In questa pagina:

Osservatorio del commercio - Componente statistica

Accedi al servizio

Il servizio è ad accesso libero

Utenti del servizio

Pubblica amministrazione e Cittadini

Presentazione

Il servizio, ad accesso libero,  consente la consultazione, l’analisi e lo scarico in locale di statistiche sulla consistenza e sulla dinamica della rete distributiva della Regione a partire dall’anno 2005.

La fonte dei dati è il questionario on line “Rilevazione Rete Distributiva”, curato dall’Osservatorio commercio della Regione Piemonte, che viene compilato con cadenza annuale da tutti i comuni piemontesi.

I dati riguardano:

  • Esercizi commerciali (esercizi di vicinato, medie strutture di vendita, grandi strutture di vendita, centri commerciali);
  • Altre attività di commerciali (monopoli, farmacie, distributori carburante, edicole);
  • Esercizi di somministrazione (esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, circoli privati, agriturismi);
  • Commercio su area pubblica (mercati, posteggi isolati)


Per le medie e grandi strutture di vendita e per i centri commerciali è disponibile, oltre alla consistenza numerica,  anche la superficie di vendita.

Il servizio restituisce informazioni aggregate per tipologia d’esercizio, settore merceologico e  ambito territoriale, fino al dettaglio comunale.
I dati sono presentati al 1° gennaio dell’anno di rilevazione, i dati di variazione si riferiscono all’anno precedente
I dati sono disponibili in serie storica dal 2005.


AVVERTENZA GENERALE:
La rilevazione prevede che gli uffici comunali segnalino sia la situazione con riferimento alla fine dell’anno d’indagine sia le eventuali variazioni effettivamente avvenute a prescindere dal dato relativo all’anno precedente. Pertanto in presenza di dati storici non correttamente segnalati dai comuni, non vale la regola secondo la quale il dato di consistenza a fine anno si ottiene sommando al dato di consistenza dell’anno precedente le nuove aperture e sottraendo le cessazioni verificatesi nel corso dell’anno.
 
AVVERTENZA PER TORINO CITTA’:
Il dato di variazione degli esercizi della città di Torino risente del fatto che gli uffici comunali non dispongono del dato completo delle cessazioni in quanto non sempre gli operatori, benché tenuti per legge, segnalano loro la chiusura.
A partire dalla rilevazione 2013 ed al fine di ovviare a questo inconveniente, l’Osservatorio regionale del commercio ha analizzato il dato di dinamica degli esercizi di vicinato del capoluogo mettendo in relazione i dati amministrativi delle autorizzazioni commerciali del comune e i dati delle iscrizioni e delle cancellazioni registrati presso la Camera di Commercio.
L’analisi ha consentito la risoluzione di buona parte delle discordanze che tuttavia rimangono nel caso di indagini riferite agli anni precedenti il 2013.

Torna su