Dettaglio scheda

Torna su 

A - Attività

Codice 77.11
Nome Taxi
Tipologia intervento Variazione - autorizzazione/ordinario

Torna su 

B - Descrizione

Descrizione Regionale

Permesso speciale
I titolare di licenza taxi possono usufruire di una deroga ai normali turni di lavoro per motivi di salute propri, del proprio coniuge, del  parente fino al secondo grado,   del parente affine di primo grado, per necessità di assistere un familiare portatore di handicap o affetto da invalidità tale da non consentire di provvedere autonomamente alle proprie esigenze di vita, o per esigenze di cura del/i  figlio/i minorenne/i in caso di vedovanza o quando siano affidati, anche congiuntamente, al titolare della licenza legalmente separato, oppure quando le modalità di affidamento siano tali da esigerne la presenza in orari incompatibili con i normali turni di servizio e l’interessato non sia in grado di provvedervi altrimenti.

Cambio vettura
I titolari di licenza taxi possono sostituire il veicolo adibito a servizio pubblico, previa autorizzazione del Sindaco, tramite il SUAP.

Sostituzione alla guida
I titolari di licenza taxi possono essere sostituiti temporaneamente per la durata massima di un anno alla guida del taxi  da persone iscritte nel ruolo provinciale dei conducenti ed in possesso dei requisiti di professionalità e moralità richiesti per il titolare dalla normativa vigente.
In caso di decesso del titolare della licenza, gli eredi minori subentrati  nella titolarità della licenza  possono farsi  sostituire alla guida da persone iscritte nel ruolo provinciale dei conducenti e in possesso dei requisiti prescritti fino a due anni dopo il raggiungimento dell'età prevista dal Codice della Strada per la guida delle autovetture in servizio di taxi.  
La sostituzione alla guida si svolge sotto la solidale responsabilità del titolare della licenza e del sostituto, per quanto attiene alla regolarità e sicurezza del servizio, e nel rispetto delle norme contenute nel regolamento.

Collaborazione familiare
I titolari di licenza taxi possono avvalersi nello svolgimento del servizio della collaborazione di familiari, qualificati tali dall'art. 230-bis del codice civile, purché in possesso dei requisiti prescritti per i titolari di licenza.

Altri elementi informativi specifici relativi all'attività

Solo in caso di cambio vettura è obbligatorio selezionare l'endoprocedimento "Verifica conformita alle disposizioni regolamentari" di competenza del Corpo di Polizia municipale
Nel caso in cui il mezzo per il quale si richiede il Cambio vettura sia un auto di scorta, l'avente titolo ad inoltrare la Richiesta è il Legale Rappresentate della Cooperativa Taxi .

Descrizione Locale

Consente di presentare una pratica per le seguenti tipologie di variazione per taxi: - Sostituzione alla guida - Collaborazione familiare - Richiesta deroga ai turni di servizio - Cambio auto taxi o cambio auto di scorta N.B. Solo in caso di Cambio Vettura è obbligatorio selezionare l'endoprocedimento "Verifica conformita alle disposizioni regolamentari": nella pagina "step 4/4 Adempimenti", mettere un segno di spunta in "Richiedi/Presenta" corrispondente a questo endoprocedimento.

Altre informazioni locali


Torna su 

C - Requisiti

Requisiti Oggettivi

I permessi speciali possono essere rilasciati:
1) per motivi di salute del titolare di licenza di esercizio per il servizio taxi, del proprio coniuge non legalmente separato, dei propri parenti fino al secondo grado ed affini di primo grado, purché questi ultimi facenti parte della famiglia anagrafica del titolare di licenza, debitamente documentati; il rilascio di permessi speciali per motivi di salute del titolare di licenza è subordinato alla presentazione di un certificato del medico di base del S.S.N. con l’indicazione che la patologia del titolare della licenza e le terapie connesse non incidono sul normale svolgimento dell'attività di conducente di auto pubblica da piazza, fermo restando che  l'Amministrazione si riserva la facoltà di accertare l’idoneità all'esercizio della professione mediante apposita visita medica presso il dipartimento ASL competente, con oneri totalmente a carico del richiedente;
2) per la necessità di assistere i familiari, che non siano dimoranti presso apposite strutture di ricovero o cura, di cui al precedente numero 1) che siano portatori di handicap ai sensi della legge 104/1992, e successive modificazioni, o siano affetti da invalidità tale da non consentire loro di provvedere autonomamente alle proprie esigenze di vita, comprovata da idonee certificazioni mediche;
3) per esigenze di cura di figli minorenni, in caso di vedovanza o quando essi siano affidati (anche congiuntamente) al titolare della licenza legalmente separato, allorquando le modalità di affidamento siano tali da esigerne la presenza in orari incompatibili con i normali turni di servizio e l’interessato non sia in grado di provvedervi altrimenti. Tali circostanze sono attestate dall'interessato, sotto la propria responsabilità, mediante dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, resa ai sensi del Testo Unico sulla documentazione amministrativa D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, e successive modificazioni.
4) per motivate altre, e diverse da quelle sopra indicate, esigenze, previa consultazione con la Commissione consultiva di cui sopra.

La richiesta di permesso speciale deve indicare i motivi che impediscono al richiedente (che può essere unicamente una persona fiscia) di osservare i normali turni di riposo e deve essere corredata dalla documentazione idonea a comprovare l’effettiva necessità di fruire del permesso speciale.

Cambio vettura
Gli autoveicoli sono sottoposti, prima dell’ammissione in servizio, a una verifica, da parte della Motorizzazione Civile (http://www.motorizzazionetorino.it/) e del Nucleo Taxi del Corpo di Polizia Municipale, finalizzata ad accertare la rispondenza degli autoveicoli alle caratteristiche previste dal regolamento

Sostituzione alla guida e collaborazione familiare

Il sostituto e/o il collaboratore familiare deve avere il seguente requisito:
- idoneità psicofisica;

Normativa Requisiti Oggettivi

Regolamento per la gestione unificata del servizio taxi nell’Area Metropolitana Torinese


Ordinanza sindacale n. 5819 del 16/12/2013 - Turni liberi e rilascio permessi


Legge 15 gennaio 1992, n. 21


Regolamento del servizio taxi nell’ambito dell’Aeroporto Sandro Pertini


Ordinanza sindacale n. 5855 del 29/11/2012 - Servizio pubblico taxi: istituzione di un contrassegno attestante l'autorizzazione alla sostituzione alla guida e/o la collaborazione familiare


Requisiti Soggettivi Morali

Il requisito di idoneità morale non risulta soddisfatto se i soggetti interessati :
a) hanno riportato, per uno o più reati, una o più condanne irrevocabili alla reclusione in misura superiore complessivamente ai due anni per delitti non colposi;
b) hanno riportato una condanna irrevocabile a pena detentiva per delitti non colposi contro la persona, il patrimonio, la fede pubblica, l'ordine pubblico, l'industria e il commercio;
c) hanno riportato condanna irrevocabile per reati puniti a norma degli articoli 3 e 4 della legge 20 febbraio 1958, n. 75;
d) risultano sottoposti con provvedimento definitivo  ad una delle misure di prevenzione personali previste dal Decreto Legislativo n. 159 del 6 settembre 2011, ovvero risultano sottoposti a procedimento di prevenzione, salvo parere favorevole dell’Autorità Giudiziaria competente.

Il requisito dell'idoneità morale continua a non essere soddisfatto fintantoché non sia  intervenuta la riabilitazione.

Normativa Requisiti Soggettivi Morali

Legge 15 gennaio 1992, n. 21


Regolamento del servizio taxi nell’ambito dell’Aeroporto Sandro Pertini


Regolamento per la gestione unificata del servizio taxi nell’Area Metropolitana Torinese


Requisiti Soggettivi Professionali

a) patente di guida
b)  possesso del certificato di abilitazione professionale (C.A.P.), oppure carta di qualificazione del conducente professionale (C.Q.C.)
c) iscrizione nel ruolo provinciale dei conducenti dei servizi pubblici non di linea presso la C.C.I.A.A.

Normativa Requisiti Soggettivi Professionali

Legge 15 gennaio 1992, n. 21


Regolamento per la gestione unificata del servizio taxi nell’Area Metropolitana Torinese


Regolamento del servizio taxi nell’ambito dell’Aeroporto Sandro Pertini


Requisiti per i Cittadini Extracomunitari

I cittadini extracomunitari devono essere in possesso di un permesso di soggiorno, in corso di validità, che consenta l’esercizio di lavoro autonomo in Italia, secondo le vigenti normative. Per maggiori informazioni in materia si rimanda alla consultazione dei seguenti siti web:


(link alla Prefettura di Torino - per reperire qualsiasi tipo di informazione in materia di immigrazione)


(link alla C.C.I.A.A. di Torino - la Guida intende porre l’attenzione sui principali aspetti concernenti gli adempimenti incombenti in capo alla Camera di commercio in relazione ai soggetti extracomunitari che intendono svolgere attività di lavoro autonomo ed imprenditoriale in Italia. Trattasi di soggetti originari di Paesi non appartenenti all’UNIONE EUROPEA che vogliono ottenere il permesso di soggiorno per lavorare in Italia ovvero che sono già residenti in Italia, ma desiderano convertire il permesso di soggiorno già ottenuto.)

Normativa Requisiti per i Cittadini Extracomunitari

Decreto Legislativo 25 luglio 1998, n. 286 “Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero"


Altri requisiti


Normativa altri Requisiti

ATTENZIONE
PRIMA DI ESAMINARE IL QUADRO DEGLI ADEMPIMENTI EVENTUALMENTE PREVISTI PER L'ESERCIZIO DELL'ATTIVITA' INDIVIDUATA NEL QUADRO A E' NECESSARIO VERIFICARE CHE SIANO STATI SVOLTI TUTTI GLI ADEMPIMENTI PREVISTI DALLA NORMATIVA PER REALIZZARE/MODIFICARE I FABBRICATI E GLI IMPIANTI CHE VERRANNO UTILIZZATI PER LO SVOLGIMENTO DELL'ATTIVITA'. IN VIA GENERALE PER LA REALIZZAZIONE/MODIFICA DEI FABBRICATI E DEGLI IMPIANTI RELATIVI ALL'ATTIVITA' INDIVIDUATA NEL QUADRO A E' NECESSARIA L'ATTIVAZIONE DEI SEGUENTI ENDOPROCEDIMENTI PRIMA DI QUELLI RELATIVI ALL'ESERCIZIO DELL'ATTIVITA':

Torna su 

D - Procedimenti

Endoprocedimenti relativi alla verifica dei requisiti previsti per i fabbricati e gli impianti

NOTA BENE. GLI ENDOPROCEDIMENTI QUI INDICATI DEVONO ESSERE ATTIVATI ANCHE QUANDO NON E' RICHIESTA NESSUNA DOMANDA/DICHIARAZIONE/NOTIFICA PER L'ESERCIZIO DELL'ATTIVITA'.

ADEMPIMENTI DA EFFETTUARE PRIMA DELL'INIZIO DELL'INTERVENTO SUL FABBRICATO E/O SUGLI IMPIANTI

Adempimento Codice Nome endoprocedimento Obbl. Azioni

ADEMPIMENTI DA EFFETTUARE DOPO LA CONCLUSIONE DELL'INTERVENTO SUL FABBRICATO E/O SUGLI IMPIANTI

Adempimento Codice Nome endoprocedimento Obbl. Azioni
1 VARIE CPM 1 Verifica conformita' alle disposizioni regolamentari NO Visualizza endoprocedimento

D1

NORMATIVA APPLICABILE AGLI ENDOPROCEDIMENTI INDICATI NEI QUADRI D

Adempimento Norme nazionali Norme regionali Regolamenti comunali

Torna su 

E - Esercizio delle attività

COSA SERVE PER INIZIARE L'ESERCIZIO DELL'ATTIVITA' (QUANDO SIANO GIA' STATI REALIZZATI/MODIFICATI I FABBRICATI E GLI IMPIANTI)


Cosa serve per iniziare l'esercizio dell'attività: Domanda

E1 - Normativa applicabile

Norme nazionali Norme regionali Regolamenti comunali

Cosa si deve fare per presentare la pratica

A chi si presenta la pratica: Allo Sportello Unico Attività Produttive della Città di Torino
Quando si può iniziare l'attività: A seguito del rilascio dell'Autorizzazione
Precisare se sono necessarie altre comunicazioni prima di cominciare: Nel solo caso del cambio vettura, e' obbligatorio recarsi al Dipartimento Trasporti Terrestri - Motorizzazione Civile di Torino (http://www.motorizzazionetorino.it/) per la "Visita e prova (collaudo) per destinazione uso autovettura a Taxi" e presso il Nucleo Taxi del Corpo di polizia Municipale per la verifica conformità delle disposizioni regolamentari. Limitatamente al cambio vettura, la verifica di conformità alle disposizione regolamentari potrà essere effettuata dal titolare della licenza munito di tutta la documentazione necessaria, compreso il foglio di via rilasciato dalla Motorizzazione Civile, recandosi al Corpo di Polizia Municipale – Ufficio Sequestri e Rimozioni, Via Druento 355 unicamente nei seguenti giorni e orari: lunedì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00, martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 12.00 alle ore 14.00. IMPORTANTE: Si ricorda che prima di portare il veicolo alla Verifica di conformità alle disposizioni regolamentari è obbligatorio allegare alla pratica telematica presentata la scansione, firmata digitalmente, del Referto tecnico Tassametro rilasciato dalla ditta installatrice del tassametro.
Tempi previsti per la conclusione del procedimento: 60 giorni
Note sulla documentazione:

DOMANDA/SEGNALAZIONE DI INIZIO ATTIVITA'

Tipologia Modello Domanda/SCIA Scarica Modello
Variazione con procedimento ordinario AUP_MODVAR_ord_taxi.pdf Scarica allegato


Elenco allegati da produrre e relativa spiegazione

Tipologia Spiegazioni Allegato Obblig. Scarica Modello
Scansione prima marca da bollo Scansione prima marca da bollo per la domanda firmata digitalmente SI
Scansione seconda marca da bollo Scansione della seconda marca da bollo per il Provvedimento finale firmato digitalmente, OBBLIGATORIA soltanto nel caso del Cambio auto NO
Documento di riconoscimento del SOSTITUTO / COLLABORATORE Copia documento di riconoscimento in corso di validità del Sostituto alla guida o del Collaboratore Familiare(obbligatorio nel caso sostituzione o collaborazione) NO
Requisiti Modello per i requisiti morali-professionali obbligatorio nel caso di sostituzione alla guida e collaboratore familiare All UA-1 Autocert_SostituzCollabV02.pdf NO Scarica allegato
Cod_Fiscale Copia del codice Fiscale del familiare o del collaboratore -obbligatorio solo per la sostituzione alla guida o per collaborazione familiare NO
Cod_Fiscale Copia del codice Fiscale del Titolare della Licenza Taxi SI
Procura speciale Procura speciale con firma autografa o digitale del Delegante (obbligatorio nel caso di presentazione da parte di un Delegato) ProcuraSpec.pdf NO Scarica allegato
Permesso di soggiorno Copia del permesso di soggiorno (obbligatorio nel caso l'esercizio dell'attività venga svolto da cittadini extracomunitari) NO
Documento di riconoscimento Copia documento di riconoscimento in corso di validità di: - Delegante e Delegato (obbligatorio nel caso di presentazione da parte di un Delegato e per coloro che non firmano digitalmente) NO
Dichiarazione_costruttore Certificato di conformità del costruttore del veicolo (obbligatorio nel caso di cambio vettura con veicolo da immatricolare) NO
Allegato obbligatorio nel caso di richiesta di permesso speciale All UA-2 Deroga ai turni di servizio.pdf NO Scarica allegato
Allegato obbligatorio nel caso di richiesta di permesso speciale All UA-3 deroga ai turni di servizio Fuori Torino.pdf NO Scarica allegato
Copia versamento diritti Copia dell'avvenuto versamento dei diritti di istruttoria SI
Idoneità psicofisica Certificato di idoneità psicofisica del familiare o del collaboratore obbligatoria solo per la sostituzione alla guida o per collaborazione familiare NO
Contratto di lavoro-gestione Copia del contratto di lavoro o di gestione depositato all'Agenzia delle Entrate (obbligatorio nel caso di Sostituzione alla guida NO
Certificato_medico-sentenza Certificato del medico di base del S.S.N. con l’indicazione che la patologia del titolare della licenza e le terapie connesse non incidono sul normale svolgimento dell’attività di conducente di auto pubblica da piazza; oppure Certificato del medico di base del S.S.N. del coniuge o del parente fino al secondo grado o affini fino al primo grado con l’indicazione che la patologia e le terapie connesse richiedono assistenza; oppure Certificato ASL che accerti la disabilità o l’invalidità del coniuge o del parente fino al secondo grado o affine fino al primo grado con allegato certificato del medico di base del S.S.N. che attesti che la patologia e le terapie connesse richiedono assistenza; oppure  Copia sentenza del Tribunale per i minori che attesta l’affidamento anche congiunto del/i figlio/i minorenne/i  al titolare della licenza legalmente separato. (obbligatorio nel caso di Permesso speciale) NO

Quanto e come si deve pagare per gli esercizi delle attività

Marche da bollo: Una marca da bollo per la domanda unica e una marca da bollo per il provvedimento finale (art. 1, commi 591, 592, 593, 594, legge 27 dicembre 2013, n. 302). In SUAPPiemonte, in fase di presentazione della domanda, è richiesto di inserire il numero del codice a barre presente sulla marca da bollo. Il sistema controlla l'univocità del numero. In fase di rilascio del provvedimento finale è richiesto al richiedente di fornire la scansione della seconda marca da bollo, firmata digitalmente. Il Suap effettua la verifica nuovamente dell'univocità del numero della seconda marca da bollo. Per quanto riguarda i procedimenti che coinvolgono le Amministrazioni competenti al rilascio di pareri, autorizzazioni, nulla osta finalizzati al riscontro dell'istanza, essendo anche secondo l'Agenzia delle Entrate atti istruttori, non avendo rilevanza esterna ma confluendo nel provvedimento finale emesso dal Suap, devono essere esenti dall'imposta di bollo. In alternativa all’acquisto della marca da bollo è possibile versare l'importo relativo sia utilizzando il modulo F23 dell'Agenzia delle Entrate - scaricabile dal link www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Versare/F23/Modello+F23/ sia presso gli sportelli delle banche, di Poste Italiane S.p.A. oppure degli agenti della riscossione (Codice tributo: 456T), allegando la scansione della ricevuta di pagamento all'istanza al momento della presentazione.
Importo Marche da bollo:
Contributi/Oneri:
Importo Contributi/Oneri:
Diritti di segreteria:
Importo Diritti di segreteria: Solo per il cambio vettura 1,04 € (0,52 € per il nulla osta da inviare alla motorizzazione e 0,52 € per il rilascio dell'autorizzazione al trasferimento della Licenza).
Diritti di istruttoria SUAP: Versamento sul c/c postale n. 68700137 Codice IBAN: IT72E0760101000000068700137 intestato a: COMUNE DI TORINO - SERVIZIO ATTIVITA’ ECONOMICHE E DI SERVIZIO - VIA MEUCCI 4 - 10121 TORINO causale: Diritti di istruttoria e ricerca.
Importo Diritti di istruttoria SUAP: L'importo è pari a 20,00 euro
Note sul pagamento: I pagamenti possono essere effettuati in unico bollettino

Torna su 

F - Adempimenti successivi

Regionali

Locali

Torna su 

G - Scadenze e rinnovi

Quando scade l'endoprocedimento relativo all'esercizio di attività

Data di scadenza
Modalità di rinnovo
Ente competente

Torna su 

H - Note

INFORMATIVA GENERALE

INFORMATIVA LOCALE