attività artigianali, commerciali e di consolidamento di attività produttive e per il tempo libero. Il consistente apporto di oneri di urbanizzazione che ne deriva aumenta le risorse pubbliche disponibili.

Scheda tecnica - Scarica la scheda tecnica di Asti
 
COMUNE DI ASTI - Ambito quartiere "S. Lazzaro"
 
AMBITO DI INTERVENTO:
SUPERFICIE TERRITORIALE DELL'AMBITO:
ha 9.95
ALLOGGI TOTALI:
1.696
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOVVENZIONATA:
 
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA:
 
VALORE COMPLESSIVO DEL PIANO FINANZIARIO:
€ 57.116.442,79
ENTITA' DEL FINANZIAMENTO CONCESSO:
€ 2.784.144,09
 
INTERVENTI PREVISTI DAL PROGRAMMA Località indirizzo
Costo Opera €
 
1) Opere per il recupero sociale:  
 
Ristrutturazione ad uso sociale piano pilotis via Monti 30.987,41
Ampliamento scuola materna "Collodi" via Pavese 390.957,87
Ampliamento scuola elementare "Gramsci" via Fenoglio 258.228,45
Riqualificazione impianti sportivi via Monti 723.039,66
Riqualificazione aree verdi   238.603,09
2) Opere per il recupero ambientale:  
 
Potenziamento illuminazione pubblica Quartiere Praia 185.924,48
Riqualificazione via P. Graziano via P. Graziano 288.182,95
Sistemazione area a parcheggi/ adeguamento illuminazione via Monti/Pavese 77.468,53
Realizzazione sede mercatale via Pavese 286.633,58
Realizzazione nuovo tratto viario area PRU 2.351.944,72
Acquisizione area per svincolo area PRU 302.643,74
Realizzazione nuovo tratto viario area PRU 1.434.717,27
Acquisizione area per la realizzazione sede mercatale via Pavese 41.316,55
Acquisizione area viaria area Pru 477.206,17
3)Interventi residenziali:  
 
Manutenzione straordinaria patrimonio edilizio ATC Via P. Graziano 319.611,77
Interventi edilizi privati Area Pru 23.240.560,46
Interventi edilizi privati Area H1 11.232.937,56
4) Altri interventi:  
 
Oneri concessori interventi privati   3.940.566,14
Oneri concessori interventi privati Area H1 955.445,26
Interventi privati area B7 609.419,14
Oneri concessori interventi privati Zona B7 20.658,28
Intervento privato soc. Perino Zona B.12.1 790.179,06
Oneri concessori interventi privati Zona B 12.1 72.303,97
Interventi privati Area H3 Zona CD3 2.091.650,44
Interventi privati area H3 - Soc. Perino Zona CD3 2.365.372,60
Interventi privati area H4 Zona CD3 4.152.313,47
Oneri concessori privati Area H4 237.570,17
Avigliana - Centro abitato
Mappa
Scheda sintetica

L'area individuata si configura come una fascia che si estende agli ultimi insediamenti urbani, oltre la ferrovia, lambendo a nord - est il nucleo storico del paese. Ricomprende 598 alloggi: 287 sono di edilizia residenziale pubblica, 126 di edilizia sovvenzionata. Gli insediamenti appaiono isolati dal centro e degradati dal punto di vista sociale e ambientale, e con tassi di disoccupazione più alti rispetto alla media cittadina. Si intende adeguare le infrastrutture, migliorare i servizi ed integrare la rete viaria, per agevolare l'accesso al centro storico. Si prevede di: ampliare 4 edifici scolastici; ristrutturare un centro sociale; sistemare la viabilità con il sottopasso ciclopedonale. Si prospettano interventi relativi alla riqualificazione dei siti industriali, alla realizzazione di insediamenti residenziali e commerciali e alla copertura del canale Montambone da finanziare con risorse private. E' inoltre prevista, con gli apporti degli oneri di urbanizzazione, la costruzione di due parcheggi, del sottopasso ferroviario e l'allargamento di via dei Testa. Ulteriori interventi, nell'ambito del programma, riguardano: la costruzione di nuovi alloggi A.T.C. (ex IACP) e la realizzazione delle relative opere di urbanizzazione, ricorrendo a fonti di finanziamento ordinario; la riqualificazione del sito industriale Cavitor, attingendo a risorse pubbliche (fondi comunitari) e private; il completamento delle opere di urbanizzazione con fondi comunali. Altri investimenti pubblici (CIPE) sono previsti per realizzare interventi sull'acquedotto e sulle fognature.
IMPORTO GLOBALE Euro 26.849.561,27
(L.51.988.000.000)
FINANZIAMENTO REGIONALE(EX FONDI GESCAL) Euro 2.189.777,25
(L. 4.240.000.000)

Scheda tecnica - Scarica la scheda tecnica di Avigliana
 
COMUNE DI AVIGLIANA- Ambito "Centro Abitato"
 
AMBITO DI INTERVENTO:
SUPERFICIE TERRITORIALE DELL'AMBITO:
Ha 28.8
ALLOGGI TOTALI:
598
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOVVENZIONATA:
126
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA:
287
VALORE COMPLESSIVO DEL PIANO FINANZIARIO:
€ 26.849.561,27
ENTITA' DEL FINANZIAMENTO CONCESSO:
€ 2.189.777,25
 
INTERVENTI PREVISTI DAL PROGRAMMA Località indirizzo
Costo Opera €
 
1) Opere per il recupero sociale:  
 
Ampliamento scuola materna Calvino ( acquisto area via Monpellato 710.128,24
Ampliamento scuole Berti e Rodari via Einaudi 464.811,20
Ampliamento scuola D. Ferrari via Cavalieri Vittorio Veneto 206.582,75
Adeguamento scuole ambito Pru 335.696,98
Centro Incontro - Oratorio del Gesù via XX Settembre 67.139,39
2) Opere per il recupero ambientale:  
 
Completamento viabilità ed arredo zona Stazione/ATC 129.114,22
Accessibilità pedonale al borgo vecchio Largo Umberto 232.405,60
Arredo e connessione tessuto urbano via Matteotti/IV Novembre 227.241,04
Sottopasso ciclopedonale( acquisto aree) S.S. n. 25/via IV Novembre 348.608,40
Accessibilità pedonale scuola D. Ferrari via Cavalieri di Vittorio Veneto 697.216,81
Urbanizzazioni alloggi ATC Zona Stazione 723.039,65
Acquedotto COVET zona Circonvallazione 149.772,50
Abbassamento Montambone   1.032.913,79
Fognature L.go B. Umberto-via Alliaud - c.so Torino- v.le Roma 787.080,31
Parcheggio Stazione Stazione 248.932,22
Parcheggio P.d.R. Rista via XX Settembre 2.122.637,86
Rotonda circonvallazione SITAF via Falcone 309.874,13
Nuovo sottopasso FF.SS. Zona S.S. n. 25 1.497.725,00
Allargamento via Testa /via del Mulino viaTesta 800.508,19
Acquisizione aree opere varie Area Pru 289.215,94
3)Interventi residenziali:  
 
Costruzione alloggi ATC Zona Stazione 3.751.026,46
Edilizia residenziale convenzionata via Testa/Peep Cb 15-1 5.285.936,37
4)Altri interventi:  
 
Cavitor - Riqualificazione sito industriale via IV Novembre 6.431.954,22
Beinasco - Borgaretto
Mappa
Scheda sintetica

L'ambito d'intervento s'innesta a nord dell'antico nucleo abitato "Borgaretto" ed è compreso tra la zona d'espansione residenziale privata, ad est, e le rimanenti zone agricole a sud - sud/ovest. Questa parte del tessuto urbano è stata costruita in larga parte alla fine degli anni settanta, in base a due strumenti urbanistici, quali il Piano di Zona ed il Piano Esecutivo Convenzionato; il primo esaurito con la realizzazione di 670 alloggi pubblici, di cui 300 circa in "edilizia sovvenzionata", ed il secondo in via di completamento. Rimanenti parti sono costituite da 262 alloggi privati e da attrezzature sociali, quali scuole ed attrezzature sportive. Il quartiere, il più grande della città, si caratterizza per la più alta concentrazione di anziani ed un'elevata percentuale di disoccupati, oltre che per la presenza di numerosi soggetti "deboli". Il programma prevede di riqualificare il tessuto urbano attraverso un insieme di interventi che, in considerazione delle peculiarità dei residenti, risponda alla domanda di servizi, ad una composizione della identità dei luoghi ed alla integrazione del territorio con il resto della città. Concorrono a questo obiettivo gli interventi di riqualificazione ambientale e sociale, quali quelli sulla viabilità, sull'arredo urbano, sul verde pubblico e sui parcheggi, nonché con la realizzazione del centro diurno per anziani, del centro sociale e del centro sportivo. Il consistente investimento privato, sia diretto alla realizzazione di infrastrutture di servizio che per l'apporto di oneri di urbanizzazioni completano il recupero urbano dell'ambito.
Importo globale del programma: euro 17.717.093.92
finanziamento regionale (ex fondi gescal): euro 2.792.482,46

Scheda tecnica - Scarica la scheda tecnica di Beinasco
via Stupinigi - Orbassano
 
COMUNE DI BEINASCO- Ambito "BORGARETTO"
 
AMBITO DI INTERVENTO:
SUPERFICIE TERRITORIALE DELL'AMBITO:
 
ALLOGGI TOTALI:
403
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOVVENZIONATA:
 
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA:
 
VALORE COMPLESSIVO DEL PIANO FINANZIARIO:
€ 17.717.053,92
ENTITA' DEL FINANZIAMENTO CONCESSO:
€ 2.792.482,45
 
INTERVENTI PREVISTI DAL PROGRAMMA Località indirizzo
Costo Opera €
 
1) Opere per il recupero sociale:  
 
Realizzazione giardini attrezzati via A. Moro/Papa Giovanni 558.289,91
Riqualificazione ed estensione del parco pubblico Borgaretto via Orbassano 71.271,05
Riqualificazione giardini pubblici via A. Moro/Togliatti 126.531,91
Centro diurno per anziani via Orbassano 843.890,57
Centro recupero funzionale per anziani via Perotti 2.840.512,94
Giardino protetto via Orbassano 17.944,81
Centro Sociale per giovani via Orbassano 376.497,08
2) Opere per il recupero ambientale:  
 
Riqualificazione copertura del nuovo parcheggio interrato a spazio attrezzato per sosta e svago via A. Moro 187.473,85
Riqualificazione ambientale, viabilità spazi antistanti Scuola I. Calvino Togliatti 236.537,26
Riqualificazione ambientale via e l.go Galilei 453.449,15
Riqualificazione viabilit… del quartiere via Moro/ Togliatti/Matteotti 421.428,83
Creazione percorsi ciclo-pedonali via Moro/Papa Giovanni 264.425,93
Risistemazione parcheggio area sportiva via F.lli Cervi 66.622,93
Impianto idro-sanitario via Moro/Togliatti/Orbassano 61.458,37
Riqualificazione area sportiva via F.lli Cervi 638.857,18
Centro di servizio sportivo e ricreativo via Perotti 2.737.221,57
3)Interventi residenziali:  
 
Residenze per anziani via Orbassano 5.325.187,08
Completamento lotto res. privato via Centroni 1.274.615,53
4)Altri interventi:  
 
OO:UU: a scomputo oneri attuazione PEC via Perotti/Orbassano Regione Boschi 1.014.837,80
Biella - Croce e Chiavazza
Mappa

Carta del programma: formato dwf - formato gif

Scheda sintetica

Il quartiere sorge alla periferia della città su un'area priva di servizi ed incompleta nelle opere di urbanizzazione. E' composto da 183 alloggi di edilizia pubblica sovvenzionata, 95 di edilizia agevolata e 118 privati. A partire dagli anni settanta ha accolto successivi flussi migratori e si configura come "ghetto", avulso dal resto della città, nonostante l'area sia dotata di grandi spazi verdi. La connotazione negativa, assunta dal quartiere, segnato da diffusa microcriminalità, ha scoraggiato ulteriori insediamenti. Parecchi nuclei familiari (circa 60) sono seguiti dalle strutture assistenziali. Il degrado fisico degli edifici, con la mancanza di servizi ed infrastrutture, ha favorito l'emarginazione del quartiere. Attraverso il programma, si intende migliorare l'identità del quartiere e la sua integrazione con il tessuto urbano, mediante un insieme di interventi sul piano dei servizi, degli arredi, delle abitazioni e dell'aggregazione sociale.
Ci si propone di: aumentare i servizi, con l'ampliamento di una scuola materna e di un centro d'incontro nonchè con il completamento del centro socio - assistenziale; realizzare strade e parcheggi, un'area gioco, un'area per orti urbani e creare un parco. E' prevista la manutenzione straordinaria del patrimonio abitativo di proprietà dell' ATC (ex IACP).
L'intervento privato si concretizza attraverso: l'insediamento di un centro commerciale e la costruzione di un complesso residenziale di 15 alloggi, in edilizia agevolata. A completamento del programma si prevede la edificazione di una palestra con i fondi stanziati dalla L. 50/93 (CONI).
PIANO FINANZIARIO: L 12.114. 000.000 - € 6.256.358,88
FINANZIAMENTO CONCESSO: L. 3.827.000.000 - € 1.976.480,55

Scheda tecnica - Scarica la scheda tecnica di Biella
 
COMUNE DI BIELLA (BI)- AMBITO "CROCE CHIAVAZZA"
AMBITO DI INTERVENTO:
Il quartiere sorge alla periferia della città su un'area priva di servizi e non completata nelle opere di urbanizzazione.
SUPERFICIE TERRITORIALE DELL'AMBITO:
28,65 ha
ALLOGGI TOTALI:
411
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOVVENZIONATA:
183
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA:
110
VALORE COMPLESSIVO DEL PIANO FINANZIARIO:
€ 6.256.358,88
ENTITA' DEL FINANZIAMENTO CONCESSO:
€ 1.976.480,55
   
 
INTERVENTI PREVISTI DAL PROGRAMMA Località indirizzo
Costo Opera €
   
 
1) Opere per il recupero sociale:  
 
- Ampliamento della scuola materna e del centro d'incontro via Coppa
826.331,04
- Completamento del centro socio - assistenziale reg. Croce
51.645,69
- Creazione di un'area per gioco bimbi reg. Croce
39.767,18
- Realizzazione aree verdi attrezzate e spazi per orti urbani via Coppa
51.645,69
- Acquisto aree per creare un parco urbano via Coda
238.086,63
- Realizzazione di un parco urbano via Coda
400.770,55
- Edificazione di una palestra via Coda
1.160.995,11
2) Opere per il recupero ambientale:  
 
- Costruzione strade, parcheggi e relativi impianti di illuminazione via Coppavia Codareg. Croce
423.494,66
3)Interventi residenziali:  
 
- Manutenzione straordinaria del patrimonio di edilizia residenziale pubblica reg. Croce
165.266,21
- Realizzazione di 15 alloggi in edilizia agevolata reg. Croce
1.539.041,56
- Acquisizione aree e urbanizzazioni reg. Croce
68.172,31
4) Altri interventi:  
 
- Realizzazione di un centro commerciale via Coppa
1.162.028,02
- Acquisizione aree e relative urbanizzazioni via Coppa
129.114,22
 
 
Carmagnola - via Torino
Mappa

Carta del programma: formato dwf - formato gif

Scheda sintetica

L'area interessata è situata alla periferia della città sull'asse Torino - Cuneo (via Torino) e confina a sud con gli accessi autostradali e con Pinerolo. L'ambito è composto da 756 alloggi, di cui 95 in edilizia agevolata e 87 alloggi di proprietà dell' ATC (ex IACP). L'intera zona si presenta molto inquinata, a causa dell'intenso traffico pesante, che la percorre, degradandola e condizionandone la vivibilità. Ulteriori fattori di degrado sono rappresentati dalla forte disoccupazione, dal basso livello di scolarizzazione, e dagli insufficienti servizi socio - assistenziali. Il programma prevede la costruzione di alloggi di edilizia agevolata e convenzionata (PEEP e PEC). Le opere previste contemplano: la manutenzione straordinaria del patrimonio ATC; la creazione (ad est di via Torino) di una strada nord - sud; la costruzione di parcheggi pubblici con il completamento della rete viaria; la costruzione di servizi sportivi che il Comune intende far gestire direttamente dalle organizzazioni sociali; la ristrutturazione della scuola materna di via Torino, la realizzazione di una piazza (p.zza Artigiani); il recupero del centro sociale e di formazione professionale; la edificazione, attraverso il concorso di risorse private, di un centro commerciale e di uno artigianale.
PIANO FINANZIARIO: L. 28.714.810.000 - € 14.829.195,87
FINANZIAMENTO CONCESSO: L. 3.219.000.000 - € 1.662.388,90

Scheda tecnica - Scarica la scheda tecnica di Carmagnola
 
COMUNE DI CARMAGNOLA (TO)- AMBITO "Via Torino"
AMBITO DI INTERVENTO:L'area interessata è situata alla periferia della città sull'asse Torino - Cuneo (via Torino) e confina a sud con gli accessi autostradali e con Pinerolo.
SUPERFICIE TERRITORIALE DELL'AMBITO:
ha 48,5
ALLOGGI TOTALI:
756
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOVVENZIONATA:
119
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA:
95
VALORE COMPLESSIVO DEL PIANO FINANZIARIO:
€ 14.829.195,87
ENTITA' DEL FINANZIAMENTO CONCESSO:
€ 1.662.388,90
 
INTERVENTI PREVISTI DAL PROGRAMMA Località indirizzo
Costo Opera €
 
1) Opere per il recupero sociale:  
 
- Realizzazione di servizi nell'area del centro sociale via Torino
129.114,22
- Costruzione di campi da tennis via Almese
206.582,76
- Realizzazione di un centro commerciale e di una piazza via Torino
309.874,14
- Ampliamento della scuola materna via Torino
258.228,45
- Ampliamento del centro sociale via Torino
103.291,38
- Realizzazione del centro di formazione professionale via Torino
516.456,90
- Costruzione di piazzale e di aree verdi Sue 1A 42 DU
162.167,47
- Realizzazione di una piazza piazza Artigiani
25.822,84
2) Opere per il recupero ambientale:  
 
- Costruzione di strade di connessione e di parcheggi via Lame
758.675,18
- Declassamento di via Torino via Torino
118.785,09
- Costruzione strade di penetrazione Sue 1A 42 DU
284.758,84
3)Interventi residenziali:  
 
- Manutenzione straordinaria del patrimonio edilizio dell'ATC via Castagnole
351.190,69
- Nuova Costruzione Sue 1A 42 D
6.197.482,79
- Nuova Costruzione Sue 1A 42
4.131.655,19
4) Altri interventi:  
 
- Costruzione di un centro artigianale via Lame
1.032.913,80
- Realizzazione di doppia rotonda via Chieri
129.114,22
- Integrazione oneri di urbanizzazione via Cavalcavia
113.620,52
 
 
Caselle - Quartiere CIT, PEEP C2 Bis
Mappa
Scheda sintetica

Il quartiere sorge alla periferia sud ovest del comune su terreni ex agricoli. La popolazione comunale conta 15.966 abitanti. I residenti in ambito PEEP ( Piano di Edilizia Economico Popolare) sono 3.500. Nei 168 alloggi, gestiti dal CIT ed ultimati solo agli inizi degli anni 90, abitano circa 700 persone. La densità abitativa è molto alta ed è legata al taglio degli alloggi tutti molto grandi, destinati a famiglie sfrattate. Il PEEP è stato attuato in parte, comprese le urbanizzazioni primarie. Sono in corso lavori per la costruzione di nuovi alloggi pubblici e privati. Nell'ambito del piano non sono mai state realizzate le opere di urbanizzazione secondaria e le infrastrutture sociali. Si registra, rispetto alla media, un'elevata incidenza di tossicodipendenti e di casi sociali. Sono carenti, in particolare, tutte le strutture per il tempo libero e per la socializzazione. Il programma prevede opere di ristrutturazione edilizia dovute a carenze progettuali e costruttive, oppure all'uso improprio degli alloggi. Oltre agli interventi sulle case, con inserimento di elementi edilizi nuovi e in sostituzione, si intende risistemare i giardini ad uso interno, intervenendo sulle attuali siepi e recinzioni. Il Comune, al fine di poter edificare, su un'area già destinata a servizi scolastici, un centro commerciale e sociale, ha redatto una specifica variante urbanistica. Saranno realizzate le infrastrutture sociali e un nuovo disegno dei parcheggi e delle aree verdi, con il completamento di una struttura sportiva.

Scheda tecnica - Scarica la scheda tecnica di Caselle
 
COMUNE DI CASELLE- Ambito quartiere "PEEP C2 Bis"
 
AMBITO DI INTERVENTO:
SUPERFICIE TERRITORIALE DELL'AMBITO:
 
ALLOGGI TOTALI:
2.408
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOVVENZIONATA:
558
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA:
785
VALORE COMPLESSIVO DEL PIANO FINANZIARIO:
€ 5.445.976,02
ENTITA' DEL FINANZIAMENTO CONCESSO:
€ 2.008.720,80
 
INTERVENTI PREVISTI DAL PROGRAMMA Località indirizzo
Costo Opera €
 
1) Opere per il recupero sociale:  
 
Riqualificazione arre verdi pubbliche via Audello 312.456,42
Realizzazione campo di calcio via Audello 62.491,28
Impianti servizi area sportiva via Audello 134.278,79
Realizzazione centro sociale via Audello 273.360,63
Centro commerciale via Audello 2.694.986,70
2) Opere per il recupero ambientale:  
 
Riqualificazione arre verdi pubbliche via Audello 312.456,42
Realizzazione campo di calcio via Audello 62.491,28
Impianti servizi area sportiva via Audello 134.278,79
Realizzazione centro sociale via Audello 273.360,63
Centro commerciale via Audello 2.694.986,70
3)Interventi residenziali:  
 
Manutenzione straordinaria patrimonio edilizio ATC
(ex CIT)
Q.re CIT 1.661.700,07
Cirié - villaggio Santagostino
Mappa

Carta del programma: formato dwf - formato gif

Scheda sintetica

L'area sorge alla periferia nord - est della città e ricomprende 277 alloggi. I due insediamenti che la costituiscono sono separati dalla ferrovia Torino - Ceres. Il primo insediamento è caratterizzato dalla presenza di 100 alloggi dell' ATC (ex IACP), mentre il secondo, situato a sud della ferrovia, comprende 53 alloggi di edilizia agevolata. Il quartiere si presenta molto isolato per la totale assenza di infrastrutture e la presenza di una fascia di edifici industriali - artigiani, in fase di trasformazione, che contribuisce ad aumentare l'isolamento dal centro urbano. Oltre al degrado ambientale, è documentata, attraverso l'analisi comparata dei parametri socio - economici, una peggiore condizione dei residenti, rispetto agli abitanti le altre zone della città. L'obiettivo è quello di consolidare e ridefinire l'identità del quartiere attraverso un insieme di opere quali: la sistemazione di alcune aree verdi attrezzate, la realizzazione di una pista ciclabile, la costruzione di un sottopasso ferroviario, la manutenzione straordinaria della scuola elementare e del magazzino di quartiere, la copertura del canale di via Remert, la manutenzione straordinaria del patrimonio ATC, la costruzione di una casa albergo per anziani, l'acquisizione dell'edificio industriale "il Batandero" oltre ad opere concernenti la viabilità e l'arredo urbano. La nuova conformazione del quartiere, sulla base del progetto, prevede 413 alloggi, di cui 199 pubblici. La variante urbanistica determinerà l'inserimento nel P.R.G. di una nuova espansione residenziale. Il programma prevede investimenti per 41,144 miliardi di lire. Le risorse pubbliche sono garantite dal Comune. Concorrono anche l'Enel, la Telecom, l' Italgas e l'Acquedotto Sud Canavese. Gli interventi privati riguardano l'inserimento e la riqualificazione di attività commerciali ed artigianali e la costruzione di nuovi alloggi nell'area denominata "Babau" e nella parte a nord - ovest della ferrovia.
PIANO FINANZIARIO: L. 41.114.440.000 - € 21.233.836
FINANZIAMENTO CONCESSO: L. 7.761.940.000 - € 4.008.707

Scheda tecnica - Scarica la scheda tecnica di Ciriè
 
COMUNE DI CIRIE' (TO)- AMBITO "VILLAGGIO S. AGOSTINO"
AMBITO DI INTERVENTO:
L'area sorge alla periferia nord - est della città.
I due insediamenti che la costituiscono sono separati dalla ferrovia Torino - Ceres
SUPERFICIE TERRITORIALE DELL'AMBITO:
20,4 ha
ALLOGGI TOTALI:
413
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOVVENZIONATA:
100
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA:
99
VALORE COMPLESSIVO DEL PIANO FINANZIARIO:
€ 21.233.836
ENTITA' DEL FINANZIAMENTO CONCESSO:
€ 4.008.707
 
INTERVENTI PREVISTI DAL PROGRAMMA Località indirizzo
Costo Opera €
 
1) Opere per il recupero sociale:  
 
- Rifacimento tetto e sistemazione dell'area esterna alla scuola elementare via Taneschie
810.837,33
- Completamento e messa a norma impianti sicurezza del magazzino comunale via Remert
51.645,69
- Sistemazione dell'area, recinzione e sostituzione arredi del parco giochi via Gazzera
51.645,69
- Sistemazione dell'area e recinzione della pista di pattinaggio via Gazzera
25.822,84
- Sostituzione degli arredi del parco giochi via Zaffiri
25.822,84
- Sistemazione dell'area, recinzione e sostituzione degli arredi del parco via De Gasperi
51.645,69
- Sistemazione parcheggi, verde attrezzato ed area giochi via Remertvia Gaiottino
1.859.244,84
- Acquisizione del 1^ lotto di fabbricato industriale Batandero
646.604,04
- Recupero di fabbricato industriale (1^ lotto) Batandero
871.262,79
2) Opere per il recupero ambientale:  
 
- Ristrutturazione della strada e della rete di illuminazione via Gazzera
123.949,66
- Ristrutturazione della strada e della rete di illuminazione via Veneto
23.240,56
- Ristrutturazione della strada e della rete di illuminazione via Gaiottino
18.075,99
- Ristrutturazione della strada e della rete di illuminazione v. Remert
43.898,84
- Costruzione di una pista ciclabile e rete di illuminazione nord .Ferrovia
723.039,66
- Costruzione di un sottopasso ferroviario via Biaune
72.303,97
- Realizzazione di una rotonda di intersezione viaria via Gazzera
98.126,81
- Copertura del canale via Remert
61.974,83
- Oneri di urbanizzazione realizzati da privati ambito PRU
619.748,28
- Manutenzione della rete Enel ambito PRU
284.051,29
- Manutenzione della rete Telecom
Collegno - Oltre Dora
Mappa

Carta del programma: formato dwf - formato gif

Scheda sintetica

Il quartiere è situato oltre il fiume Dora, di fronte al centro storico cittadino, e comprende 1703 alloggi. Di questi 912 sono di edilizia residenziale pubblica e 664 costituiscono il quartiere pubblico di proprietà del Comune di Torino. Il fiume a sud e la tangenziale a nord comprimono l'intera area con un traffico veicolare disimpegnato da un solo ponte (via Allegri). Ne consegue un marcato danno ambientale. Il degrado socio -ambientale è documentato dai risultati delle indagini socio economiche, condotte sugli abitanti delle case popolari, oltre che dagli elevati tassi di inquinamento atmosferico e dalla precaria viabilità d'ambito. Il Comune si propone di intervenire con la costruzione di nuove infrastrutture, con il miglioramento complessivo della viabilità e con opere sulle case popolari. In particolare si intende: costruire un centro sociale con annesso campo di calcetto; individuare una nuova sede per il comitato inquilini; realizzare la copertura della scuola elementare Calvino e del teatro adiacente la stessa; completare il centro sportivo; ristrutturare l'asilo nido; coprire il canale demaniale della Venaria; sistemare e arredare piazza Europa e piazza Centro Commerciale. Si progetta la costruzione, in edilizia agevolata, di ulteriori 52 alloggi. Per le case popolari sono previsti interventi di manutenzione straordinaria su tetti, impianti e facciate. L'intervento privato si concretizza nella realizzazione del centro residenziale e commerciale di via della Croce, nell'ampliamento di alcune aziende produttive esistenti e nella costruzione di un nuovo centro sportivo. Alcuni servizi pubblici saranno gestiti gestiti da associazioni "no - profit", individuate dal Comune con procedure di evidenza pubblica.
PIANO FIANZIARIO: L. 49.552.000.000 - € 25.591.472,26
FINANZIAMENTO CONCESSO: L. 17.040.000.000 - € 8.800.425,56

Scheda tecnica - Scarica la scheda tecnica di Collegno
 
COMUNE DI COLLEGNO- AMBITO "Oltre Dora"
 
AMBITO DI INTERVENTO:
Il quartiere è situato oltre il torrente Dora, di fronte al centro storico cittadino.
SUPERFICIE TERRITORIALE DELL'AMBITO:
52,2038 ha
ALLOGGI TOTALI:
1.703
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOVVENZIONATA:
664
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA:
352
VALORE COMPLESSIVO DEL PIANO FINANZIARIO:
€ 25.591.472,26
ENTITA' DEL FINANZIAMENTO CONCESSO:
€ 8.800.425,56
 
INTERVENTI PREVISTI DAL PROGRAMMA Località indirizzo
Costo Opera €
 
1) Opere per il recupero sociale:  
 
- Ristrutturazione dell'asilo nido via Allegri
232.405,60
- Manutenzione e messa a norma impianti della Scuola Rodari via Pianezza
56.810,26
- Sistemazione aree verdi ed arredo urbano del nuovo giardino in p.zza Spinelli p.zza Spinelli
51.645,69
- Completamento impianto sportivo (Centro Berlinguer) via Allegri
495.798,62
- Rifacimento copertura e messa a norma impianti della Scuola elementare Calvino v.le Partigiani
206.582,76
- Realizzazione di un campo di gioco calcetto v.le Spinelli
100.709,10
- copertura teatro adiacente la Scuola Calvino v.le Spinelli
94.511,61
- Costruzione di un nuovo Centro sportivo  
1.239.496,56
- Realizzazione di un'area gioco nel giardino della Scuola Rodari via Pianezza
10.329,14
- Sistemazione aree verdi e di arredo urbano del nuovo giardino in zona tangenziale via della Croce
25.822,84
2) Opere per il recupero ambientale:  
 
- Sistemazione e Realizzazione di opere di arredo urbano viale Partigiani
180.759,91
- Realizzazione di uno svincolo elissoidale S.S. n. 24
413.165,52
- Sistemazione degli arredi urbani nelle aree degli edifici pubblici p.zza Europa
2.400.491,67
- Sistemazione arredo urbano (p.zza del C. Commerciale) v.le Partigiani
63.007,74
- Sistemazione della piazzetta antistante la Scuola Rodari p.zza Europa
113.620,52
- Sistemazione della piazza del Centro Commerciale via Allegri
63.007,74
- Sistemazione di piazzetta via Venaria
37.701,35
- Sistemazione di piazzetta via Lorenzini
75.402,71
- Sistemazione di aree a parcheggio (a raso) ambito PRU
63.007,74
- Realizzazione di aree verdi ambito PRU
189.023,23
- Sistemazione della sede viaria e dell'arredo urbano via Lorenzini
119.818,00
- Installazione di barriere anti - rumore verso la tangenziale via della Croce
31.503,87
- Sistemazione dell'area adiacente l'Italmacelli e il Caseificio Angelina S.S. 24
3.511.906,91
3)Interventi residenziali:  
 
- Manutenzione straordinaria degli edifici realizzati con finanziamenti stanziati dalla L. 25/80 v.le Partigiani
3.368.331,90
- Realizzazione di spazi abitativi complementari alla trasformazione di alcune unita' abitative (interventi di carattere sperimentale), manutenzione straordinaria delle case popolari v. le Partigianivia Allegri
5.422.797,44
- Realizzazione interventi di edilizia residenziale via della Croce
6.713.939,69
 
Grugliasco - Borgata Paradiso
Mappa

Carta del programma: formato dwf - formato gif

Scheda sintetica

La borgata Paradiso è situata tra la ferrovia e c.so Torino al confine del Comune di Grugliasco con la Città di Torino e ricomprende 1025 alloggi, di cui 593 di edilizia sovvenzionata. 471 di questi alloggi, costruiti con il sistema detto "Tunnel", sono di proprietà del Comune di Torino e sono stati realizzati con i fondi della L. 25/80. Le precarie condizioni manutentive e di sicurezza degli alloggi vengono individuate come causa, tra le altre, del degrado ambientale e della tensione tra gli abitanti. Il degrado sociale è documentato dall'alta morosità, che si registra tra i residenti delle case popolari (circa il 24%). L'area appare essere in posizione strategica ed interessa i Comuni di Torino, Collegno e Grugliasco. Con il programma si propone di: creare servizi pubblici, strutture per la formazione professionale e luoghi di aggregazione sociale; favorire l'avvio di esercizi commerciali; razionalizzare la rete viaria; completare la rete fognaria ed i parcheggi; realizzare un insediamento universitario, il parco urbano e una fermata ferroviaria. Sono inoltre previsti: l'apertura del tratto stradale di via Vandalino, in direzione di Torino, la risistemazione di v.le Radich, la ristrutturazione di via Napoli, la realizzazione di una piazza (confluenza di c.so Adriatico con via Napoli), la sistemazione a verde dell'area, con parcheggi tra le vie S. Gregorio e Riesi, e il completamento della rete fognaria nell'area ovest di via Milano. La passerella di attraversamento della ferrovia favorirà i rapporti con tutta la zona. I privati concorrono con la realizzazione di: attrezzature sportive e verde attrezzato (area nord e sud di viale Radich); un centro commerciale con piazzetta (tra le vie Macedonia, Potgora e Milano) e un centro ricettivo polifunzionale.
PIANO FINANZIARIO: L. 18.290.000.000 - € 9.445.996,68
FINANZIAMENTO CONCESSO: L. 6.990.000.000 - € 3.610.033,72

Scheda tecnica - Scarica la scheda tecnica di Grugliasco
 
COMUNE DI GRUGLIASCO (TO)- AMBITO "BORGATA PARADISO"
 
AMBITO DI INTERVENTO:
Il quartiere è situato tra la ferrovia e c.so Torino al confine del Comune di Grugliasco con la Città di Torino.
SUPERFICIE TERRITORIALE DELL'AMBITO:  
43,5 ha
ALLOGGI TOTALI:  
1025
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOVVENZIONATA:
593
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA:
241
VALORE COMPLESSIVO DEL PIANO FINANZIARIO:  
€ 9.445.996,68
ENTITA' DEL FINANZIAMENTO CONCESSO:  
€ 3.610.033,72
 
INTERVENTI PREVISTI DAL PROGRAMMA Località indirizzo
Costo Opera €
 
1) Opere per il recupero sociale:  
 
- Realizzazione di attrezzature sportive e creazione aree di verde attrezzato per gioco v.le Radich
1.549.370,70
- Costruzione di un centro commerciale con annessa piazzetta via Podgora
173529,5181
- attrezzature ricettive e pubblici servizi c.so Adriaticovia Riesi
103807,8367
- Realizzazione di piazza coperta c.so Adriatico
433823,7952
- Ridisegno di nuovi spazi di arredo urbano e delle aree verdi via Riesi
748.862,50
2) Opere per il recupero ambientale:  
 
- Risistemazione viabilità con la creazione di alberate e parcheggi v.le Radichvia S. Gregorio
196253,6217
- Risistemazione stradale via Napoli
346026,1224
- Percorso pedonale ciclabile b.ta Paradiso
98126,81083
- Completamento rete fognaria settore Ovest
289215,8635
- Apertura del tratto stradale in direzione Torino via Vandalino
464811,2092
- Passerella aerea di attraversamento della ferrovia c.so Adriatico
1.146.534,32
 
Moncalieri - Santa Maria
Mappa

Carta del programma: formato dwf - formato gif (Attenzione: il dato relativo al Finanziamento Regionale non risulta aggiornato all'attuale importo)

Scheda sintetica

Ambito "S. Maria" Il quartiere popolare, situato tra la zona S. Pietro e borgo Mercato, separato dal resto della città dalla ferrovia e dall'accesso alla tangenziale, presenta un notevole degrado socio - ambientale, oltre che urbanistico ed edilizio. Il programma, concordato tra Comune, ATC (ex IACP), CIT(Consorzio intercomunale torinese) e residenti, approvato nel 1996, si avvale di progetti specifici, che mirano a realizzare la trasformazione fisica e ambientale, oltre che a promuovere la crescita sociale, culturale ed economica del luogo. Le azioni prioritarie sono: potenziare i servizi pubblici e privati, creare nuove attività, riqualificare le case popolari, completare le residenze e riusare le aree industriali. Nel dettaglio il progetto di riqualificazione della borgata, finalizzato alla ridefinizione dell'identità del quartiere, prevede la manutenzione straordinaria delle case popolari (210 alloggi di proprietà pubblica, con gravi situazioni sociali in via Juglaris), il nuovo disegno degli spazi pubblici e della viabilità (creazione di zone pedonali e luoghi di aggregazione), la realizzazione di servizi sportivi e di un centro culturale e ricreativo, mentre in campo sociale sono previsti nuovi spazi, in cui attivare iniziative per i giovani (la Regione ha finanziato anche gli interventi di formazione professionale con i fondi strutturali).
PIANO FINANZIARIO: L. 54.411.000.000 - € 28.100.936,34
FINANZIAMENTO CONCESSO: L. 18.443.999.967,46 - € 9.525.531,03

Scheda tecnica - Scarica la scheda tecnica di Moncalieri
 
COMUNE DI MONCALIERI (TO)- AMBITO "S.MARIA"
 
AMBITO DI INTERVENTO:
Il Quartiere popolare è sorto negli anni 50. E' situato tra la zona S. Pietro e Borgo Mercato ed è separato dal resto della città dalla ferrovia e dall'accesso alla tangenziale.
SUPERFICIE TERRITORIALE DELL'AMBITO:
ha 376,992
ALLOGGI TOTALI:
905
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOVVENZIONATA:
210
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA:
170
VALORE COMPLESSIVO DEL PIANO FINANZIARIO:
€ 28.100.936,34
ENTITA' DEL FINANZIAMENTO CONCESSO:
€ 9.525.531,03
 
INTERVENTI PREVISTI DAL PROGRAMMA Località indirizzo
Costo Opera €
 
1) Opere per il recupero sociale:
- Realizzazione di un'area verde attrezzata per il gioco via Romita
285.600,67
- Realizzazione di un'area verde attrezzata via Alba
180.243,46
- Realizzazione di un'area a verde ambientale via Juglaris
116.719,26
- Realizzazione di un'area a verde ambientale st.da Colombetto
126.015,48
- Recupero e ampliamento di un'area a verde attrezzato via Juglaris
201.418,19
- Creazione di una collina artificiale arborea anti - rumore, realizzazione di percorso ciclopedonale ed arredo urbano via Juglaris
805.156,31
- Sistemazione di area a verde via S. Maria
341.378,01
- Realizzazione di struttura polifunzionale culturale e ricreativa via Juglaris
2.241.422,94
- Ampliamento dell'asilo nido e sistemazione dell'area esterna p.zza S. Maria
222.592,92
- Manutenzione straordinaria e messa a norma scuola Principessa Clotilde
51.645,69
2) Opere per il recupero ambientale:
- Sistemazione della sede viaria, arredo urbano e realizzazione delle rete fognaria bianca/nera via S. Maria
1.170.807,79
- Sistemazione della sede viaria, arredo urbano e realizzazione della rete fognaria bianca/nera p.zza S. Maria
655.383,80
- Sistemazione della sede viaria, arredo urbano e realizzazione della rete fognaria bianca/nera nuova s.da della borgata
1.074.746,81
- Sistemazione della sede viaria, arredo urbano e realizzazione della rete fognaria bianca/nera via Saluzzovia S. Maria
308.324,77
- Sistemazione della sede viaria, arredo urbano e realizzazione della rete fognaria bianca/nera st.da Preserasca
547.960,77
- Rifacimento rete fognaria via Juglaris
298.512,09
- Completamento asse viario s.da Colombetto
347.575,49
- Realizzazione di complesso sportivo p.zza S. Maria
1.655.760,82
- Realizzazione parcheggio a servizio zona residenziale via Alba
93.995,16
- Realizzazione parcheggio area residenziale via Romita
346.542,58
- Realizzazione parcheggio a servizio zona residenziale via Romita
46.997,58
- Sistemazione sede viaria e arredo urbano, realizzazione rete fognaria via Romita
164.749,75
- Realizzazione di tratto stradale di collegamento s.da Colombetto
45.964,66
- Sistemazione via Saluzzo, aree e vie limintrofe via Saluzzo
387.342,67
- Passerella ciclopedonale ferroviaria str Mongina
395.089,53
- Bretella viaria di collegamento via Juglaris - via Mongina str Mongina
124.982,57
- Realizzazione nuovo alveo del canale della Mongina via Juglaris
849.055,14
- Realizzazione area a verde e parcheggio n.va strada
244.284,11
- Realizzazione area a verde e parcheggio via S. Maria
307.291,85
- Impianto scolmatore Rio Mongina fr. Carpice
1.291.142,25
3)Interventi residenziali:
- Manutenzione straordinaria via S. Maria
489.601,14
- Manutenzione straordinaria via Juglaris
233.438,52
- Manutenzione straordinaria via Juglaris
256.162,62
- Manutenzione straordinaria via Juglaris
303.676,66
- Nuova costruzione di 40 alloggi di edilizia sovvenzionata via Juglaris
3.182.923,87
- Nuova costruzione di 40 alloggi di edilizia sovvenzionata via Juglaris
4.201.376,87
- Nuova costruzione di 40 alloggi di edilizia agevolata via Romita
3.993.761,20
 
Novi Ligure - Emilio
Mappa
Scheda sintetica

L'area è situata alla periferia nord - ovest della città e ricomprende 1435 alloggi, di cui 910 di edilizia residenziale pubblica. 339 sono patrimonio dell'ATC ( ex IACP). L'area, che rientra nell'obiettivo 2 REG. CEE 2082/93 (declino industriale), comprende cospicue superfici a destinazione industriale, sportiva ed a servizi. L'ambito territoriale del programma è completato da ulteriori aree pubbliche (fasce di rispetto aeroportuali e zone a verde oltre che superfici ad ex destinazione industriale) che, opportunamente recuperate, potranno favorire l'integrazione dell'intera zona con la parte est e sud della città. Il degrado socio - ambientale del quartiere è assai marcato. Emergono soprattutto: diffusa microcriminalità, legata, tra l'altro, alla tossicodipendenza, forti tassi di disoccupazione, alta percentuale di morosità nell'edilizia pubblica. Il degrado fisico degli edifici di edilizia residenziale pubblica è ben documentato. Il programma prevede di: migliorare l'offerta di servizi sociali e sportivi; realizzare nuovi alloggi privati per diversificare la composizione sociale del quartiere; razionalizzare la viabilità e completare le aree verdi; inserire nuove attività artigianali e commerciali, per rivitalizzare il tessuto economico. Si ispira all'esempio francese, nella realizzazione di una "città dei ragazzi", che riattivi la vita sociale del quartiere. Nelle case popolari si prevedono opere di manutenzione straordinaria, relative alla sostituzione delle coperture in amianto-cemento. Un fabbricato, di proprietà dell'ATC., sarà trasformato in centro di quartiere polifunzionale. E' inoltre previsto: il recupero dell'inutilizzato centro sportivo "All Season", con fondi comunali; l'acquisizione dall'aeronautica militare dell'ex campo base e il suo recupero a servizio pubblico polivante, con l'insediamento della "città' dei ragazzi"; la realizzazione di una pista ciclo - pedonale, con finanziamento misto pubblico-privato; la realizzazione di spazi verdi attrezzati per l'aggregazione e lo svago. Proprietari privati, operatori ed associazioni "no-profit" hanno sottoscritto impegni con il Comune per realizzare, oltre ad interventi di recupero edilizio, ulteriori opere di pubblico servizio, quali: il servizio socio - culturale su spazi della parrocchia S. Antonio e l'ampliamento della sede della Associazione Nazionale Alpini.
PIANO FINANZIARIO: L. 14.265.000.000 - € 7.367.257,67
FINANZIAMENTO CONCESSO: L. 3.140.000.000 - € 1.621.674,66

Scheda tecnica - Scarica la scheda tecnica di Novi Ligure
 
COMUNE DI NOVI LIGURE (AL)- AMBITO "EMILIO"
AMBITO DI INTERVENTO:
L'area è situata alla periferia nord - ovest della città e comprende cospicue superfici a destinazione industriale, sportiva e a servizi.
SUPERFICIE TERRITORIALE DELL'AMBITO:  
ha 48
ALLOGGI TOTALI:  
1435
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOVVENZIONATA:
580
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA:
 
VALORE COMPLESSIVO DEL PIANO FINANZIARIO:  
€ 7.367.257,67
ENTITA' DEL FINANZIAMENTO CONCESSO:  
€ 1.621.674,66
 
INTERVENTI PREVISTI DAL PROGRAMMA Località indirizzo
Costo Opera €
 
1) Opere per il recupero sociale:  
 
- Recupero del centro sportivo "All Season" v.le Cicchero
299.545,00
- Acquisizione e ristrutturazione dell'ex campo base dell'aeronautica militare v.le Cicchero
1.807.599,15
- Creazione di spazi verdi attrezzati per lo svago e l'aggregazione p.zza d'armi
413.165,52
- ristrutturazione immobile pubblico (ATC) quartiere GI
30.987,41
- Ampliamento della sede dell'Ass. Naz. Alpini v.le Cicchero
25.822,84
- Recupero edificio parrocchiale S. Antonio
123.949,66
2) Opere per il recupero ambientale:  
 
- Realizzazione di pista ciclo - pedonale S. Marzano
180.759,91
3)Interventi residenziali:  
 
- Recupero proprietà' Affer via Mazzini
1.895.396,82
- Recupero proprietà Zingardi via Mazzini
947.698,41
- Recupero proprietà' Gatti via Mazzini
774.685,35
- Manutenzione straordinaria del patrimonio edilizio dell'ATC Quartiere GI
867.647,59
 
Torino - via Artom
Mappa

Carta del programma: formato dwf - formato gif

Scheda sintetica

Il quartiere sorge su un vasto territorio alla periferia sud della città' ed appartiene alla decima circoscrizione. Fu realizzato negli anni 60 con sistemi prefabbricati pesanti per trovare una sistemazione ai baraccati. Oggi si presenta molto degradato, sia dal punto di vista edilizio che sociale. La zona è la piu' ricca di verde della città', ma ha un'immagine negativa, per i gravi problemi sociali che la affliggono. Il PRU si propone di migliorare le condizioni residenziali di via Artom e di valorizzare le testimonianze storico-artistiche, rappresentate dai castelli di Mirafiori e di Stupinigi, dal Mausoleo della Bela Rosin e dalle antiche cascine. L' inserimento di nuove attivita' potra' poi conferire una nuova identita' al quartiere.
La Città' si propone di lavorare su sette obiettivi:
1 - Ridisegnare la geografia dei luoghi.
Il progetto si inquadra nel disegno piu' ampio previsto dal piano regolatore e dal piano urbano del traffico. Si propone di ridisegnare gli spazi attraverso un insieme di viali e percorsi pedonali. Ci si attende lo sveltimento del traffico privato e una maggiore fluidita' nella circolazione dei mezzi pubblici. Il nuovo ponte gia' realizzato sul Sangone insieme alla costruzione del sottopassaggio di via Artom dovrebbe alleggerire gli altri corsi e decongestionare i nodi critici per l'attraversamento della città' da nord a sud senza influenzare il traffico dei residenti.
2 - Inventare spazi e luoghi di attrazione
E' previsto il trasferimento in questa zona della manifestazione "Experimenta".
3 - Riqualificare l'ambiente
Il recupero ambientale delle sponde degradate del Sangone ed il collegamento del "Bosco dell'Accampamento" con le Vallere favoriscono la creazione del Lido del Sangone. I successivi interventi sulla flora favoriranno il disinquinamento della zona e la valorizzazione del Parco Colonnetti.
4 - Recuperare la memoria storica del quartiere
I beni storico architettonici e paesistico - ambientali (Pantheon di Mirafiori, Chiesa della Visitazione di Maria Vergine, Cascina e Borgata Mirafiori, Cascine La Grangia, la Nuova, La Maina, Cascina Balbo, Villa Scintilla e Villini della Città' Giardino) sono oggetto di progetti, che interessano anche i parchi e la viabilita'.
5 - Potenziare i servizi e i segni di identificazione collettiva
Si propone la riprogettazione dello spazio urbano con la creazione di servizi nelle zone Borgata Mirafiori e Basse Lingotto. I proprietari privati sono stati coinvolti su iniziative che migliorino il quartiere. Il progetto piu' importante riguarda il recupero delle case popolari di via Artom mediante la manutenzione di tutte le case e la sostituzione edilizia di alcune creando cosi' un centro di servizi a disposizione del quartiere. Altre iniziative di trasformazione socio-ambientale possono sorgere in distretto Basse Lingotto, per mantenere e razionalizzare le attivita' artigianali. Nella scuola elementare di via Farinelli , ora chiusa, verra' insediato, centralizzandolo, il laboratorio delle attivita' didattiche. E' programmata l'apertura dell'ospedale Farinelli, acquistato recentemente dalla Regione, La struttura è gia' stata individuata dall'USL come centro ambulatoriale polifunzionale e "day hospital". Per quanto riguarda la zona Basse Lingotto saranno razionalizzati i servizi (poliambulatorio, consultorio familiare), mentre la scuola Pavese sara' destinata ad ospitare servizi amministrativi, sociali, sanitari e culturali.
6 - Innovare l'habitat
L'immagine negativa di Via Artom è ormai molto radicata. Per migliorarla, si intende modificare la composizione sociale del quartiere, oggi prevalentemente costituita da famiglie a basse reddito e socialmente emarginate. La ristrutturazione degli attuali edifici , per la loro forma e connotazione, pone notevoli problemi tecnici ed economici. La ristrutturazione urbanistica sara' parziale e prevede l'abbattimento di due case su via Artom con la eliminazione di circa 200 alloggi, la manutenzione di 580 e la creazione di una piazza su via Artom. Il quartiere risultera' cosi' composto da 615 alloggi contro gli attuali 780. Per favorire ulteriormente la mobilita' degli attuali inquilini è previsto l'acquisto di ulteriori 146 alloggi. Le funzioni non residenziali saranno dislocate accanto alla piazza centrale, mentre si pensa di insediare le altre attivita' terziarie al piano terra del nuovo centro di servizi.
7 - Rivitalizzare la vita sociale favorendo la solidarieta' e l'animazione del quartiere. Si tratta di potenziare i servizi sociali, gia' attivi, per ridurre il disagio giovanile. Gli obiettivi primari rimangono la prevenzione e il contrasto del disagio sociale. Si pensa di avviare corsi di formazione in orticoltura, giardinaggio e riqualificazione delle sponde fluviali. Le opere previste dal PRU dovrebbero creare lavoro, soprattutto femminile. E' prevista l'attivazione di un "laboratorio di quartiere", utile a confrontare esperienze e ad avviare nuove iniziative imprenditoriali.
PIANO FINANZIARIO: L. 281.785.000.000 - € 145.529.807,31
FINANZIAMENTO CONCESSO: L. 54.520.000.000 - € 28.157.230,14

Scheda tecnica - Scarica la scheda tecnica di Torino - via Artom
 
COMUNE DI TORINO- AMBITO "VIA ARTOM"
 
AMBITO DI INTERVENTO:
E' situato alla periferia sud della città, compreso tra le sponde del Sangone a sud, corso Unione Sovietica a ovest, via Onorato Vigliani a nord ed il confine con il Comune di Moncalieri ad est.
SUPERFICIE TERRITORIALE DELL'AMBITO:
 
ALLOGGI TOTALI:
9.911
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOVVENZIONATA:
 
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA:
 
VALORE COMPLESSIVO DEL PIANO FINANZIARIO:
€ 145.529.807,31
ENTITA' DEL FINANZIAMENTO CONCESSO:
€ 28.157.230,14
 
INTERVENTI PREVISTI DAL PROGRAMMA Località indirizzo
Costo Opera €
 
1) Opere per il recupero sociale:  
 
- Realizzazione bocciofila, pista di pattinaggio e ricollocazione circolo G. Rossa P.co Colonnetti
206.582,76
- Sistemazione area verde e gioco bimbi v. Vigliani/v. Artom
103.291,38
- Realizzazione centro ippoterapia v. O. Vigliani
180.759,91
- Sistemazione verde esistente e Realizzazione percorsi botanici P.co Colonnetti
206.582,76
2) Opere per il recupero ambientale:  
 
- Realizzazione strada di quartiere via Vigliani/v.Artom
361.519,83
- Riqualificazione p.zza con parcheggi, verde ed arredo urbano via Candiolo/v. Monastir
278.886,73
- Sistemazione sede viaria ed arredo urbano via Pisacane
41.316,55
- Sistemazione p.co Colonnetti e sistema di di connessione p.co Sangone P.co Colonnetti
3.280.006,41
- Realizzazione nuovo parcheggio nord v. Artom
774.685,35
- Realizzazione nuovo parcheggio sud v. Artom
180.759,91
3)Interventi residenziali:  
 
- Manutenzione straordinaria alloggi di proprietà comunale v. Artom
9.296.224,19
- Acquisto di 146 alloggi in sostituzione E.R.P.S.(1) v. Artom
6.197.482,78
- Acquisto di 146 alloggi in sostituzione E.R.P.S.(2) v. Artom
6.713.939,68
 
Torino - corso Grosseto
Mappa

Carta del programma: formato dwf - formato gif (Attenzione: il dato relativo al Finanziamento Regionale non risulta aggiornato all'attuale importo)

Scheda sintetica

l due quartieri, che si intendono recuperare, sono situati alla periferia nord- ovest della città. Qui vivono 130.000 abitanti. Il degrado sociale è alto con microcriminalità, abbandono scolastico, analfabetismo, alti tassi di disoccupazione, soprattutto femminili. Il Q37, di proprietà dell'ATC (ex IACP), è situato a nord - ovest tra corso Ferrara, corso Cincinnato, strada comunale di Altessano e via Sansovino. Vi risiedono 4.000 abitanti. Mancano le aree attrezzate e le "corti interne", previste dal piano urbanistico, e questo ostacola l'aggregazione sociale. Sono state realizzate le scuole (elementare, materna, professionale di stato) ed alcuni impianti sportivo - ricreativi. La viabilità rispetta le indicazioni del PEEP. Ci sono stati: un uso improprio delle abitazioni, danni per vandalismo e ritardi nella manutenzione ordinaria e straordinaria. Il Q16 è stato costruito nel '29 sul modello delle "hofe" viennesi e mantiene una sua importanza storico - architettonica. Gli edifici non sono mai stati ristrutturati e i servizi interni si limitano al lavabo e al WC. Un tempo funzionavano bagni, lavatoi pubblici e una piscina. La loro vetusta'(1929/30), la obsolescenza degli impianti (elettrici e telefonici), la mancanza di ascensori e di bagni impongono la ristrutturazione integrale, accompagnata da interventi che mirino a rendere il quartiere meno isolato (barriera c.so Grosseto). Il processo di riqualificazione è favorito dall'elevato peso delle proprietà e delle infrastrutture pubbliche e la formazione del programma è legata alla definizione di un nuovo disegno urbano (creazione di strutture non residenziali e attribuzione di nuove funzioni alle attrezzature pubbliche). I progetti a scala urbana riguardano interventi infrastrutturali sulla spina reale (viale con pista ciclabile), la linea ferroviaria Torino - Ceres (passante ferroviario e ammodernamento stazione Dora) e il sistema della viabilità del settore nord - ovest (corsi Ferrante e Grosseto). La riorganizzazione proposta, oltre a consentire interventi di arredo urbano, favorisce la penetrazione nella città e scoraggia il suo attraversamento veloce. Sono in corso di recupero con fondi comunitari le aree pubbliche Fert (destinata a centro di produzione cinematografico), il Multimedia park e l'area ex Cir di via Stradella. Si intendono recuperare tre edifici scolastici non più utilizzati.
PIANO FINANZIARIO: L. 319.760.000.000 - € 165.142.258,05
FINANZIAMENTO CONCESSO: L. 42.724.065.000 - € 22.065.138,13
Integrato nel 2000 con fondi gescal a L.52.369.000.000 - € 29.528.365,00

Scheda tecnica - Scarica la scheda tecnica di Torino - corso Grosseto
 
COMUNE DI TORINO
AMBITO "C.SO GROSSETO"Quartiere 16 e Quartiere 37
 
AMBITO DI INTERVENTO:
I due quartieri sono situati alla periferia nord - ovest della città. Il Q 37 si estende tra c.so Cincinnato e strada Altessano ed il Q 16 tra via Chiesa della Salute e via Bibiana.
SUPERFICIE TERRITORIALE DELL'AMBITO:
181 ha
ALLOGGI TOTALI:
10.235
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOVVENZIONATA:
1496
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA:
622
VALORE COMPLESSIVO DEL PIANO FINANZIARIO:
€ 165.142.258,05
ENTITA' DEL FINANZIAMENTO CONCESSO:
Integrato nel 2000 con fondi gescal a L.52.369.000.000 - € 29.528.365,00
€ 22.065.138,13
 
INTERVENTI PREVISTI DAL PROGRAMMA Località indirizzo
Costo Opera €
 
1) Opere per il recupero sociale:  
 
- Realizzazione chiusura piano pilotis per attività di servizio alle persone, alle imprese e alle associazioni Q 37 edifici a lama
965.774,40
- piano di accompagnamento sociale (PAS) Ambito PRU
446.218,76
- Sistemazione aree verdi attrezzate per il gioco Q 37
194.187,79
- Ridestinazione 1^ blocco ex scuola Fiesole (Centro Diurno Socio Terapeutico) via Fiesole
206.582,76
- Ridestinazione 2^ blocco ex scuola Fiesole via Fiesole 1.509,00 (Comunità alloggio per disabili) via Fiesole
779.333,46
- Recupero funzionale ex CIR - Progetto Casa degli Artisti e Circoscrizione via Stradella
2.943.804,32
- Attivazione di alcuni laboratori preprofessionali ambito PRU
113.620,52
- Sviluppo di politiche preventive del disagio giovanile e di Recupero dei giovani emarginati ambito PRU
422.461,74
- Prosecuzione dei programmi di prevenzione della criminalità giovanile e della tossicodipendenza ambito PRU
148.739,59
- Avvio del Progetto di Sicurezza Urbana ambito PRU
60.425,46
- Attività promozionali nuova impresa (Docup 5.5.) ambito PRU
72.303,97
- Avvio corsi di formazione professionale (Docup 5.5.) ambito PRU
101.742,01
2) Opere per il recupero ambientale:  
 
- Riorganizzazione viabilità interna Q 37
921.359,11
- Realizzazione rete teleriscaldamento AEM Q 37
671.393,97
- Allacciamento di nuovo impianto di distribuzione (rete di teleriscaldamento) Q 37
1.714.120,45
- Riqualificazione di piazza interna e di piazza Manno Q 37
1.291.142,25
- Riqualificazione di piazza Sauro(Q 37) c.so Lombardia
1.817.928,28
- Riqualificazione di via Sospello Q 16
516.456,90
- Riqualificazione di via Stradella Q 37
189.539,68
- Riqualificazione di viale Madonna di Campagna Q 37
111.038,23
- Riqualificazione di via Cardinal Massaia Q 37
152.871,24
- Riqualificazione (Progetto) di via Breglio Q 37
81.600,19
3)Interventi residenziali:  
 
- Manutenzione straordinaria del patrimonio edilizio dell'ATC Q 16
9.244.062,04
- Manutenzione straordinaria del patrimonio edilizio dell'ATC Q 37
13.237.306,78
- Casino Barolo ( Zona di Trasformazione Urbanistica, Q 37) v. Altessano
28.146.384,54
- Antica Venaria ( Zona di Trasformazione Urbanistica, Q 37) via Lucca
1.933.098,17
- Cuniberti ( Zona di Trasformazione Urbanistica, Q 37) c.so Lomb.
13.654.603,96
- Cascina Maletta ( Zona di Trasformazione Urbanistica, Q 37) st. Altessano
28.533.210,76
- Casteldelfino e Campiglia ( Ambiti 5b-5r - ZUT) via Sospello
5.535.385,04
- Madonna di campagna (Ambito 5c Est - 5d Ovest) via Sospello
2.885.961,15
4) Altri interventi:  
 
- Installazione attrezzature per manifestazioni e spettacoli Giardini don Gnocchi via Sospello
351.190,69
- Ristrutturazione Cupola De Panis(certificazione pubblica agibilità v. Altessano
558.289,91
- Ristrutturazione dell'officina e della mensa del complesso G. Pastore via Sansovino
2.112.308,72
- Manutenzione straordinaria dell'asilo Q 16
184.375,11
- Ristrutturazione edilizia della piscina Q 16
553.125,34
- Centro Polifunzionale c. so Grosseto
402.836,38
- Ristrutturazione edilizia della Scuola Media S. Pertini c. so Grosseto
260.294,28
- Ristrutturazione edilizia della palestra del Cen. G. Pastore via Sansovino
97.093,90
- Realizzazione di attivita' di servizio alle persone e alle imprese artigianali c.so Grosseto
3.906.996,44
- Realizzazione di diverse strutture sportive di quartiere (campi da tennis, da basket, calcetto e spogliatoi) via Sansovino
826.331,04
- Installazione attrezzature sportive complesso G. Pastore via Sansovino
114.136,97
- Sistemazione esterna parcheggi pertinenziali via Sospello
3.927.138,26
- Realizzazione e installazione strutture e attrezzature sportive (bocciofila, pista di pattinaggio) c. so Cincinnato
537.115,18
- Realizzazione attrezzature per chioschi c.so Lombardia
237.570,17
- Progetto di arredo della Spina Reale largo Giachinov.le Madonna di Campagna
4.389.883,64
- Progettazione Multimedia Park e Recupero funzionale degli studi FERT c.so Lombardia
13.590.046,84
- Recupero funzionale ex area CIR e Progetto Multimedia Park v.le Madonna di Campagna
12.178.053,68
- Progetto costruzione parcheggi interrati ambito PRU
3.615.198,29
- Ridestinazione funzionale ex Scuola B. Ciari (Centro di Cultura Ludica) via Fiesole
207.615,67
 
Torino - via Ivrea
Mappa

Carta del programma: formato dwf - formato gif

Scheda sintetica

L'area è situata nella zona nord-ovest e comprende circa 2000 alloggi. Di questi 258 sono di edilizia sovvenzionata e richiedono interventi di manutenzione straordinaria. Il degrado sociale è documentato dallo studio dell'Istituto di ricerche economiche e sociali (IRES) che evidenzia i bassi livelli di istruzione e di occupazione, rispetto alla media cittadina. Il traffico di autotreni espone l'intera zona a notevole inquinamento acustico ed atmosferico. Si pensa a ridurre il traffico complessivo e ad interventi graduali, con l'obiettivo finale di creare un collegamento a nord (autostrada Torino - Milano con la Falchera). Sono previste: la creazione di due rotonde all'incrocio tra via Ivrea e i corsi Giulio Cesare e Vercelli, la riduzione delle sezioni di via Ivrea e di via Cavagnolo, la sistemazione della piazzetta davanti alla Chiesa e opere di arredo urbano e di illuminazione pubblica. Per migliorare le case popolari si propone di rifare le coperture, modificare le entrate, riqualificare gli spazi esterni, i cortili ed i parcheggi interni. A livello di servizi educativi e sociali si progetta la ristrutturazione di alcuni locali della scuola XXV aprile di via Cavagnolo, per potere ospitare corsi di formazione professionale e la sede del programma comunitario "Youthstart". Per favorire l'aggregazione e la vita sociale, il Liceo scientifico G. Bruno intende mettere a disposizione le proprie strutture sportive e la biblioteca. In via Cavagnolo è attivo un centro, sede di varie associazioni, che appare assai degradato dal punto di vista edilizio. Si propone di demolirlo e di ricostruirlo nell'area adiacente, con la previsione di riservare appositi spazi per gli anziani. Mentre le sponde del fiume sono destinate a parco, con servizi sportivi complementari, al verde del quartiere saranno destinati altri spazi: area attrezzata per gioco bimbi, adiacente alle case popolari, piste di pattinaggio e piastre polivalenti, pista di atletica. In attuazione del piano regolatore si intendono realizzare nuove abitazioni di 3 - 4 piani fuori terra su aree libere, di edilizia convenzionata. Si tratta di un completamento urbanistico nell'area di trasformazione delle Basse di Stura. Per la trasformazione è previsto l'investimento di 47.5 miliardi, apportati da capitale privato.
PIANO FINANZIARIO: L. 72.103.039.000 - € 37.238.111,94
FINANZIAMENTO CONCESSO: L. 12.847.000.000 - € 6.634.921,78

Scheda tecnica - Scarica la scheda tecnica di Torino - via Ivrea
 
COMUNE DI TORINO- AMBITO "VIA IVREA"
 
AMBITO DI INTERVENTO:
L'area è compresa tra corso Giulio Cesare, corso Vercelli, via Belgioioso, via Scotellaro e comprende il quartiere di edilizia pubblica E 51.
SUPERFICIE TERRITORIALE DELL'AMBITO:
41 ha
ALLOGGI TOTALI:
2071
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOVVENZIONATA:
459
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA:
513
VALORE COMPLESSIVO DEL PIANO FINANZIARIO:
€ 37.238.111,94
ENTITA' DEL FINANZIAMENTO CONCESSO:
€ 6.634.921,78
 
INTERVENTI PREVISTI DAL PROGRAMMA Località indirizzo
Costo Opera €
 
1) Opere per il recupero sociale:  
 
- Sistemazione di area attrezzata per gioco via Carema
206.582,76
- Sistemazione di area a parco e a verde pubblico sponda sx(nord) fiume Stura
1.089.724,06
- Sistemazione di area a parco e a verde pubblico sponda dx(sud) fiume Stura
1.262.737,12
- Realizzazione di nuovi impianti sportivi, completamento di impianti sportivi presenti e sistemazione aree adiacenti complete di arredo urbano c.so G. Cesare
1.185.268,58
- Realizzazione di un nuovo centro socio - culturale via Cavagnolo
877.976,73
- Ristrutturazione parziale del plesso scolastico XXV aprile da destinare a corsi per il progetto Youthstart via Cavagnolo
1.497.725,01
- Realizzazione di nuovi impianti sportivi c.so Vercelli
803.090,48
- Sistemazione di area a verde (ZUT) via Ivrea
260.810,73
- Sistemazione di area attrezzata e a verde via Ivrea
206.582,76
2) Opere per il recupero ambientale:  
 
- Sistemazione della sede viaria completa di arredo urbano via Ivrea-v. Carema
389.408,50
- Creazione di due nuove rotonde di intersezione viaria via Ivrea-c. Vercelli
1.017.420,09
- Realizzazione di nuovo parcheggio via Ivrea
118.785,09
- Realizzazione di nuovo parcheggio e Sistemazione della sede viaria via E. Rossi
131.696,51
- Riorganizzazione della viabilità zona sud fiume Stura sponda dxfiume Stura
495.798,62
- Sistemazione sede viaria completa di arredo urbano via Cavagnolo
426.076,94
- Realizzazione nuova viabilità a servizio dell'area ZU c.so Vercelli
185.924,48
- Realizzazione nuova viabilità' a servizio dell'area ZU via Ivrea
392.507,24
- Sistemazione della sede viaria completa di arredo urbano via Cavagnolo
426.076,94
- area di trasformazione (ZUT) via Ivrea
194.187,79
3)Interventi residenziali:  
 
- Manutenzione straordinaria patrimonio edilizio ATC via Ivreavia Carema
1.848.915,70
- area di trasformazione via Ivrea
24.405.170,77
4) Altri interventi:  
 
- Attivazione iniziativa comunitaria Youthstart ambito PRU
800.508,19
- Oneri per la programmazione e la attuazione del ambito PRU
516.456,90
 
Venaria - Vecchio Altessano
Mappa

Carta del programma: formato dwf - formato gif

Scheda sintetica

L'area è situata nella zona nord - est della città e comprende 1210 alloggi, 524 dei quali di edilizia sovvenzionata. Gli alloggi pubblici fanno parte di un insediamento popolare degli anni 60 e rappresentano l'espansione, verso Torino, del quartiere "vecchio di Altessano". Il degrado ambientale è sottolineato dalle precarie condizioni edilizie delle case, mentre quello socio - economico è evidenziato, tra l'altro, dall'elevato grado di morosità degli inquilini che si registra nel quartiere pubblico (48%). Il programma prevede la riqualificazione urbana dell'ambito attraverso un insieme di opere per un investimento complessivo pari a circa 19 miliardi di lire (ripartiti su fondi ex Gescal, altre risorse pubbliche e concorso risorse private). Oltre agli interventi di manutenzione straordinaria sugli edifici del quartiere ATC (ex IACP) si propone di: riqualificare l'asilo Andersen e il parco Vespucci, costruire un centro sociale (nella prospettiva di affidarne la gestione ad una associazione no-profit), realizzare il parco Magellano e risistemare i circostanti giardini di via Tripoli, coprire la "bealera", riqualificare piazza Cavour e recuperare l'edificio centrale del nucleo vecchio di piazza Costituente, costruire un centro sportivo ed integrare l'illuminazione nel quartiere ATC; rifare i marciapiedi e sistemare l'incrocio in via S. Marchese, arredare il centro sociale del quartiere ATC ed effettuare la manutenzione ordinaria della scuola di via Gramsci. La partecipazione finanziaria diretta al programma da parte dell' ASL è prevista nelle opere di recupero dell'edificio di piazza della Costituente, mentre il Comune concorre direttamente, con propri fondi di bilancio, nella realizzazione di interventi per razionalizzare la viabilità. Il Comune intende assegnare un'area ad un soggetto privato, che realizzi e gestisca un centro sportivo con piscina.
PIANO FINANZIARIO: L. 21.780.180.000 - € 11.248.524,22
FINANZIAMENTO CONCESSO: L. 6.842..000.000 - € 3.533.598,10

Scheda tecnica - Scarica la scheda tecnica di Venaria
 
COMUNE DI VENARIA (TO)- AMBITO "VECCHIO ALTESSANO"
 
AMBITO DI INTERVENTO:
L'area è situata nella zona nord - est della città e rappresenta l'espansione, verso Torino, di un insediamento popolare nato negli anni 60
SUPERFICIE TERRITORIALE DELL'AMBITO:
 
ALLOGGI TOTALI:
1210
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOVVENZIONATA:
524
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA:
 
VALORE COMPLESSIVO DEL PIANO FINANZIARIO:
€ 11.248.524,22
ENTITA' DEL FINANZIAMENTO CONCESSO:
€ 3.533.598,10
 
INTERVENTI PREVISTI DAL PROGRAMMA Località indirizzo
Costo Opera €
 
1) Opere per il recupero sociale:  
 
- Riqualificazione, manutenzione e sistemazione esterna dell'Asilo Andersen asilo Andersen
417.297,17
- Manutenzione ordinaria e messa a norma impianti del Parco Vespucci parco Vespucci
92.962,24
- Costruzione centro sociale e di realizzazione di un Parco attrezzato via Tripoliparco Magellano
974.554,17
- Manutenzione ordinaria della scuola Gramsci via Gramsci
43.898,84
- Recupero e Manutenzione straordinaria pubblico edificio p.zza Costituente
142.025,65
- realizzazione centro sportivo q.re ATC
1.909.341,16
2) Opere per il recupero ambientale:  
 
- Copertura della bialera via Amati
715.809,26
- Riqualificazione piazza p.zza Cavour
160.618,10
- Sistemazione incrocio via S. Marchese/via Di Vittorio
154.937,07
- Integrazione impianti di illuminazione q.re ATC
7.746,85
- Rifacimento manto d'usura e marciapiedi via S. Marchese
146.157,30
3)Interventi residenziali:  
 
- Manutenzione straordinaria patrimonio edilizio A.T.C. (tetti, impianti idrici, rifacimento facciate) q.re ATC
5.140.295,52
 
Volvera - via Garibaldi
Mappa

Carta del programma: formato dwf - formato gif (Attenzione: il dato relativo al Finanziamento Regionale non risulta aggiornato all'attuale importo)

Scheda sintetica

L'area è situata alla periferia del Comune.
Comprende un quartiere popolare centrale (ex Fiat) costituito da 264 alloggi, 165 dei quali di proprietà dell'ATC (ex IACP).
La zona si presenta isolata, del tutto priva di servizi e con strutture precarie diffuse (orti, box per auto, ecc.), che sono abusivamente sorte nel tempo.
Oltre al degrado fisico degli edifici è evidente anche il degrado socio - ambientale. Ne segnalano la presenza fenomeni di microcriminalità e tossicodipendenza e l'alta percentuale di occupazione abusiva degli alloggi pubblici (datata anni 70). La percentuale di morosità è del 21,79%.
Il programma prevede la riqualificazione del quartiere e il superamento del suo attuale isolamento. Gli obiettivi sono perseguiti attraverso: opere di arredo urbano, di viabilità e di servizio e la manutenzione straordinaria degli edifici di proprietà dell' ATC. Sono previste inoltre attività "miste artigianali" (fondi comunitari), la costruzione di nuove residenze e nuove autorimesse, la ristrutturazione di altre sedi pubbliche già destinate a servizi ( ex scuola materna, scuola Campana e il centro sociale), la rilocalizzazione degli attuali orti urbani, la razionalizzazione della viabilità, la costruzione di nuove residenze, pari a circa 120 nuovi alloggi, 55 dei quali in "edilizia agevolata".
PIANO FINANZIARIO: L. 46.894.530.000 - € 24.219.003,55
FINANZIAMENTO CONCESSO: L. 6.804.999.983,92 - € 3.514.489,19

Scheda tecnica - Scarica la scheda tecnica di Volvera
 
COMUNE DI VOLVERA (TO)- AMBITO "VIA GARIBALDI"
 
AMBITO DI INTERVENTO:
L'area è situata alla periferia del Comune e comprende un quartiere popolare centrale (ex FIAT). L'intera zona si presenta isolata e del tutto priva di servizi.
SUPERFICIE TERRITORIALE DELL'AMBITO:
 
ALLOGGI TOTALI:
384
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOVVENZIONATA:
165
ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA:
55
VALORE COMPLESSIVO DEL PIANO FINANZIARIO:
€ 24.219.003,55
ENTITA' DEL FINANZIAMENTO CONCESSO:
€3.514.489,19
 
INTERVENTI PREVISTI DAL PROGRAMMA Località indirizzo
Costo Opera €
 
1) Opere per il recupero sociale:  
 
- Ristrutturazione del centro sociale via Garibaldi
51.645,69
- Ristrutturazione della scuola materna via Castagnole
92.962,24
- Sistemazione delle aree degli edifici scolastici via Garibaldi
103.291,38
- Recupero edificio scolastico in disuso via Garibaldi
38.734,27
- Sistemazione area S15 via Garibaldi
774.685,35
- Acquisizione area S15 via Garibaldi
495.798,62
- Rilocalizzazione degli attuali orti urbani (1/2 acquisizione area EO) strada Serafini
51.645,69
- Sistemazione aree EO (orti urbani) strada Serafini
77.468,53
- Razionalizzazione della viabilita' ambito PRU
712.710,52
2) Opere per il recupero ambientale:  
 
- Sistemazione della piazza del mercato via S. G. Bosco
180.759,91
3)Interventi residenziali:  
 
- Manutenzione straordinaria del patrimonio edilizio dell'ATC e privato via Garibaldi
1.449.968,24
- Costruzione autorimesse via Garibaldi
2.726.892,43
- Costruzione nuove residenze H/1 Cem / 2 - 3
5.777.086,87
- Costruzione nuove residenze H/2 area Ce2 via S. Rocco
2.378.800,48
4) Altri interventi:  
 
- Acquisizione area MA8 - DR per realizzare nuovo insediamento artigianale st.da Piossasco
1.120.711,47
- 1/1 area MA8 - DR st.da Piossasco
8.185.841,85
 

Torna su