In questa pagina:

A luglio di quest’anno la nuova Carta di Identità Elettronica (CIE) era già disponibile in 200 comuni, con circa 55.000 carte emesse.

Il documento elettronico è completamente diverso sia per il processo di realizzazione e distribuzione che per le informazioni che contiene. Il supporto fisico, inoltre, è stato realizzato adottando gli standard internazionali in materia di documenti di sicurezza e di documenti di viaggio.

Una delle novità principali della CIE è poi legata alla sua piena integrazione con le anagrafi comunali. Il software predisposto dal Poligrafico per l'emissione della carta ha infatti una parte configurabile che può essere integrata con i dati demografici di ogni città (in attesa che il tutto sia integrabile con l'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente, non ancora attiva).

Per ottenere la nuova CIE è necessario:

  • collegarsi al sito www.cartaidentita.interno.gov.it e prenotare un appuntamento
  • recarsi all'anagrafe per fare la richiesta vera e propria, che verrà inviata al Poligrafico
  • attendere che il documento arrivi a casa o ritirarlo presso il Comune.

Dall'avvio del servizio a Torino, il 4 ottobre scorso, sono già state richieste 534 carte e registrati ulteriori 454 appuntamenti.