Dettaglio scheda

Torna su 

A - Endoprocedimento

Codice VI 9
Nome VI - Autorizzazione per realizzazione interventi e attivita' in zone soggette a vincolo L.R.45/1989
Ambito VINCOLI

Torna su 

B - Interessati

Chi è interessato

Chi deve realizzare interventi e le attivita' nelle zone soggette a vincolo per scopi idrogeologici ai sensi del R.D.L. 30 dicembre 1923, n. 3267, che comportano modificazione e/o trasformazione d'uso del suolo.
E' necessario presentare l'istanza al soggetto competente al rilascio delprovvedimento autorizzativo. Le competenze sono ripartite tra Regione, Provincia e Comune (vedi circolare del presidente della Giunta Regionale 3 aprile 2012, n. 4/AMD pubblicata sul Bur n. 14 del 05/04/2012)
La documentazione da allegare è stabilita nella DGR 3/10/1989, N. 112-31886 e punto 6.1 della circolare del presidente della Giunta Regionale 3 aprile 2012, n. 4/AMD.
La modulistica è disponibile all'indirizzo http://www.regione.piemonte.it/montagna/modulistica/index.htm .

Torna su 

C - Requisiti e caratteristiche

Che caratteristiche o requisiti deve avere il fabbricato o l'impianto

Per modificazione d'uso del suolo si intende ogni intervento che, pur non alterando l'originaria destinazione del terreno, comporti una modifica dell'assetto idrogeologico del territorio; per "trasformazione d'uso del suolo" s'intende ogni intervento che incida sul terreno modificandone in modo permanente, o anche solo temporaneamente, l'originaria destinazione.

Torna su 

D - Cosa si deve fare

Cosa serve: Domanda

Torna su 

E - Normativa Applicabile

Torna su 

F - Presentazione della pratica

Cosa si deve fare per presentare la pratica

Quando si può iniziare l'intervento: Dopo aver ottenuto l'autorizzazione
Tempi previsti per la conclusione dell'endoprocedimento: 60 giorni per le verifiche secondo quanto stabilito dall’art. 19 comma 3 e 4 della L. 241/1990 e s.m.i.
A chi si presenta la domanda: Allo Sportello Unico Attività Produttive Associato di Pinerolo
Note sulla documentazione:

Torna su 

G - Pagamenti

Quanto e come si deve pagare per gli esercizi delle attività

Marche da bollo:
Importo Marche da bollo:
Diritti di istruttoria Ente Terzo: Diritti di istruttoria dell’Ente Terzo: l'art. 48 della lr. 5/2012 ha demandato alla Giunta Regionale di stabilire misura e modalità dei diritti di istruttoria. I soggetti titolari delle autorizzazioni sono tenuti alla prestazione di una cauzione proporzionale a € 1.032.91 per ogni ettaro di terreno modificato o trasformato, con un minimo di € 516.46. Il provvedimento autorizzativo stabilisce l'ammontare della cauzione. Il versamento deve avvenire prima dell'inizio dei lavori.
Importo diritti di istruttoria Ente Terzo:
Contributi/Oneri:
Importo Contributi/Oneri:
Diritti di segreteria:
Importo Diritti di segreteria:
Diritti di istruttoria SUAP:
Importo Diritti di istruttoria SUAP:
Note sul pagamento:

Torna su 

H - Flusso

Flusso dell'endoprocedimento

Subprocedimento Ente

Torna su 

I - Allegati

Elenco allegati da produrre e relativa spiegazione

Tipologia Spiegazioni Allegato Obbl. Azioni

Torna su 

L - Adempimenti successivi

Regionali

Locali

Torna su 

M - Scadenze e rinnovi

Quando scade l'endoprocedimento relativo all'esercizio di attività

Data di scadenza
Modalità di rinnovo
Ente competente

Torna su 

N - Note

INFORMATIVA GENERALE

INFORMATIVA LOCALE

Note: