In questa pagina:

Il CSI-Piemonte ha avviato nel 2013 una fase sperimentale del telelavoro a cui è seguita, a luglio 2015, la sottoscrizione di un accordo sindacale con le RSU aziendali,

e oggi questi sono i numeri:

  • 57 telelavoratori
  • oltre 500mila chilometri di strada in meno percorsi
  • 83mila kg di anidride carbonica risparmiati, equivalenti a oltre 4mila alberi.

Le persone coinvolte nel progetto, appartenenti a posizioni organizzative diverse, si sono proposte su base volontaria. Per favorire il loro lavoro il CSI ha garantito la connessione di rete, puntando anche su tecnologie innovative come il virtual desktop e realizzando un forum per favorire lo scambio di esperienze e opinioni.

Il telelavoro ha portato un aumento di autonomia e responsabilizzazione personale, migliorando l'engagement, la motivazione e la disponibilità, grazie anche a una maggiore flessibilità nella gestione del tempo.
Il risultato più importante è un'azienda più vicina alle esigenze dei propri dipendenti.