In questa pagina:

A fine ottobre la Commissione europea ha dato il via libera al nuovo Programma di sviluppo rurale (Psr) della Regione Piemonte, che permetterà di investire, fino al 2020, 1,09 miliardi di euro, di cui 471 milioni di euro di fondi Ue e 622 di cofinanziamento nazionale.

Ben 3900 imprenditori agricoli riceveranno aiuti per l’ammodernamento delle loro aziende e 1200 giovani agricoltori si vedranno riconoscere un sostegno per l’insediamento iniziale e l’adeguamento strutturale delle aziende.

Il 33% della somma è destinata alla valorizzazione degli ecosistemi in agricoltura e silvicoltura, con oltre 360 milioni. Quasi un quarto sarà indirizzato a dare più competitività e redditività alle aziende agricole, oltre che per una gestione sostenibile delle foreste, per un totale di quasi 270 milioni. Un altro 15% va alle iniziative per inclusione sociale, riduzione della povertà e sviluppo economico nelle zone rurali, mentre quasi 163 milioni è il budget per attività mirate all'organizzazione della filiera alimentare.