In questa pagina:

Richiedi le tue credenziali SPID il Sistema Pubblico di Connettività che ti permette di accedere a Sistema Piemonte (per i servizi già abilitati) e a tutti i servizi della Pubblica Amministrazione Nazionale e Locale
Approfondisci

Valutazioni e adempimenti ambientali - FAQ

Accedi al servizio

Il servizio è soggetto ad autenticazione tramite certificato digitale

Per la corretta visualizzazione dell'istanza da firmare installare Adobe Reader 9.4 o versioni successive

FAQ

1. Qual è la differenza tra delega e procura speciale?

èl’autorizzazione ad operare ai soli fini della redazione dell’istanza. In caso di delega, l’istanza dovrà essere firmata dal rappresentante legale, o altro soggetto che ha un ruolo di responsabilità giuridica.
La procura speciale è quella definita ai sensi dell’art3, comma 1 lett. c) del d.p.r. 160/2010 e dell'articolo 1392 del “Codice civile”. La procura speciale conferisce ad un soggetto la facoltà di presentare e sottoscrivere un’istanza specifica.  Per questa ragione sul modulo scaricato dal sistema, che va compilato e sottoscritto da procuratore e dal/dai soggetti che conferiscono la procura,  è riportato il codice specifico dell’istanza che si sta presentando.

2. Dove scarico il modulo di delega?

Il modulo è disponibile in Documentazione richiesta -> Sezione generale al seguente link: http://www.sistemapiemonte.it/cms/privati/ambiente-e-energia/servizi/804-valutazioni-e-adempimenti-ambientali/3136-documentazione

3. Dove scarico il modulo di procura speciale?

Il modulo di procura è disponibile nella prima pagina della sezione "Dati Anagrafici" dell'istanza su cui si sta lavorando. Il pulsante per lo scarico è presente SOLO SE ci si è qualificati come "procuratore ai sensi del D.P.R. 160/2010, rispetto al soggetto per cui si sta redigendo l’istanza. Se il modulo non è presente, significa che evidentemente non ci si è accreditati con questo ruolo.

4. Richiesta AVG per trasferimento impianto – scelta della sede: devo presentare un’Istanza di Autorizzazione in Via Generale per un impianto/stabilimento che dev’essere trasferito, quale sede devo indicare?

Occorre indicare il comune e l’indirizzo della nuova sede, ovvero quella per cui si presenta l’istanza. L’indirizzo della sede di provenienza verrà chiesto quando si passerà alla compilazione del modulo dell’istanza.

5. Georeferenziazione sede operativa (impianto): quando è obbligatoria?

La georeferenziazione è obbligatoria nel caso in cui si stia presentando una domanda di Autorizzazione Unica Ambientale, o si stia compilando la richiesta dei titoli ambientali nel contesto dei procedimenti unici (Valutazione d’Impatto Ambientale, o richiesta ex. art. 12 del d.lgs. 387/2003). Una volta che la sede è stata selezionata, o inserita, non sarà possibile proseguire con la compilazione dati, finchè non saranno presenti le coordinate puntuali dell’impianto. Le coordinate possono essere già presenti a sistema, se la sede è stata censita in passato nell’anagrafica dei procedimenti ambientali, oppure possono essere inserite, utilizzando il modulo di georeferenziazione. In entrambi i casi è possibile la modifica delle coordinate.

6. Composizione Autorizzazione Unica Ambientale – georeferenziazione scarichi: quando è obbligatoria?

Sempre quando sono presenti scarichi precedentemente autorizzati, o da autorizzare, compresi nell’Autorizzazione Unica Ambientale, che si sta richiedendo. Gli scarichi vanno georiferiti anche se la richiesta di AUA comporta la prosecuzione senza modifiche di una precedente autorizzazione.

7. Modulo istanza - dati richiedente: aprendo il modulo dell’istanza, per la compilazione, vedo la sezione “Dati del richiedente” già compilata con i miei dati e non posso mettere quelli di chi presenta effettivamente l’istanza.

Questo accade perché, quando è stato inserito il soggetto richiedente (sede legale), nel campo “carica ricoperta” è stato scelto uno dei seguenti valori: rappresentante legale, titolare. Il campo in questione si riferisce alla carica ricoperta da colui che sta compilando l’istanza, rispetto al soggetto che la presenta. Perché i propri dati non compaiano, occorre scegliere il valore “delegato”, o “procuratore ai sensi del 160/2010.

8. Devo presentare un’istanza di Autorizzazione Unica Ambientale per la mia impresa (ad esempio azienda agricola) e non mi sembra pertinente la dicitura "scarichi industriali". Cosa devo indicare?

"Scarichi industriali" è una dicitura di sintesi. Quella corretta è riportata nel quadro di sintesi della versione finale del modulo: Scarichi di acque reflue di cui al capo II del titolo IV della sezione II della Parte terza del D.Lgs 03/04/2006, n. 152. Per ulteriori dettagli si può consultare la normativa di riferimento

9. AUA – messaggio di errore su selezione titolo scarichi. Ho selezionato il titolo scarichi e visualizzo il seguente messaggio: “Errore: per richiedere il titolo Scarichi industriali e` necessario effettuare prima la georeferenziazione degli oggetti”. Io però ho già effettuato la georeferenziazione. Cosa devo fare?

Quando si seleziona questo titolo, oltre all’impianto, è necessario georiferire tutti i punti di scarico presenti. (vedi FAQ numero 6). Attivare il tasto “indietro”, presente a fondo pagina, e portarsi in quella precedente in cui è presente il pulsante “georiferisci oggetti sul territorio”, per effettuare la georeferenziazione degli scarichi

10. Sto cercando d'inserire dei valori decimali, ma il modulo non accetta la virgola. Cosa devo fare?

L'inserimento dei valori decimali va fatto utilizzando il punto come carattere separatore (notazione americana). Quando ci si sposta di campo il modulo converte i punti in virgole. Ad esempio un valore inserito come 0.01 diventerà 0,01

11. Ho inserito un valore decimale, ma quando mi sposto di campo vedo un valore tipo: 1e-7 (anzichè 0.0000001). Cosa devo fare?

A partire dalla settima cifra decimale, e solo in fase di compilazione bozza, il modulo usa la notazione scientifica. Se ci si riporta sul campo, la cifra viene visualizzata in notazione classica. La notazione scientifica non viene utilizzata nella versione definitiva del modulo, ovvero del file pdf da scaricare e firmare

12. Ho predisposto un'istanza di AUA per scarico in pubblica fognatura. Come allegato obbligatorio viene chiesto "Attestato pagamento oneri istruttori", ma gli oneri devo pagarli ad autorizzazione rilasciata. Cosa devo fare?

Al posto degli oneri può caricare una dichiarazione del tipo: gli oneri saranno determinati e corrisposti ad autorizzazione rilasciata

13. Dichiarazione Requisiti soggettivi del gestore - Attività di recupero rifiuti pericolosi, non pericolosi e trattamento fanghi. Ho compilato un’istanza per uno di questi titoli in qualità di delegato, o procuratore, devo allegare la dichiarazione di possesso dei requisiti soggettivi rilasciata dal titolare/rappresentante legale?

Si, come previsto dal DM 5 febbraio 1998 (art. 10), è un allegato rilasciato dal titolare, o rappresentante legale, contenente la dichiarazione sostitutiva di certificazioni e di atto di notorietà resa ai sensi del D.P.R. 445/2000

14. Completa istanza – messaggio di errore. Ho attivato il pulsante “Completa istanza” e mi compare il seguente messaggio: Errore: per completare l'operazione è necessario inserire la marca da bollo nella scheda dei Dati Generali. Cosa devo fare?

Il controllo sulla presenza della marca da bollo viene fatto al termine della compilazione in quanto, se venisse attivato prima, sarebbe bloccante per proseguire con l’inserimento dati.  Per procedere attivare il tasto “indietro” a fondo pagina, riaprire la sezione dati generali e inserire il numero di marca da bollo a inizio sezione.
La marca da bollo deve essere sempre apposta, tranne nei casi in cui la pratica di AUA sia presentata congiuntamente ad altre richieste (ad esempio permessi edilizi, ecc), per cui è sufficiente una sola marca da bollo per tutto il fascicolo che perviene al SUAP. Nella sezione Dati generali si può spuntare l’opzione “bollo assolto in altro adempimento”.  L’opzione “esente da bollo” è pertinente solo alle istanze presentate dalla Pubblica Amministrazione

15. Invio istanza e documenti allegati: ho caricato l’istanza firmata a questo punto cosa devo fare?

Dipende da come il SUAP, che deve riceverla, è integrato con il presente sistema di composizione dell’istanza.
 Attualmente sono previsti i seguenti casi:
 SUAP che hanno accettato di ricevere l’istanza dal presente sistema.  Una volta che è stato attivato il pulsante “conferma invia istanza”, comparirà il messaggio:
L'istanza firmata è stata inviata al SUAP territorialmente competente. L'azienda riceverà una comunicazione via PEC attestante l'invio. E' possibile scaricare la ricevuta dell'invio dall'elenco sottostante
 Non è necessario fare altre operazioni e sarà disponibile e scaricabile la ricevuta d’invio.
SUAP non ancora integrati con il presente sistema.  Una volta che è stato attivato il pulsante “conferma invia istanza”, comparirà il messaggio:
L'istanza firmata è stata consolidata e non è più modificabile. E' necessario inoltrarla al SUAP territorialmente competente (D.P.R.160/2010), secondo le modalità da esso previste.
 In questo secondo caso è fondamentale far pervenire l’istanza firmata e tutti gli allegati al SUAP, secondo le modalità da esso previste. Per conoscere le modalità d’invio, si consiglia di consultare il portale Impresa in un giorno.

16. Invio istanza: ho confermato l’istanza, attivando la funzione “conferma e invia”, ma, tornando alla pagina di riepilogo, non è possibile scaricare la ricevuta dell’invio

Questo significa che il SUAP competente non è ancora integrato con il presente servizio d’invio. Occorrerà far pervenire l’istanza firmata e tutti gli allegati al SUAP, secondo le modalità da esso previste. Per conoscere le modalità d’invio, si consiglia di consultare il portale Impresa in un giorno. Per ulteriori chiarimenti leggere quanto riportato al quesito precedente.

 

Torna su