Dettaglio scheda

Torna su 

A - Attività

Codice 79.11
Nome Attivita' delle agenzie di viaggio
Tipologia intervento Avvio/Apertura

Torna su 

B - Descrizione

Descrizione Regionale

Sono agenzie di viaggio e turismo le imprese che esercitano congiuntamente o disgiuntamente le attivita' di produzione e di organizzazione di viaggi e soggiorni o di intermediazione nei predetti servizi.
A) In particolare rientrano nelle attivita' proprie delle agenzie di viaggio e turismo:
  1. l'organizzazione di soggiorni, viaggi e crociere per via terrestre, marittima ed aerea per singole persone o per gruppi, con o senza vendita diretta;
  2. la vendita di soggiorni, viaggi e crociere organizzati da altre agenzie;
  3. l'organizzazione di escursioni individuali o collettive e giri di citta' con ogni mezzo di trasporto;
  4. la prenotazione, la vendita di biglietti per conto delle imprese nazionali ed estere che esercitano trasporti ferroviari, automobilistici, marittimi ed aerei ed altri tipi di trasporto;
  5. l'accoglienza dei propri clienti nei porti, aeroporti, stazioni di partenza e di arrivo di mezzi collettivi di trasporto e l'assistenza e l'accompagnamento dei propri clienti nelle escursioni e viaggi da esse organizzati, anche utilizzando per l'espletamento di tali funzioni il direttore tecnico o altri dipendenti qualificati dell'agenzia;
  6. la prenotazione di servizi di albergo e di ristorante ovvero la vendita di buoni di credito per detti servizi emessi anche da altri operatori nazionali ed esteri;
  7. la raccolta di adesioni a viaggi o crociere per l'interno e per l'estero;
B) Le agenzie di viaggio e turismo possono inoltre svolgere le seguenti attivita' complementari:
  1. l'attivita' di informazione e pubblicita' di iniziative turistiche;
  2. l'assistenza per il rilascio di passaporti e visti consolari;
  3. l'inoltro, il ritiro ed il deposito di bagagli per conto e nell'interesse dei propri clienti;
  4. la prenotazione del noleggio di autovetture e di altri mezzi di trasporto;
  5. il rilascio e il pagamento di assegni turistici e di assegni circolari o altri titoli di credito per i viaggiatori, di lettere di credito e cambio di valuta, in quanto attinenti ai servizi turistici, e sempre che il titolare dell'agenzia abbia ottenuto le prescritte autorizzazioni;
  6. le operazioni di emissione, in nome e per conto di imprese e assicurazioni, di polizze a garanzia degli infortuni ai viaggiatori e dei danni alle cose trasportate;
  7. la distribuzione e la vendita di pubblicazioni utili al turismo quali guide, piante, opere illustrative;
  8. la prenotazione e la vendita di biglietti per spettacoli, fiere e manifestazioni;
  9. la prenotazione e la vendita di biglietti per emigranti;
  10. ogni altra attivita' concernente le prestazioni di servizi turistici.
Fonti normativelegge regionale 30° marzo 1988 n. 15 e s.m.i.

Altri elementi informativi specifici relativi all'attività


Descrizione Locale

Altre informazioni locali


Torna su 

C - Requisiti

Requisiti Oggettivi

  • L'agenzia deve disporre di strutture e attrezzature idonee allo svolgimento delle attività per cui è richiesta l'autorizzazione, nonché, nel caso di vendita al pubblico, di locali facilmente accessibili, convenientemente arredati e distinti da quelli di altri esercizi commerciali, anche se con essi interconnessi al fine di favorire l'integrazione di varie forme di attività economica nell'interesse generale degli scambi e del turismo.
  • La denominazione non deve essere tale da ingenerare confusione nel consumatore e non deve coincidere con la denominazione di comuni o regioni italiane, in conformità con i criteri individuati con deliberazione della Giunta regionale (verifica della denominazione presso la Provincia).

Normativa Requisiti Oggettivi

LR 15/88


Requisiti Soggettivi Morali

I requisiti morali previsti dall’articolo 11 del T.U.L.P.S.  di cui al R.D. 18/6/1931, n. 773.

Normativa Requisiti Soggettivi Morali

Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (T.U.L.P.S.) di cui al R.D.18/6/1931, n.773


Requisiti Soggettivi Professionali

Devono essere posseduti dal titolare dell'agenzia o dal direttore tecnico:
  • conoscenza di amministrazione ed organizzazione delle agenzie di viaggio
  • conoscenza di tecnica, legislazione e geografia turistica;
  • conoscenza parlata e scritta di almeno due lingue straniere.
Modalità di riconoscimento dei requisiti di idoneità, in alternativa:
         1. Esperienza professionale: aver esercitato l’attività consistente nell’organizzare, presentare e vendere, a forfait o a provvigione, gli elementi isolati o coordinati (trasporto, alloggio, vitto, escursioni, ecc.) di un viaggio o di un soggiorno, a prescindere dal motivo dello spostamento:
                a) per cinque anni consecutivi come lavoratore autonomo o dirigente d'azienda (l'attivita' non deve essere cessata da piu' di 10 anni);
oppure
                b) per tre anni consecutivi come lavoratore autonomo o dirigente d'azienda, se il beneficiario prova di aver in precedenza ricevuto, per l'attivita' in questione, una formazione di almeno tre anni sancita da un certificato riconosciuto da uno Stato membro o giudicata del tutto valida da un competente organismo professionale;
oppure
                c) per quattro anni consecutivi come lavoratore autonomo o dirigente d'azienda, se il beneficiario prova di aver in precedenza ricevuto, per l'attivita' in questione, una formazione di almeno due anni sancita da un certificato riconosciuto da uno Stato membro o giudicata del tutto valida da un competente organismo professionale;
oppure
                d) per tre anni consecutivi come lavoratore autonomo o dirigente d'azienda, se il beneficiario prova di aver esercitato l'attivita' in questione per almeno cinque anni come lavoratore subordinato (l'attivita' non deve essere cessata da piu' di 10 anni);
oppure
                e) per cinque anni consecutivi come lavoratore subordinato, se il beneficiario prova di aver in precedenza ricevuto, per l'attivita' in questione, una formazione di almeno tre anni sancita da un certificato riconosciuto da uno Stato membro o giudicata del tutto valida da un competente organismo professionale;
oppure
                 f) per sei anni consecutivi come lavoratore subordinato, se il beneficiario prova di aver in precedenza ricevuto, per l'attivita' in questione, una formazione di almeno due anni sancita da un certificato riconosciuto da uno Stato membro o giudicata del tutto valida da un competente organismo professionale.
Precisazioni:
il possesso dei sopraelencati requisiti professionali  è dimostrato fornendo la certificazione dell’effettivo esercizio, in uno stato comunitario;
ai fini del riconoscimento dell’attività professionale esercitata in Italia per dirigente di azienda si intende il raggiungimento del secondo livello di qualifica del vigente C.C.L.N. dei dipendenti delle imprese di viaggi e turismo;
ai fini del riconoscimento della formazione professionale alle lettere b), c), e), f) sono ritenuti idonei i seguenti titoli di studio conseguiti in Italia (o titoli equipollenti):
  • diploma di scuola secondaria superiore ad indirizzo turistico.
  • diploma di qualifica professionale ad indirizzo turistico
  • attestati relativi a corsi di formazione professionale regionale/provinciale nel settore turistico organizzati da agenzie formative
  • titoli universitari ad indirizzo turistico;
nei casi previsti alle lettere a) e d) e nei casi in cui i titoli di studio non attestino la conoscenza di due lingue straniere, questa deve essere comprovata mediante la presentazione di certificati attestanti la conoscenza linguistica rilasciati da scuole o istituti linguistici statali o legalmente riconosciuti oppure da docenti abilitati all’insegnamento delle lingue per le quali è dichiarata la conoscenza;
l’equivalenza dei titoli di studio conseguiti negli altri paesi dell’Unione europea deve essere attestata dalla dichiarazione di valore rilasciata dalla rappresentanza consolare italiana nel paese nel quale è stato conseguito il titolo stesso, con dichiarazione redatta in lingua italiana.

OPPURE
       2. Esame di idoneità:
chi non è in possesso dei suddetti requisiti di esperienza professionale sostiene un esame presso la Provincia così articolato:
                
prova scritta: traduzione di una lettera commerciale o di un testo nelle lingue straniere scelte dal candidato
                 prova orale:

  •             tecniche dell’amministrazione delle agenzie
  •             organizzazione dei servizi di agenzia
  •             elementi di diritto commerciale, legislazione statale e regionale in materia turistica
  •             geografia turistica
  •             conversazione nelle due lingue straniere scelte dal candidato.

Normativa Requisiti Soggettivi Professionali

legge regionale 30 marzo 1988 n. 15 e s.m.i.


D.Lgs 206/2007


Requisiti per i Cittadini Extracomunitari

Si applicano le disposizioni del DPR 31.08.1999 n. 394 Regolamento recante norme di attuazione del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, a norma dell'art. 1, comma 6, del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286

Normativa Requisiti per i Cittadini Extracomunitari

Decreto Legislativo 25 luglio 1998 n. 286


DPR 31.08.1999 n. 394


Altri requisiti


Normativa altri Requisiti

ATTENZIONE
PRIMA DI ESAMINARE IL QUADRO DEGLI ADEMPIMENTI EVENTUALMENTE PREVISTI PER L'ESERCIZIO DELL'ATTIVITA' INDIVIDUATA NEL QUADRO A E' NECESSARIO VERIFICARE CHE SIANO STATI SVOLTI TUTTI GLI ADEMPIMENTI PREVISTI DALLA NORMATIVA PER REALIZZARE/MODIFICARE I FABBRICATI E GLI IMPIANTI CHE VERRANNO UTILIZZATI PER LO SVOLGIMENTO DELL'ATTIVITA'. IN VIA GENERALE PER LA REALIZZAZIONE/MODIFICA DEI FABBRICATI E DEGLI IMPIANTI RELATIVI ALL'ATTIVITA' INDIVIDUATA NEL QUADRO A E' NECESSARIA L'ATTIVAZIONE DEI SEGUENTI ENDOPROCEDIMENTI PRIMA DI QUELLI RELATIVI ALL'ESERCIZIO DELL'ATTIVITA':

Torna su 

D - Procedimenti

Endoprocedimenti relativi alla verifica dei requisiti previsti per i fabbricati e gli impianti

NOTA BENE. GLI ENDOPROCEDIMENTI QUI INDICATI DEVONO ESSERE ATTIVATI ANCHE QUANDO NON E' RICHIESTA NESSUNA DOMANDA/DICHIARAZIONE/NOTIFICA PER L'ESERCIZIO DELL'ATTIVITA'.

ADEMPIMENTI DA EFFETTUARE PRIMA DELL'INIZIO DELL'INTERVENTO SUL FABBRICATO E/O SUGLI IMPIANTI

Adempimento Codice Nome endoprocedimento Obbl. Azioni
1 AMBIENTE A 4.6 A4 Scarichi di acque reflue domestiche in pubblica fognatura NO Visualizza endoprocedimento
2 IGIENICO SANITARI IS 1.1 IG-SAN Parere per progetti edilizi NO Visualizza endoprocedimento
3 EDILIZIA/URBANISTICA ED 0.3 ED - CIL ordinaria NO Visualizza endoprocedimento
4 EDILIZIA/URBANISTICA ED 0.4 ED - CIL straordinaria NO Visualizza endoprocedimento
5 EDILIZIA/URBANISTICA ED 2 ED - DIA NO Visualizza endoprocedimento
6 EDILIZIA/URBANISTICA ED 1 ED - Permesso di costruire NO Visualizza endoprocedimento
7 EDILIZIA/URBANISTICA ED 0.1 ED - SCIA NO Visualizza endoprocedimento

ADEMPIMENTI DA EFFETTUARE DOPO LA CONCLUSIONE DELL'INTERVENTO SUL FABBRICATO E/O SUGLI IMPIANTI

Adempimento Codice Nome endoprocedimento Obbl. Azioni
1 PREVENZIONE INCENDI VF 1 VF - Richiesta Esame Progetto NO Visualizza endoprocedimento

D1

NORMATIVA APPLICABILE AGLI ENDOPROCEDIMENTI INDICATI NEI QUADRI D

Adempimento Norme nazionali Norme regionali Regolamenti comunali

Torna su 

E - Esercizio delle attività

COSA SERVE PER INIZIARE L'ESERCIZIO DELL'ATTIVITA' (QUANDO SIANO GIA' STATI REALIZZATI/MODIFICATI I FABBRICATI E GLI IMPIANTI)


Cosa serve per iniziare l'esercizio dell'attività: Segnalazione certificata inizio attività

E1 - Normativa applicabile

Norme nazionali Norme regionali Regolamenti comunali

Cosa si deve fare per presentare la pratica

A chi si presenta la pratica: Allo Sportello Unico Attività Produttive Associato di Pinerolo
Quando si può iniziare l'attività: Contestualmente alla presentazione della SCIA
Precisare se sono necessarie altre comunicazioni prima di cominciare: n.a.
Tempi previsti per la conclusione del procedimento: 60 giorni per le verifiche secondo quanto stabilito dall’art.19 della L.241/90 e s.m.i.
Note sulla documentazione:

DOMANDA/SEGNALAZIONE DI INIZIO ATTIVITA'

Tipologia Modello Domanda/SCIA Scarica Modello
Segnalazione certificata di inizio attività mod_1scia.odt Scarica allegato


Elenco allegati da produrre e relativa spiegazione

Tipologia Spiegazioni Allegato Obblig. Scarica Modello
Dichiarazione soci Allegare le dichiarazioni di tutti i Soci per le S.n.c., dei Soci accomandatari per le S.a.s., di tutti i componenti dell’Organo di Amministrazione per le S.r.l., le S.P.A. e le Cooperative NO
Permesso di soggiorno Per i cittadini extracomunitari copia del permesso di soggiorno o carta di soggiorno in corso di validità , come richiesto dall’articolo 6, comma 2, del dlgs 286/1998 e s.m.i., oppure, qualora scaduto, copia della richiesta di rinnovo per il rilascio del medesimo, unitamente alla copia del titolo scaduto. NO
Dichiarazione requisiti morali Dichiarazione dei requisi morali e antimafia NO
Documento riconoscimento del delegante Copia documento di riconoscimento in corso di validità del Delegante (obbligatorio nel caso di presentazione da parte di un Delegato) NO
Procura speciale Procura speciale con firma autografa o digitale del Delegante (obbligatorio nel caso di presentazione da parte di un Delegato) NO

Quanto e come si deve pagare per gli esercizi delle attività

Marche da bollo: n.a.
Importo Marche da bollo:
Contributi/Oneri:
Importo Contributi/Oneri:
Diritti di segreteria:
Importo Diritti di segreteria:
Diritti di istruttoria SUAP:
Importo Diritti di istruttoria SUAP:
Note sul pagamento:

Torna su 

F - Adempimenti successivi

Regionali

Locali

Torna su 

G - Scadenze e rinnovi

Quando scade l'endoprocedimento relativo all'esercizio di attività

Data di scadenza
Modalità di rinnovo
Ente competente

Torna su 

H - Note

INFORMATIVA GENERALE

Per approfondimenti si rimanda al sito regionale (http://www.regione.piemonte.it/turismo/lavorare/professioni/agenzie.htm)

INFORMATIVA LOCALE