In questa pagina:

A Torino ci sono circa 160 mila piante, grazie alle quali la città si è posizionata come unica metropoli italiana tra le più green del mondo, secondo i dati del sito Treepedia del Senseable City Lab del MIT di Boston.
Ma controllare e curare tutto questo verde non è facile e per dare una mano ai tecnici comunali, CSI Piemonte ha progettato il software Albera.To, avviato meno di un anno fa, che permette di gestire, uno per uno, tutti gli alberi di proprietà del Comune di Torino - per la maggior parte platani, tigli, bagolari, aceri e ippocastani.

Albera.To lavora scambiando dati con il SIT (Sistema Informativo Territoriale) della Città e con la sua cartografia tecnica (BDT) e permette l'acquisizione in mobilità delle informazioni derivanti dai circa 30.000 controlli fitostatici effettuati ogni anno. Proprio in questi mesi sta proseguendo la fase di popolamento della banca dati, condotta da utenti comunali e professionisti sul territorio, per recuperare tutte le informazioni storiche rilevanti e acquisire i dati delle analisi di stabilità. Inoltre, una funzione aggiunta di recente è la possibilità di inserire gli incidenti, con informazioni su date, danni, condizioni meteo che ne sono state causa.