In questa pagina:

A partire da settembre anche all’ospedale Maggiore di Novara avrà il via il progetto di ricerca “Proteus Donna”, già attivo in diversi centri piemontesi: Torino, Biella, Verbania, Domodossola, Chieri, Carmagnola e Moncalieri.

Il progetto è finalizzato al miglioramento della diagnosi precoce del tumore al seno e ha l’obiettivo di mettere a confronto gli esiti della mammografia tridimensionale con quelli della mammografia tradizionale (a due dimensioni).

Coinvolgerà un totale di 92mila donne sui vari centri partecipanti, si colloca nell’ambito del programma regionale di screening "Prevenzione Serena" e si rivolge alle donne tra i 46 e i 68 anni di età, invitate a effettuare l’esame tramite lettera.

La partecipazione al programma è completamente gratuita.