In questa pagina:

Da mercoledì 6 dicembre (fino all’8 gennaio) è aperta al pubblico la mostra “I volti dell’alienazione” presso la Sala Classica della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino. Si tratta di quaranta disegni e settanta studi dell’artista e designer vercellese Roberto Sambonet, realizzati tra il 1951 e il 1952 nel manicomio civile e criminale di Juqueri, a cinquanta chilometri da San Paolo in Brasile, che all’epoca ospitava circa quindicimila pazienti. I lavori raccontano e indagano il fenomeno del disagio mentale in una struttura di contenzione.

Fino al 31 gennaio 2018 università, enti e istituti di ricerca pubblici e privati possono partecipare alla prima Call for Ideas del CSI Piemonte, in collaborazione con l’Istituto Superiore Mario Boella. Obiettivo della Call è far emergere idee e approcci innovativi che applichino l’ICT a due temi strategici per le attività del Consorzio:

  • salute
  • cultura e competenze digitale.

Con gli hashtag #uomoimparaperdere e #nemmenoconunfiore ha preso il via lo scorso 25 novembre la terza campagna sociale del Consiglio regionale, dedicata alla prevenzione e al contrasto della violenza di genere.

Verrà realizzato a Torino il Parco della Salute, della Ricerca e dell’Innovazione e si provvederà alla rifunzionalizzazione degli ospedali Molinette, Sant’Anna e Regina Margherita, di futura dismissione: il 15 novembre scorso è stato sottoscritto l’accordo di programma promosso dalla Regione Piemonte, con la Città di Torino, l’Università degli Studi di Torino, l’azienda ospedaliera-universitaria Città della Salute e la Società F.S. Sistemi Urbani.

Fino al 18 marzo 2018 il palazzo dell’Accademia delle Scienze di Torino ospita “L’infinita curiosità. Un viaggio nell’universo in compagnia di Tullio Regge”.
Si tratta di una mostra promossa nell’ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, che propone un viaggio ideale nell’universo, dall’immensamente grande all’estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea.

Tra 26 e il 27 ottobre Torino ospiterà (insieme ad altre 112 città in 44 Paesi di tutto il mondo) Climathon 2017, la maratona sull'ambiente promossa da Climate-KIC, il più grande partenariato europeo sulla mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici.

A Torino ci sono circa 160 mila piante, grazie alle quali la città si è posizionata come unica metropoli italiana tra le più green del mondo, secondo i dati del sito Treepedia del Senseable City Lab del MIT di Boston.
Ma controllare e curare tutto questo verde non è facile e per dare una mano ai tecnici comunali, CSI Piemonte ha progettato il software Albera.To, avviato meno di un anno fa, che permette di gestire, uno per uno, tutti gli alberi di proprietà del Comune di Torino - per la maggior parte platani, tigli, bagolari, aceri e ippocastani.

Tra il 3 e il 5 novembre Torino ospiterà la ventiquattresima edizione di Artissima, la fiera internazionale di arte contemporanea, nello spazio dell’Oval, un padiglione di vetro costruito per i Giochi Olimpici Invernali nel complesso di archeologia industriale del Lingotto.
L’esposizione vedrà la partecipazione di circa 700 artisti provenienti da 31 Paesi, per un totale di oltre 2.000 opere in mostra, divise in sette sezioni.

Fabbriche aperte 2017

I prossimi venerdì e sabato 27 e 28 ottobre è possibile scoprire le realtà industriali del territorio grazie all’iniziativa Fabbriche aperte 2017, organizzata da Regione Piemonte.
Metalmeccanica, automotive e tessile sono attualmente i settori più rappresentati per un totale, non ancora definitivo, di 80 aziende partecipanti e di 87 stabilimenti visitabili (le imprese eventualmente interessate hanno ancora qualche giorno di tempo per aderire alla manifestazione).

Lunedì 25 settembre, dalle 10, CSI Piemonte organizza, presso la propria sede (in corso Unione Sovietica 216) un incontro dedicato al nuovo regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR – General Data Protection Regulation), che avrà piena applicazione dal 25 maggio 2018 in tutti i paesi dell'Unione Europea, con importanti impatti sulla vita degli enti pubblici e delle imprese, dal punto di vista tecnologico e organizzativo.

OPERA Project

Risparmiare energia è l’obiettivo primario del progetto europeo OPERA (LOw Power heterogeneous architecture for nExt generation of smaRt infrastructure and platforms in industrial and societal Applications), finanziato dal Programma Quadro Europeo per la Ricerca e l'Innovazione Horizon 2020 (H2020) dell’Unione Europea.