In questa pagina:

Lo scorso 11 gennaio si è svolto a Torino un incontro, organizzato dalla Regione Piemonte, con i sindaci dei Comuni interessati alla prima fase degli interventi per la posa della banda ultralarga nelle aree cosiddette “a fallimento di mercato”, che inizieranno tra maggio e giugno 2018.

Durante l’incontro i rappresentanti di Open Fiber, aggiudicatario della gara, di Infratel e i funzionari regionali hanno illustrato il quadro degli interventi e fornito i chiarimenti di tipo tecnico e amministrativo.

Un po’ di numeri del progetto: i Comuni coinvolti sono 132 e raggruppano complessivamente quasi 300.000 abitanti. I lavori hanno un importo di 484 milioni di euro, di cui 284 di finanziamento pubblico (195 del Fondo di sviluppo e coesione, 44,3 del Fondo europeo di sviluppo regionale, 45,6 del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale) e 200 di investimenti privati. La rete realizzata sarà data in concessione per 20 anni all'aggiudicatario e rimarrà di proprietà pubblica.