In questa pagina:

Comunicazione di utilizzo acque reflue di cantina Reg. 10 R/2007

Accedi al servizio

Il servizio è soggetto ad autenticazione tramite username e password o certificato digitale o carta nazionale dei servizi o carta d’identità elettronica

Utenti del servizio

Il servizio si rivolge a:

  • i titolari/rappresentanti legali delle aziende vitivinicole e enologiche, che possono presentare le domande, dopo aver depositato e validato il fascicolo aziendale presso un CAA
  • i CAA che possono presentare le domande per le aziende che hanno conferito loro il mandato di assistenza
  • la Pubblica Amministrazione competente in materia

Presentazione

Le acque reflue di cantina, derivanti dal processo di vinificazione, sono soggette a depurazione obbligatoria. Il Regolamento regionale 10R/2007 e s.m.i. consente di smaltire le acque reflue di cantina, mediante uso agronomico in campo o utilizzo fitoiatrico. Per avvalersi di questa possibilità è necessario che il produttore comunichi alla Pubblica Amministrazione competente  il luogo, le quantità e le modalità di trattamento in campo.
L’uso agronomico delle fecce e delle vinacce deve essere comunicato all’ICQ almeno 4 giorni prima dello spandimento. La comunicazione deve essere fatta compilando il modulo allegato a DM 7407 del 4/8/2010
Il servizio consente la compilazione e l’invio on line delle comunicazioni di utilizzo delle acque reflue di cantina. Attraverso il servizio è possibile seguire l’iter della pratica.

Come presentare la comunicazione di utilizzo delle acque reflue di cantina

Le comunicazioni di utilizzo delle acque reflue di cantina possono essere presentate attraverso i Centri autorizzati di assistenza in agricoltura (CAA). Per presentare le comunicazioni in proprio occorre:

Torna su