In questa pagina:

Richiedi le tue credenziali SPID il Sistema Pubblico di Connettività che ti permette di accedere a Sistema Piemonte e a tutti i servizi della Pubblica Amministrazione Nazionale e Locale
Approfondisci

Contributi per il diritto allo studio - Supporto

Accedi al servizio

Il servizio è soggetto ad autenticazione tramite username, password e PIN o certificato digitale.

Accedi al servizio

Accesso con credenziali SPID: il nuovo sistema di autenticazione che permette a cittadini e imprese di accedere ai servizi online con un'identità digitale unica.
Al momento solo alcuni servizi della PA piemontese sono accessibili tramite credenziali SPID

Supporto

  1. FAQ - Tematiche normative di carattere generale
  2. FAQ - Tematiche tecniche di utilizzo dell'applicativo di presentazione delle domande di contributo
  3. FAQ - Prerequisiti tecnici
  4. Credenziali di accesso per presentare la domanda      
  5. FAQ - Apertura-salvataggio modulo
  6. FAQ - Compilazione campi del modulo
  7. FAQ - Invio modulo

1. FAQ - TEMATICHE NORMATIVE DI CARATTERE GENERALE

Si riportano di seguito le risposte alle domande più frequenti (FAQ) per quanto riguarda l'utilizzo della procedura on line per la parte normativa e di carattere generale

I bandi si riferiscono al prossimo anno scolastico 2020/2021, quello a cui sono attualmente iscritti gli studenti e che inizierà a settembre 2020;

Dopo l'accesso con le credenziali per presentare la domanda è obbligatorio indicare:

a) una casella di posta elettronica valida per:

- ricevere informazioni in merito all'esito dell'istruttoria per l'assegnazione del voucher;

- invio del PIN ai beneficiari, per poter utilizzare il voucher, da parte del gestore del servizio;

- recupero del PIN tramite il sito https://beneficiari.edenred.it/web/ticketservice/recuperapin

Si precisa che, per le informazioni di cui sopra, verranno fornite esclusivamente alla casella di posta indicata nella domanda, non saranno quindi prese in considerazione indirizzi di posta elettronica differenti.

b) un numero di telefono cellulare valido.

I voucher "iscrizione e frequenza" oppure "libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all'istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa e trasporti" sono destinati a studenti che risultino:

a) iscritti per l'anno scolastico 2020/2021 a scuole primarie, secondarie di primo o secondo grado statali o paritarie appartenenti ad Istituzioni scolastiche facenti parte del sistema nazionale di istruzione o a corsi di formazione professionale organizzati da agenzie formative accreditate ai sensi della legislazione vigente e finalizzati all'assolvimento dell'obbligo;

b) che non abbiano gia' conseguito un titolo di studio di scuola secondaria e in ogni caso entro i 21 anni compiuti alla data di pubblicazione del bando);

c) che debbano assolvere il Diritto-Dovere all'istruzione e alla formazione, ovvero conseguire un Diploma o una qualifica professionale triennale;

d) il cui nucleo familiare di appartenenza abbia un indicatore della situazione economica equivalente in corso di validità (I.S.E.E. anno 2020) non superiore ad euro 26.000,00. Il valore I.S.E.E. non dovrà essere indicato dal richiedente. La Regione Piemonte acquisirà, direttamente le attestazioni I.S.E.E. presente nella banca dati INPS alla data 15 giugno 2020.

Il contributo statale per la fornitura di libri di testo concorre all'ammontare complessivo dei voucher finalizzati all'acquisto di "libri di testo, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporti".

Per il "Voucher iscrizione e frequenza" è possibile dichiarare la volontà di utilizzare parte del contributo di iscrizione per l'acquisto dei libri di testo (importo di 150,00 euro per la scuola secondaria di primo grado e 250,00 euro per la scuola secondaria di secondo grado) per le famiglie con un ISEE non superiore a euro 15.748,78.

I bandi, che stabiliscono i requisiti e le informazioni in merito all'assegnazione dei voucher per l'anno scolastico 2020/2021, sono pubblicati al sito internet della Regione Piemonte: https://www.regione.piemonte.it/web/temi/istruzione-formazione-lavoro/istruzione/voucher-scuola

Il voucher è un "buono virtuale", che corrisponde ad un determinato importo in denaro.
Ci sono due tipi di voucher:

  • Voucher iscrizione e frequenza (A) per pagare le rette di iscrizione e frequenza delle scuole paritarie;

(non può essere utilizzato, ad esempio, per il pagamento delle attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa).

Dall'anno 2019/2020 il voucher è comprensivo del contributo statale previsto dall'articolo 27 della l. 448/1998 relativo alla fornitura gratuita, totale o parziale, dei libri di testo. Dall'anno 2020/2021 esiste la possibilità di dichiarare la volontà di utilizzare parte del contributo di iscrizione per l'acquisto dei libri di testo, (importo di 150,00 euro per la scuola secondaria di primo grado e 250,00 euro per la scuola secondaria di secondo grado) per le famiglie con un ISEE non superiore a euro 15.748,78.

Oppure

  • Voucher libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all'istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporti (B) e può essere utilizzato per:
    - libri di testo nuovi o usati, cartacei o digitali, vocabolari, libri di narrativa, anche in lingua straniera, consigliati dalle scuole;
    - materiali specifici finalizzati alla didattica che sostituiscono o affiancano il libro di testo per gli allievi disabili, con disturbi specifici di apprendimento (DSA) o con esigenze educative speciali (EES)
    - hardware: PC, Tablet, lettori E-book, stampanti
    -software: programmi e sistemi operativi ad uso scolastico anche per gli allievi disabili, con disturbi specifici di apprendimento (DSA) o con esigenze educative speciali (EES)
    - materiale per archiviazione di dati: chiavette USB, CD ROM,
    Memory card, hard disk esterni
    - calcolatrici elettroniche
    - materiale per disegno tecnico, escluso il materiale di consumo
    - materiale per disegno artistico, escluso il materiale di
    consumo
    - strumenti di protezione individuale ad uso laboratoriale
    - strumenti musicali richiesti dalle scuole per attività didattica
    - attività volte all'arricchimento dell'offerta formativa incluse nei Piani dell'offerta formativa dell'Istituzione scolastica, comprese le visite di istruzione
    - contributo scolastico volontario
    - trasporti: titoli di viaggio utilizzati dagli studenti per il trasporto scolastico
    Il voucher è comprensivo del contributo statale previsto dall'articolo 27 della l. 448/1998 relativo alla fornitura gratuita, totale o parziale, dei libri di testo.

Può presentare la domanda:

  • uno dei genitori dello studente, appartenente al nucleo familiare dello studente
  • il legale rappresentante dello studente minorenne
  • lo studente maggiorenne

Nel caso in cui i due genitori presentino domanda per lo stesso figlio, verrà presa in considerazione solo l'ultima domanda correttamente trasmessa per ultima.

La domanda può essere scaricata solamente dal richiedente che compila, sotto la propria responsabilità, il modulo. La domanda viene infatti precompilata con i dati anagrafici del Richiedente, presenti nel certificato digitale che il Richiedente ha utilizzato per effettuare l'accesso alla procedura.

Si ricorda che una domanda compilata con l'utilizzo della credenziale equivale ad una domanda firmata dal Richiedente della domanda stessa che autocertifica, sotto la propria responsabilità anche penale, la correttezza dei dati inseriti.

La domanda può essere inviata solamente dal Richiedente che compila sotto la propria responsabilità il modulo. Si ricorda che una domanda compilata con l'utilizzo della credenziale autocertifica, sotto la propria responsabilità anche penale, la correttezza dei dati inseriti.

Se un modulo riferito ad uno stesso studente viene inviato più volte nel corso del periodo di apertura del bando, verrà preso in considerazione soltanto quello correttamente trasmesso per ultimo.

Non è necessario né possibile richiedere l'annullamento di una domanda inviata.
Nel caso il richiedente si accorga di aver commesso errori su una domanda già trasmessa, è sufficiente ripresentare una nuova domanda, contenente le informazioni corrette.
Per il medesimo studente viene infatti preso in considerazione soltanto il modulo correttamente trasmesso per ultimo.

La domanda può essere compilata esclusivamente accedendo all'applicazione disponibile sul sito Sistema Piemonte (www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio) Dopo l'accesso, il richiedente dovrà:

  • scaricare il modulo unificato di richiesta contributi per il diritto allo studio anno scolastico 2020/2021 (tramite la funzione download)
  • salvare il relativo file sulla postazione
  • compilarlo elettronicamente utilizzando esclusivamente il software (gratuito) Adobe Reader 9 (o versioni successive)
  • validarlo, pena esclusione, attraverso il pulsante "VALIDA"
  • trasmetterlo (tramite la funzione upload) previo nuovo accesso con le modalità già utilizzate.

Le informazioni circa i requisiti per l'ammissione ai benefici sono disponibili nell'area "Istruzione" del sito istituzionale della Regione Piemonte dove sono inoltre consultabili:

  • il Bando per l'assegnazione del voucher iscrizione e frequenza (anno scolastico 2020/2021)
  • il Bando per l'assegnazione del voucher libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all'istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporto scolastico (anno scolastico 2020/2021)

Perché la domanda venga ammessa ad istruttoria, il richiedente deve dotarsi dell'ISEE 2020 (Isee ORDINARIO o Isee MINORENNI, nei casi previsti dalla legge – di norma, se lo studente minorenne per cui è richiesto il voucher è figlio di genitori non coniugati tra loro e non conviventi).

Le domande relative a studenti il cui nucleo familiare sia privo di ISEE 2020 o non rilasciato alla data del 30 giugno 2020 non saranno ammesse ad istruttoria.

L'ISEE 2019 o di anni precedenti non sono considerati validi.

Nella domanda non dovrà essere indicato il valore ISEE posseduto. La Regione Piemonte acquisirà, direttamente le attestazioni I.S.E.E. presente nella banca dati INPS alla data 30 giugno 2020.

Il nucleo familiare di riferimento e la situazione economica sono quelli determinati secondo le disposizioni del D.P.C.M. 5 dicembre 2013 n. 159 e del Decreto Interministeriale del 1 giugno 2016.

Con l'invio del modulo, il richiedente autorizza la Regione Piemonte ad acquisire direttamente l'attestazione ISEE 2020 in corso di validità. (Isee ORDINARIO o Isee MINORENNI, nel caso in cui lo studente minorenne per cui è richiesto il voucher sia figlio di genitori non coniugati tra loro e non conviventi). La Regione Piemonte acquisirà l'ISEE dalla banca dati INPS alla data del 30 giugno 2020.

E' possibile presentare la domanda anche nel caso in cui non si sia sicuri che il proprio ISEE rientri nei limiti previsti. Qualora il valore ISEE del nucleo familiare dello studente sia superiore ai limiti previsti, la domanda non sarà comunque ammissibile.

Il richiedente deve presentare una domanda di assegnazione del voucher per ciascun figlio/studente.
Non è possibile richiedere per lo stesso studente entrambi i voucher, neppure nel caso in cui vengano presentati due moduli distinti: in tale ipotesi verrà presa in considerazione esclusivamente l'ultima domanda correttamente inviata.
In presenza dei requisiti richiesti la domanda di assegnazione del voucher si considererà presentata anche per l'accesso alle borse di studio statali previste dall'art.9 del D.Lgs 63/2017.

I beneficiari (coloro cioè il cui nome sarà inserito nell'elenco delle domande ammesse e finanziate) riceveranno un sms o una mail dal gestore del servizio con l'indicazione dell'effettiva attivazione del voucher e con il valore dello stesso.
Per fruirne dovranno semplicemente presentarsi nella scuola frequentata dal figlio, oppure presso gli esercizi commerciali convenzionati, muniti di tessera sanitaria-carta nazionale dei servizi: la scuola o l'esercente scalerà dal conto virtuale dell'utente l'esatto importo relativo al pagamento della retta scolastica o all'acquisto di libri, materiale didattico o strumenti tecnologici.
L'elenco degli esercizi presso i quali è possibile spendere il voucher è disponibile sul sito della Regione Piemonte e sul portale del gestore. La "rete" dei punti convenzionati è costantemente implementata.

Voucher iscrizione e frequenza NON potrà essere utilizzato:

  • per l'acquisto di servizi resi dall'Istituzione scolastica diversi dalla retta di iscrizione e frequenza (mensa, riscaldamento, assicurazione, ecc.)
  • per il pagamento delle tasse scolastiche
  • per il pagamento del contributo volontario richiesto dall'Istituzione scolastica
  • per il pagamento di servizi, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all'istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporto scolastico.

Il voucher libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all'istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporto scolastico NON potrà essere utilizzato:

  • per l'acquisto di cancelleria e, in generale, di altri beni di consumo
  • per l'acquisto di smartphone e altro materiale tecnologico che non sia funzionale all'istruzione
  • per il pagamento della mensa, del riscaldamento, dell'assicurazione e degli altri servizi resi dall'Istituzione scolastica al di fuori delle attività integrative incluse nel POF, ivi comprese eventuali rette per la frequenza scolastica.
  • per le spese da sostenere per il trasporto scolastico diverse dall'acquisto dei titoli di viaggio (ad esempio, la benzina)

In generale, il voucher per il diritto allo studio NON potrà poi essere convertito, in altra tipologia di "buono" (ad esempio, per l'acquisto di generi alimentari), né utilizzato per acquisti con finalità diverse dal diritto allo studio.

Se il bando è ancora aperto, il richiedente deve trasmettere un nuovo modulo di domanda che riporti i dati anagrafici aggiornati. Dopo la chiusura del bando, non sono ammesse eventuali variazioni di dati anagrafici.

Se lo studente è residente in Piemonte ma è iscritto ad una scuola che non ha sede nella Regione Piemonte, è possibile chiedere l'assegnazione del voucher 2020/2021 solo se è previsto che lo studente pendolare, al termine delle lezioni, rientri quotidianamente alla propria residenza in Piemonte.

Dopo la chiusura del bando, la Regione effettuerà l'istruttoria delle domande ricevute.
Al termine dell'istruttoria, saranno approvate due distinte graduatorie, una per il voucher "iscrizione e frequenza", l'altra per il voucher "libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all'istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporti".
Il voucher per il diritto allo studio 2020/2021 sarà assegnato entro l'avvio del nuovo anno scolastico 2020.

Il voucher per il diritto allo studio potrà essere utilizzato fino al  30 giugno 2021

A partire dal 1 luglio 2021, le somme residue non potranno più essere utilizzate ed il beneficiario non avrà diritto ad alcun rimborso in denaro.

Dopo la chiusura del bando, se la classe o la scuola effettivamente frequentate dallo studente nell’anno scolastico 2020/2021 sono diverse da quelle dichiarate nella domanda di assegnazione del voucher, il richiedente ha l’onere di comunicarlo immediatamente e alla Regione Piemonte – Direzione Coesione Sociale – Settore Politiche dell’Istruzione:

Anche l’interruzione della frequenza scolastica deve essere comunicata immediatamente.

Nel caso in cui la Regione verifichi che, in mancanza di una comunicazione da parte del richiedente, lo studente sta frequentando una scuola di grado inferiore rispetto a quella a cui ha dichiarato di essere iscritto o che non sta frequentando alcuna scuola sarà tenuto alla restituzione delle somme eventualmente già spese, ferme restando le ulteriori responsabilità (penali).

Nella comunicazione è indispensabile indicare i dati del soggetto che ha presentato la domanda di assegnazione del voucher (Nome, Cognome e Codice Fiscale) e quelli dello studente per cui è stato richiesto il voucher (Nome, Cognome e Codice Fiscale).

Gli strumenti da disegno (goniometri, squadrette, compassi) sono materiale didattico per eccellenza e quindi rientrano nel voucher materiale didattico.
Non sono acquistabili invece i beni di consumo (per es. matite, penne, quaderni, ecc.).

IV e V ginnasio corrispondono al primo biennio del liceo, pertanto, deve essere inserito il 1° anno per il IV ginnasio ed il 2° anno per il V ginnasio.

2. FAQ - TEMATICHE TECNICHE DI UTILIZZO DELL'APPLICATIVO DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO

Si riportano di seguito le risposte alle domande più frequenti (FAQ) per quanto riguarda la parte tecnica e di supporto alla compilazione del modulo e l'utilizzo della procedura on line.
In caso di ulteriori necessità informative, consultare la documentazione informativa alla pagina www.sistemapiemonte.it/assegnistudio oppure rivolgersi al numero verde regionale 800-333-444.

3. FAQ PREREQUISITI TECNICI

NO, non è possibile utilizzare la procedura di presentazione domande on line attraverso dispositivi mobile (Smartphone o Tablet Android/Apple/ecc.).

Ai fini della presentazione on line delle domande di contributo è necessario disporre di un Personal Computer nelle configurazioni indicate nel Manuale Operativo (vedasi anche FAQ successiva).

In tabella sono riportate le configurazioni di sistema degli ambienti operativi censiti compatibili e correntemente di maggior diffusione.

Sistema Operativo Navigatore Internet Visualizzatore PDF
Windows 10
  • Edge
  • Internet Explorer 11
  • Chrome
  • Firefox  43
  • Firefox ESR
  • Opera 15

Adobe Reader DC

Windows 8, 8.1
Windows 7
Windows Vista
Windows XP

  • Internet Explorer 9, 10, 11
  • Chrome
  • Firefox 12 – 43
  • Firefox ESR
  • Opera 12
Adobe Reader 9.x , X, XI, DC

Mac OSX 10.11(*)

(El Capitan)
  • Safari 9
  • Firefox
  • Chrome
Adobe Reader DC
OS Linux**
  • Firefox
Adobe Reader 9.x

NOTE:
* Per i possessori di sistemi Apple Mac OSX precedenti alla release 10.11 è raccomandato l'uso di Safari nonché browser di ultima generazione equivalente ed Adobe Reader a partire dalla release 9.x, X, XI (o successive a seconda della disponibilità e compatibilità con il proprio ambiente).

** Per i possessori di sistemi OS Linux è raccomandato l'uso di Firefox o browser di ultima generazione equivalente ed Adobe Reader a partire dalla release 9.x (o successive ove disponibili).

Si, deve essere presente ed installato Adobe Reader 9 (versione 9.4 o successiva).

Se sul Personal Computer non fosse installato Adobe Reader o questo fosse di una versione precedente alla 9.4, è possibile installarlo accedendo al link:

https://get.adobe.com/it/reader/

In automatico il sito identificherà il sistema operativo del Personal Computer utilizzato e proporrà la versione aggiornata più adeguata.

Il Richiedente accede all'applicazione attraverso la pagina di Sistema Piemonte "Contributi per il Diritto allo Studio" per l'autenticazione e l'accesso al servizio applicativo, il cui link è: www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio.

4 CREDENZIALI DI ACCESSO PER PRESENTARE LA DOMANDA

E' possibile utilizzare, alternativamente:

  • le credenziali SPID rilasciate dagli Identity Provider accreditati da AgID. L'elenco di tali Provider è consultabile sul sito AgID . Per maggiori informazioni sulla richiesta dell'identità SPID, consultare la pagina dedicata sul sito ufficiale: Richiedi SPID.
  • le credenziali, già ottenute, di Sistema Piemonte o Torinofacile; tali credenziali non saranno più rilasciate e, in caso di smarrimento, non verrranno sostituite.
  • le credenziali attive alla nuova Tessera Sanitaria con funzionalità di Carta Nazionale dei Servizi (TS-CNS). I cittadini dovranno recarsi presso la propria ASL per la procedura di attivazione della carta, previo riconoscimento dell'identità "de visu";
  • La CIE (Carta d'identità elettronica), il nuovo documento d'identità in Italia. È rilasciata sia ai cittadini italiani che stranieri (UE o extra-UE). L'accesso può avvenire:
    • da PC (utilizzando un apposito lettore NFC)
    • da smartphone o tablet (dotati di tecnologia NFC, sistema operativo Android 6.x o superiore e dell'applicazione "CIE ID" del Poligrafico)
    • Si precisa che le CIE valide per l'accesso sono solo quelle rilasciate a partire da luglio 2016 con numero seriale, presente in alto a destra sulla carta, che inizia con la sigla "CA";
  •  le credenziali rilasciate da una fonte di identificazione personale riconosciuta dal Protocollo d'intesa "Smart PA on the job" approvato con D.G.R. n. 25-3915 del 29.5.212. Per i dipendenti degli enti  o delle aziende che hanno aderito al protocollo è possibile accedere anche senza le credenziali di Sistema Piemonte e di Torinofacile.
  • L'accesso all'applicazione è inoltre possibile utilizzando certificati digitali di tipo Carta nazionale dei Servizi (CNS) emessi da certificatori accreditati presso l'Agenzia Digitale (AgID). L'elenco di tali certificatori è liberamente consultabile sul sito istituzionale dell'Agenzia (http://www.agid.gov.it/agenda-digitale).

I cittadini senza credenziali dovranno munirsi di credenziali SPID. Le credenziali Sistema Piemonte non sono più ottenibili, né online né presso URP o Comuni.
In caso di problemi con la credenziale Sistema Piemonte (smarrimento credenziali o parte di esse) tali credenziali non verranno più riemesse.

  • il Richiedente che presenta la domanda di contributo viene identificato ( cognome, nome, codice fiscale) dalla credenziale utilizzata; all'interno del modulo non è possibile modificare tali dati.
  • una domanda compilata con l'utilizzo della credenziale equivale ad una domanda firmata dal Richiedente della domanda stessa che autocertifica, sotto la propria responsabilità, la correttezza dei dati inseriti.

5 FAQ APERTURA-SALVATAGGIO MODULO

Rivolgersi per assistenza al numero verde regionale 800-333-444 selezionando l'opzione per l'"Assistenza alla compilazione del Modulo".

È necessario inserire oppure aggiornare i propri riferimenti relativi a:

    • Indirizzo email del Richiedente;
    • Numero cellulare del Richiedente.

Questi riferimenti sono molto importanti e saranno utilizzati per comunicare con il Cittadino in caso di problemi nella ricezione, compilazione e trattamento delle domande, pertanto è obbligatorio inserire almeno un indirizzo email valido.
All'interno del modulo scaricato, non sarà possibile modificare il numero di telefono ne l'indirizzo mail; pertanto nel caso in cui si desideri la variazione di questi dati, occorrerà effettuare l'aggiornamento dei dati sulla pagina principale del servizio e provvedere nuovamente a scaricare e a compilare il modulo. Inoltre, i dati verranno utilizzati dal gestore Edenred che per comunicare l'avvenuta erogazione del contributo.
Si suggerisce di controllare con particolare attenzione l'esattezza dei campi inseriti; è comunque possibile in un momento successivo modificare i riferimenti inseriti.

Una volta effettuato l'accesso alla pagina web di SistemaPiemonte "Contributi per il Diritto allo Studio" ed aver compilato i campi relativi ai propri riferimenti, il Richiedente deve cliccare sul pulsante "Scarica domanda da compilare".
A questo punto, dopo alcuni secondi (la velocità dipende dalle caratteristiche del proprio PC e dalla rete internet), il Richiedente può operare tra due scelte:

  1. aprire in locale il modulo pdf e compilare contestualmente il modulo;
  2. salvare in locale il modulo pdf per compilarlo in una fase successiva.

Le modalità con cui vengono proposte le due opzioni, è dipendente dal browser scelto (Firefox, Internet Explorer, Crome) e dalla versione del Sistema Operativo del proprio Personal Computer.

Per alcune configurazioni dello specifico Personal Computer, potrebbero presentarsi al Richiedente alcune segnalazioni come quelle di seguito rappresentate come esempio.

In questo caso viene segnalato che la versione di Adobe non è l'ultima disponibile (o non è installato Adobe) e che è necessario installare la nuova versione; nonostante ciò, in molti casi, risulterà essere soltanto un "avviso non bloccante" e sarà possibile proseguire.

Se invece non risultasse possibile aprire il modulo, si suggerisce di aggiornare la versione di Adobe come indicato nello specifico paragrafo all'inizio del presente documento.

Si è possibile compilare il modulo della domanda e salvarlo successivamente.

Rivolgersi per assistenza al numero verde regionale 800-333-444 selezionando l'opzione per l'"Assistenza alla compilazione del Modulo".

6 FAQ COMPILAZIONE CAMPI DEL MODULO

Il modulo di domanda presenta alcuni campi con valori obbligatori ed altri facoltativi.
La compilazione è assistita e vengono segnalati gli errori di compilazione più comuni.
I campi ritenuti obbligatori, (pena la non accettazione della domanda in fase di istruttoria) per essere più evidenti vengono proposti bordati in rosso e tali rimangono se non vengono compilati o se vengono digitati in modo formalmente errato (es. data nascita 32/03/1960).

Nel caso di errore formale nella compilazione, passando il mouse sul campo, viene evidenziata la tipologia di errore.

Alcuni campi, al fine di ridurre la possibilità di scrittura di valori inesatti, pur non obbligatori, al momento della digitazione sono sottoposti ad un controllo formale e, nel caso di compilazione formalmente errata, viene esposto un messaggio che indica la tipologia di errore. Questi campi, sono bordati in giallo, e, se lasciati errati, all'atto della VALIDAZIONE verranno segnalati negli avvisi non bloccanti l'esito della validazione risulterà positivo.

Il modulo di domanda effettua controlli di tipo formale ( corrispondenza tra cognome, nome, data e luogo nascita, carattere di controllo) anche sul Codice Fiscale dello Studente, talvolta è possibile che per particolari situazioni (Stato straniero – omonimie) il controllo evidenzi un'anomalia anche se il codice fiscale è esatto ed identico a quello riportato sulla Tessera Sanitaria.
In questo caso, dopo aver verificato l'esattezza e la completezza dei dati inseriti rispetto a quelli della Tessera Sanitaria, l'utente potrà comunque proseguire con la compilazione della domanda ed il successivo invio (segnalazione non bloccante).
Se il codice fiscale risulta errato controllare che sia esatto ed identico a quello riportato sulla Tessera Sanitaria.
In caso di dubbi contattarel'assistenza al numero verde regionale 800-333-444,

Si.
È possibile salvare il modulo in locale sul proprio PC in qualsiasi momento.
Utilizzare solo le funzioni SALVA o SALVA CON NOME, salvando il modulo nel formato PDF:

  • verificando la directory in cui il file verrà salvato, così da poter recuperare agevolmente il

modulo per il successivo invio;

  • utilizzando come nome del file un nome facile da individuare, specie se si dovessero

compilare più moduli, ad esempio per più figli e/o più anni scolastici (AS).
In questo modo il file potrà essere aperto in qualsiasi momento per la relativa compilazione.

L'operazione di salvataggio effettua in automatico la validazione del modulo e comparirà un messaggio sull'esito di tale validazione. In caso di esito positivo sarà sufficiente chiudere il modulo mentre in caso di esito negativo sarà possibile effettuare le modifiche relative agli errori riscontrati e dettagliati al fondo del modulo oppure chiudere il modulo rimandando la correzione ad una fase successiva.

Al termine della compilazione (volendo anche durante la compilazione stessa) è IMPORTANTE che il Richiedente provveda alla validazione del modulo per validare la completezza e l'esattezza dei dati inseriti.
Per quest'operazione al fondo del modulo il Richiedente dispone del pulsante VALIDA.
NOTA: Già alla prima apertura del modulo (in quanto i campi obbligatori devono ancora essere inseriti) comparirà la scritta di avvertimento "Risultano dati non inseriti o errati". Questa sarà presente fino a che non sarà eseguita una validazione con esito positivo.

Digitando il pulsante VALIDA, il modulo effettua i controlli previsti e in conseguenza dell'esito, presenta due tipi di segnalazione:

  • "La validazione ha dato esito NEGATIVO".

In questo caso, a supporto del Richiedente viene proposto un elenco riportante le anomalie riscontrate (campi obbligatori non compilati o compilati in modo formalmente errato), inoltre i campi obbligatori o compilati in modo errato verranno bordati di rosso.
Si suggerisce quindi di:

    • leggere attentamente il messaggio di errore per identificare quali correzioni fare;
    • chiudere la finestra dei messaggi di errore digitando ok;
    • correggere o compilare TUTTI i campi oggetto di segnalazione (e bordati in rosso nel modulo);
    • fare una nuova validazione.
  • "La validazione ha dato esito POSITIVO". In questo caso si consiglia di procedere a salvare il modulo in locale sul proprio PC (vedasi indicazioni per il salvataggio al paragrafo 5.2) per il successivo INVIO.

Il modulo è modificabile e possono essere corretti gli errori e fatte ripetute validazioni fino a che l'esito non è POSITIVO.

Aprendo il modulo di domanda è possibile salvarlo sul proprio PC (o su altro dispositivo - esempio chiavetta USB) oppure stamparlo, utilizzando le funzionalità disponibili in Adobe Reader, che si trovano in alto a sinistra.

La trasmissione di una domanda può essere fatta a prescindere dai risultati della validazione, però, se la domanda non è stata validata o presenta errori, sarà respinta.
Si raccomanda pertanto di procedere sempre alla validazione prima dell'invio della domanda e di effettuare sempre la correzione o l'integrazione dei dati necessari a conseguire un esito positivo della validazione. In caso di invio senza validazione o con errori, la domanda verrà respinta; al richiedente verrà inviato specifico messaggio (se ha fornito un valido indirizzo email), come precisato nello specifico paragrafo "Verifica stato della domanda".
Sarà comunque possibile visionare tale riscontro nella propria pagina web cui il richiedente accede con le proprie credenziali.

Il modulo precompila i dati relativi al Richiedente ricavate dalle credenziali utilizzate:

  • Cognome - Nome - Codice Fiscale

Inoltre se nella pagina web di Sistema Piemonte "Contributi per il Diritto allo Studio" sono stati indicati il cellulare e l'indirizzo di mail, questi vengono riportati nel modulo all'interno del quale non sarà più possibile modificarli, pertanto nel caso in cui si desideri la variazione di questi dati, occorrerà effettuare l'aggiornamento dei dati sulla pagina principale del servizio e provvedere nuovamente a scaricare e a compilare il modulo.

NO.
I riferimenti telefonici e email devono essere compilati nella pagina web di Sistema Piemonte; pertanto nel caso in cui si desideri la variazione di questi dati, occorrerà effettuare l'aggiornamento dei dati sulla pagina principale del servizio e provvedere nuovamente a scaricare e a compilare il modulo.

NB: il codice fiscale risulta compilabile solo dopo aver compilato gli altri campi anagrafici obbligatori riferiti allo studente.
In caso di segnalazione di errore, si dovranno verificare i dati inseriti con quelli presenti sulla tessera sanitaria. Per informazioni contattare il numero verde regionale 800.333.444.

Viene attivato il messaggio se per uno studente dichiarato iscritto ad una scuola statale viene richiesto un contributo per spese di iscrizione. Il controllo viene fatto all'atto della scelta del contributo ("pulsante" in fondo al MURC).
Il messaggio di segnalazione nel caso venissero riscontrate potenziali anomalie è il seguente:
MESSAGGIO VISUALIZZATO: "Attenzione! È stato richiesto un contributo per "iscrizione e frequenza" ma la scuola indicata nel modulo è una scuola statale. Il voucher per iscrizione e frequenza non può essere assegnato agli studenti iscritti per l'anno scolastico 2020/2021 a istituzioni scolastiche statali.
Per approfondimenti fare riferimento al bando ed alle istruzioni pubblicate su http://www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio o rivolgersi all'assistenza 800 333 444".

Come scritto nel bando, il voucher per iscrizione e frequenza non può essere assegnato agli studenti che frequentino le istituzioni scolastiche statali.
Si ricorda che non sono "retta di iscrizione e frequenza" le tasse scolastiche erariali, la tassa di diploma, il contributo scolastico volontario ed ogni altro versamento richiesto dall'istituzione scolastica per la fruizione di servizi diversi dalla frequenza scolastica (mensa, trasporti, ecc.). Per approfondimenti fare riferimento al bando ed alle istruzioni pubblicate su http://www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio".

Cosa fare in presenza di una segnalazione di questo tipo? Richiedere Voucher libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all'istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporti (B)

Viene visualizzato il messaggio se per uno studente dichiarato iscritto per l'anno scolastico 2020/2021 a un centro di formazione professionale viene richiesto un contributo per spese di iscrizione.
Il controllo viene fatto all'atto della scelta del contributo ("pulsante" in fondo al MURC).
MESSAGGIO VISUALIZZATO: "Attenzione! È stato richiesto un contributo per "iscrizione e frequenza" ma l'istituto indicato nel modulo è un Centro di Formazione Professionale. Si ricorda che non è possibile richiedere il contributo "retta di iscrizione e frequenza" per la frequenza a Centri di Formazione Professionale.  Per approfondimenti fare riferimento al bando ed alle istruzioni pubblicate su http://www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio o rivolgersi all'assistenza 800 333 444".

Cosa fare in presenza di una segnalazione di questo tipo? Richiedere Voucher libri di testo, materiale didattico e dotazioni tecnologiche funzionali all'istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, trasporti (B)

7 FAQ INVIO MODULO

Per inviare la domanda è sufficiente aprire il proprio browser alla pagina attraverso la quale si era già scaricato il modulo:
www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio
e dopo essersi autenticati con le proprie credenziali, digitare/cliccare il pulsante:
"Invia domanda compilata"
Una volta digitato il pulsante, si viene indirizzati alla pagina "Contributi per il Diritto allo Studio – Compilazione telematica":
Da questa pagina si può procedere all'invio del modulo attraverso le seguenti operazioni:

  1. Digitare il pulsante "Sfoglia", attraverso il quale si può ricercare e selezionare il modulo che si vuole inviare (si evidenzia come l'aver salvato in locale il modulo compilato nelle modalità suggerite al paragrafo 5.2, faciliterà l'individuazione del file corretto);
  2. Selezionare il modulo che si intende inviare. Si suggerisce di verificare che il file abbia estensione ".PDF", in caso contrario al momento dell'invio la trasmissione NON andrà a buon fine ed apparirà una specifica segnalazione di errore. In questo caso occorrerà riselezionare il file corretto e procedere con l'invio;
  3. Digitare CONFERMA.

No.
Il sistema impedisce la trasmissione del documento in formato differente dal Pdf e la segnala suggerendo di selezionare un nuovo file da inviare.

In questo caso occorre procedere con una nuova selezione del modulo e inviarlo come precedentemente indicato.

Poiché la verifica del contenuto del file PDF trasmesso può essere fatta solo in una fase successiva, il sistema non impedisce l'invio di documenti che, pur in formato PDF, hanno contenuti diversi da quelli della domanda di Contributi per il Diritto allo Studio (es. estratti conto bancari, documentazione personale, ecc.) già eventualmente presenti sul proprio personal computer

SI RACCOMANDA DI PRESTARE PARTICOLARE ATTENZIONE ALLA SELEZIONE DEL DOCUMENTO DA INVIARE (vedi istruzioni per salvataggio).

 

Se l'invio sarà corretto, comparirà il messaggio: "Il modulo è stato inviato correttamente." e verrà visualizzato il numero domanda (ID) che verrà utilizzato per tutte le comunicazioni da parte di Regione Piemonte e per la consultazione delle graduatorie.
A seguito dell'invio del modulo, il Richiedente attraverso la consultazione disponibile nella pagina web di Sistema Piemonte "Contributi per il Diritto allo Studio" può verificare lo stato delle domande inviate che sono elencate nella tabella "ELENCO MODULI COMPILATI".

Le domande, fino a quando non vengono spedite (o salvate su altro supporto, come una chiavetta USB), sono esclusivamente disponibili sul personal computer utilizzato per la compilazione.
Una volta inviato, copia del modulo è disponibile, accedendo alla pagina web di Sistema Piemonte "Contributi per il Diritto allo Studio" nella tabella "ELENCO MODULI COMPILATI", digitando "Visualizza" nella riga riferita al modulo specifico.

Nella tabella "ELENCO MODULI COMPILATI", le colonne presentano le seguenti informazioni:

  • Bando - presenta il bando di riferimento dei moduli. I moduli inviati per il bando 2018/2019 si distinguono dalla scritta (VALIDO);
  • Numero domanda - codice identificativo univoco attribuito dal sistema
  • Moduli - presenta il nome del file;
  • Stato - i possibili stati della domanda sono:
    • Inviato - segnala che il modulo è stato inviato al sistema per le successive verifiche;
    • Scartato - è la condizione per cui il file inviato risulta non codificabile (ad esempio è stato inviato un file PDF che non è un modulo per la richiesta di Contributi per il Diritto allo Studio, oppure nella trasmissione il file si è corrotto);
    • Respinto - segnala che il file inviato risulta incompleto di dati obbligatori o sono stati inseriti dati obbligatori formalmente errati (ad esempio nel caso in cui non è stata fatta la validazione o, nonostante questa abbia dato esito negativo, il modulo è stato inviato ugualmente);
    • Ricevuto - segnala che il modulo è stato preso in carico dal sistema per le successive operazioni (istruttoria);
  • Data invio - è la data di invio del modulo;
  • Visualizza - consente di visualizzare il modulo inviato. È bene evidenziare che la visualizzazione consente di aprire una copia in locale del file inviato al Sistema e che questo, se salvato, verrà interpretato come un nuovo file (verrà chiesto se salvarlo o aprirlo). Si suggerisce di NON salvarlo e di limitarsi ad aprire il modulo così che il Richiedente possa leggere quanto inviato.

Si.
Nel caso fosse necessario modificare una domanda inviata, bisogna o compilare una nuova domanda o modificare il file pdf inviato e trasmetterlo nuovamente.

Nel caso si siano riscontrati errori occorre:

  1. trovare sul proprio computer ed aprire il file pdf inviato;
  2. evidenziare gli errori con il bottone "VALIDA";
  3. correggerli;
  4. salvare il file pdf;
  5. accedere al sistema e caricare la nuova versione del file.

Nel caso si voglia duplicare una domanda per poi modificarla, occorre salvare la domanda originaria con un nome diverso (funzione "Salva con nome") e quindi compilarla e caricarla sul sistema.

A seguito dell'invio di una domanda, il Richiedente che ha indicato nella domanda l'indirizzo email, entro 5 gg dalla trasmissione (salvo problemi tecnici), riceverà da SistemaPiemonte, una comunicazione via email che varia a seconda dell'esito dell'operazione e che contiene le seguenti informazioni:

  • Modulo RICEVUTO: il modulo è stato correttamente inviato, ricevuto e preso in carico per la fase di Istruttoria. In questo caso viene inviata una email di conferma. Il messaggio "Modulo Ricevuto" non garantisce che i dati inseriti siano corretti (es. codice fiscale studente errato).

    Viene inviata una mail il cui contenuto è simile al seguente:
    Oggetto: Modulo Unificato richiesta a.s. 2020/2021- Conferma ricezione domanda nel sistema regionale
    Buongiorno, si conferma che il Modulo Unificato di Richiesta Contributi per il Diritto allo Studio - a.s. 2020/2021 da Lei presentato per COGNOME NOME STUDENTE con numero domanda 220244 e stato ricevuto dal sistema di raccolta regionale. La sua domanda sara sottoposta ad istruttoria regionale; le relative graduatorie saranno pubblicate alla pagina https://www.regione.piemonte.it/web/temi/istruzione-formazione-lavoro/istruzione/voucher-scuola.
    Cordiali saluti.
  • Modulo SCARTATO: viene inviata una mail il cui contenuto è simile al seguente:

    "Oggetto: Regione Piemonte - Contributi Diritto allo Studio - MURC - numero domanda   12345 - 0871637e-e312-f646-0a66-2f0d01e91c40 – SCARTATO.

    Buongiorno,
    il file da Lei inviato sul sistema di richiesta Contributi per il Diritto allo Studio in data gg/mm/2020, nomefile.pdf NON ha un formato valido (es. il file non è un modulo di richiesta contributi valido, non è stato compilato con adobe Acrobat Reader 9 o versioni successive, è un modulo usato per lo scorso bando ...).

    Si prega di controllare il file e di inviare un nuovo modulo accedendo alla pagina web www.sistemapiemonte.it/assegnistudio
  • Modulo RESPINTO: viene inviata una mail il cui contenuto è simile al seguente:

    "Oggetto: Regione Piemonte - Contributi Diritto allo Studio - MURC - numero domanda   12345 - d57207fa-e31a-bacf-0a66-2f0d01e91c40 – RESPINTO.

    Buongiorno,
    il modulo di richiesta Contributi per il Diritto allo Studio da Lei inviato sul sistema in data gg/mm/2020, nome file.pdf, CF studente, Anno scolastico di riferimento
    2019/2020 presenta le seguenti anomalie nei dati forniti:
    [LUOGO NASCITA (sezione DATI ANAGRAFICI - Richiedente) - Errore! Campo obbligatorio.- pag. 2]
    [DATA NASCITA (sezione DATI ANAGRAFICI - Richiedente) - Errore! Campo obbligatorio.- pag. 2]
    …….

Si prega di controllare il modulo compilando e/o correggendo eventuali campi bordati di rosso seguendo le indicazioni fornite cliccando sul tasto "VALIDA".
Una volta corretto e salvato, il file deve essere nuovamente inviato accedendo alla pagina web
www.sistemapiemonte.it/assegnistudio."

Con le comunicazioni "Modulo SCARTATO" e "Modulo RESPINTO" il Richiedente viene invitato a presentare una nuova domanda corretta.

NOTA: Il Richiedente che non ha indicato un valido indirizzo e-mail, non potrà ricevere le comunicazioni di cui sopra. Troverà comunque, entro 5 giorni lavorativi dall'invio, l'informazione sullo Stato della domanda nella propria pagina web di Sistema Piemonte "Contributi per il Diritto allo Studio" (Tabella "ELENCO MODULI COMPILATI" nella colonna "STATO").
In particolar modo in caso di modulo respinto, potrà verificare le anomalie riscontrate utilizzando la funzione "VALIDA" disponibile nel modulo ed inviare una nuova domanda corretta.

No.
La compilazione dell'indirizzo email è obbligatoria al fine della validazione positiva del modulo.

Il Richiedente troverà comunque a sua disposizione (entro 5 giorni lavorativi dall'invio), analoga segnalazione nella propria pagina web di Sistema Piemonte "Contributi per il Diritto allo Studio" nella tabella dell'ELENCO MODULI COMPILATI nella colonna STATO, dove potrà visualizzare lo specifico modulo.
In particolar modo in caso di modulo respinto, potrà verificare le anomalie riscontrate utilizzando la funzione "VALIDA" disponibile nel modulo ed inviare una nuova domanda corretta.

Torna su