In questa pagina:

Richiedi le tue credenziali SPID il Sistema Pubblico di Connettività che ti permette di accedere a Sistema Piemonte e a tutti i servizi della Pubblica Amministrazione Nazionale e Locale
Approfondisci

Gestione Online Comunicazioni Obbligatorie (GECO)

Accedi al servizio

L'accesso al servizio, per tutti i soggetti obbligati, richiede autenticazione tramite una SmartCard che sia stata rilasciata da un certificatore accreditato DigitPA e che sia CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Per i soggetti autorizzati a operare per conto delle imprese è necessario abilitazione da parte del Centro per l’Impiego di Competenza.

Per i Legali Rappresentanti non è richiesta abilitazione da parte del Centro per l’Impiego.

Per i soli soggetti non obbligati (tutori) il servizio è accessibile anche tramite login / password / PIN.

Si comunica che Sabato 27 Luglio dalle ore 17 alle ore 24 l'applicativo sarà indisponibile per manutenzione

Si comunica che in data 19/04/2019 dalle ore 15 alle ore 18 gli applicativi GECO e  COMMAX potrebbero non essere disponibili per manutenzione straordinaria

Si comunica che in data 15 marzo dalle ore 12:00 alle ore 14:00 l'applicativo GECO non sarà disponibile in quanto oggetto di adeguamento ai tracciati Ministeriali per CNNL e Comuni

Sono state segnalate anomalie di accesso all'applicazione da parte di utenti che utilizzano antivirus AVG,  AVAST e Security Essentials (Microsof), ESET NOD32 ANTIVIRUS Versione 9
Si invitano pertanto gli utenti, in caso di problemi, a verificare la configurazione software della propria postazione.

Si ricorda che in caso di mancato funzionamento dei servizi informatici, come peraltro previsto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, i soggetti obbligati e abilitati devono comunque inviare una comunicazione sintetica d’urgenza, utilizzando il modulo Unificato Urg e inviandolo al
Fax Server 848 800 131
Resta fermo l’obbligo di invio della comunicazione ordinaria al servizio competente nel primo giorno utile successivo

Si segnala che l'accesso a GECO può avvenire solo tramite Certificato Digitale (o Smart Card o Business key).
E' importante che nel richiedere il certificato Digitale (o Smart Card o Business key) all'ente certificatore si specifichi chiaramente che deve essere di tipo CNS (Carta Nazionale dei Servizi), altrimenti non potrà essere utilizzato per l'accesso ai nostri sistemi, come specificato nella normativa DigitPA.
Si evidenzia, inoltre, che l’utilizzo dell’applicativo mediante utenze Spid non è possibile in quanto l’utenza Spid :

  • attiene ai rapporti tra il cittadino, in quanto soggetto privato, e la Pubblica amministrazione mentre l’accesso all’applicativo GECO  viene effettuato non da un privato Cittadino ma da un soggetto titolato a rappresentare l’Azienda/Ente nel procedimento amministrativo gestito dall’applicativ
  • non permette la gestione/associazione di ruoli che sono necessari per autorizzare l’accesso ad applicativi dedicati a procedimenti amministrativi
  • non prevede la possibilità di firmare documenti (certificato di firma) funzione necessaria per concludere l’iter amministrativo relativo all'invio delle comunicazioni

Una comunicazione inviata in modalità online che risulti in stato "Transito"  o "Validata" ma senza il codice regionale è comunque valida rispetto ai tempi di invio ed è di norma bonificata entro due giorni lavorativi.
E' opportuno contattare l'assistenza, per una verifica puntuale, solo nel caso in cui l'assenza del codice regionale si protragga ulteriormente.

GECO : Firefox - Chrome - IE ver 9
Si comunica che a seguito dell'aumento dei criteri di sicurezza implementato nella nuova versione di GECO, le versioni di Internet Explorer precedenti alla 9 non permettono lo scarico dei PDF da firmare. Si suggerisce pertanto o l'aggiornamento di IE ad una versione successiva (da 9 in poi) o l'utilizzo di Firefox o Chrome.
 Si sottolinea che FireFox ha la necessità di una configurazione particolare dettata dall'ente emettitore della smart card/ Business key stessa

Utenti del servizio

Il servizio si rivolge a imprese, intermediari, Pubblica Amministrazione e Centri per l’Impiego.

Presentazione

Le leggi 608/96 e 264/49 stabiliscono l'obbligo per i datori di lavoro di comunicare avviamenti, trasformazioni o cessazioni di rapporti di lavoro ai Centri per l'impiego provinciali.

La legge 27 dicembre 2006 n° 296, art. 1, commi 1180-1185, estende gli obblighi della comunicazione anche a:

  • rapporti di lavoro a progetto e di associato in partecipazione
  • tirocini di formazione e di orientamento e le altre esperienze lavorative assimilabili
  • trasferimento e distacco del lavoratore
  • modifica della ragione sociale
  • trasferimento o fusione di azienda o ramo di essa.

Gli obblighi della comunicazione sono estesi anche ai datori di lavoro agricoli, agli enti pubblici ed alle Pubbliche Amministrazioni.

Viene inoltre esteso l’effetto della comunicazione all’assolvimento degli obblighi nei confronti delle direzioni regionali e provinciali del lavoro, dell'Istituto nazionale della previdenza sociale, dell'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, o di altre forme previdenziali sostitutive o esclusive, e inoltre nei confronti della Prefettura - Ufficio territoriale del Governo.

Normativa

  • Decreto MLPS del 24 gennaio 2008
  • Decreto Interministeriale 30 ottobr legge 27 Legge 27 dicembre 2006, n. 296, art. 1, commi 1180-1185
  • Decreto Legislativo 10 settembre 2003, n. 276
  • Decreto Legislativo 19 dicembre 2002, n. 297
  • Decreto Legislativo 21 aprile 2000, n. 181

     

Torna su