Sistemapiemonte



sei in: sistema piemonteterritorio Servizio di posizionamento satellitare GNSS


menu della sezione


contenuti

Presentazione

Con il termine GNSS (Global Navigation Satellite System) si indica in maniera generica l’insieme dei sistemi di posizionamento basati sulla ricezione di segnali radio emessi da costellazioni di satelliti artificiali in orbita attorno alla Terra, tra le quali l’americana GPS, la russa GLONASS e l'europea GALILEO. Questi sistemi vengono sempre più spesso utilizzati per svariate applicazioni in cui è necessario un posizionamento di media o elevata precisione, come ad esempio il rilievo topografico, la navigazione e il monitoraggio.
Tipicamente, un apparato GNSS determina la propria posizione con una precisione dell'ordine di circa 10 metri: se tali precisioni sono idonee alla maggior parte delle applicazioni relative alla navigazione stradale, non sono invece sufficienti nel caso ad esempio di rilievi topografici e catastali o per il monitoraggio di strutture o di versanti naturali. Per utilizzi che necessitino di maggiore precisione è necessario quindi incrociare i dati acquisiti dal satellite con le correzioni di posizione generate da opportune stazioni GNSS fisse distribuite sul territorio. Queste stazioni, costituite da un ricevitore ed un’antenna satellitare ricevente, sono organizzate in una rete e collegate ad un Centro di Calcolo che ne elabora i dati e fornisce all'utenza del servizio correzioni in tempo reale che consentono di migliorare le precisioni, che possono raggiungere anche valori centimetrici nel caso l'utenza impieghi strumentazioni multi-costellazione e multi-frequenza per scopi topografici.

logo rete GNSS

In quest’ottica, a fine 2014 Regione Piemonte e Regione Lombardia hanno sottoscritto un accordo di collaborazione per la costituzione e la gestione di un’unica rete GNSS per il posizionamento satellitare.

La rete, denominata S.P.IN. GNSS (Servizio di Posizionamento Interregionale GNSS), č stata realizzata dal CSI-Piemonte, che dal 2011 si occupa della gestione e del mantenimento della rete di Regione Piemonte, tramite il potenziamento dell’infrastruttura del Centro di Calcolo esistente e con il ripristino, ove possibile, delle stazioni permanenti GNSS installate in territorio lombardo nel precedente servizio “GPS Lombardia”.
Il servizio fornisce i dati di correzione del posizionamento satellitare rilevati da un'infrastruttura di trenta stazioni permanenti dislocate sul territorio interregionale, con la finalità di migliorare le misurazioni topo-cartografiche sul territorio e di inquadrarle nel Sistema di Riferimento Geodetico nazionale ed europeo, in accordo con quanto prescritto dalla Direttiva Europea INSPIRE e dal Decreto Ministeriale del 10/11/2011.
Il servizio è rivolto agli operatori professionali, pubblici e privati, che devono effettuare misure di precisione per rilievi topografici, cartografici e catastali, per monitoraggi delle deformazioni delle opere infrastrutturali e dei versanti naturali, e per la corretta geolocalizzazione degli oggetti che popolano le banche dati territoriali.
Oltre agli evidenti vantaggi legati alla gestione integrata del sistema, la rete interregionale garantisce agli utenti una maggiore omogeneità nell'inquadramento e nella precisione delle loro misure, soprattutto lungo il confine condiviso tra le due Regioni.