In questa pagina:

È aperta la terza edizione di That's a Mole!, il bando di illustrazione ideato per promuovere le più svariate, creative ed artistiche interpretazioni visive del monumento simbolo della Città di Torino: la Mole Antonelliana.

Buone notizie per quel che riguarda il mercato del lavoro in Piemonte: i dati relativi al 2015, resi noti dall’Istat lo scorso 10 marzo, mettono in evidenza un aumento di 26.000 occupati e una flessione di 21.000 disoccupati, stimati nell’ultimo anno in 205.000 unità.

È on line "I giornali del Piemonte", l'archivio digitale liberamente fruibile che raccoglie più di cento periodici piemontesi. Si tratta di uno strumento in continua crescita capace di raccontare in rete la storia del territorio piemontese.

Da qualche giorno è possibile ricevere in tempo reale sul proprio telefonino l'orario di passaggio in fermata di tram e autobus.

Le famiglie degli studenti residenti in Piemonte, fino al prossimo 5 maggio, possono richiedere i contributi regionali per gli assegni di studio e quelli statali per i libri di testo.

Progetto Recupero - Riciclo Garantito è lo studio permanente avviato da Regione Piemonte per verificare che tutti i rifiuti delle raccolte differenziate siano effettivamente recuperati.

La trasformazione di Torino nel corso degli anni è sotto gli occhi di tutti, ma all'Urban Center di piazza Palazzo di Città è ora possibile cambiare punto d'osservazione.

L’Azienda Ospedaliera Mauriziano di Torino è il primo ospedale con tutti i servizi completamente on line (www.mauriziano.it).

Piemonte Informa, l'agenzia di notizie quotidiana on line di Regione Piemonte, a dicembre scorso ha cambiato veste.

Tra le principali novità:

Per celebrare il 27 gennaio, Giorno della memoria in commemorazione delle vittime dell’Olocausto, si svolgeranno sul territorio tornese numerosi eventi.

"Non esiste la soluzione, ma esistono più soluzioni".

È questo il motto alla base della visione di accoglienza di Regione Piemonte. Un sistema, quello piemontese, che passo dopo passo sta mutando da emergenziale a strutturale.