In questa pagina:

Lo scorso fine settimana TOP-IX ha ospitato un Hackathon di approfondimento sul progetto Migrathon, che mira alla realizzazione di una App Open Source e di strumenti digitali dedicati ai migranti interni dell'Africa Occidentale.

Infatti, una volta intrapreso il deserto, i migranti sono vulnerabili e oggetto di tratta e di tortura sia nelle prigioni libiche che nel tratto del mar Mediterraneo. La quasi totalità degli intervistati ammette di aver intrapreso il viaggio senza un livello di informazioni adeguate, soprattutto riguardo i rischi di tratta e tortura.

Due gli obiettivi principali:

  • informare le comunità locali in Senegal, Guinea e Guinea Bissau sui rischi della migrazione irregolare e sui servizi di protezione sociale presenti sul territorio
  • promuovere la conoscenza di iniziative di cooperazione volte a creare competenze e opportunità di lavoro in loco.

La App, oltre ad essere fruibile da parte dei migranti tramite telefono e implementabile nei contenuti da loro stessi e dalle associazioni del territorio, deve essere utilizzabile come piattaforma per ONG e altre istituzioni attive nella cooperazione volta a favorire lo sviluppo locale.

Per maggiori informazioni: http://www.migrathon.org/