In questa pagina:

Dichiarazioni annuali aziende vitivinicole e enologiche

Accedi al servizio

Il servizio è soggetto ad autenticazione tramite certificato digitale o SmartCard.

Utenti del servizio

Il servizio si rivolge agli operatori della Pubblica Amministrazione.

Presentazione

Ogni anno le persone fisiche o giuridiche o i loro organismi associativi, incluse le Cantine cooperative di vinificazione, che producono uve da vino e/o uve/mosto, come indicato agli artt. 8 e 9 del Reg (CE) 436/2009, sono tenute a presentare all'Amministrazione Regionale la propria dichiarazione di vendemmia e produzione vinicola. Le persone fisiche o giuridiche e i loro organismi associativi, che producono o commercializzano prodotti vitivinicoli, ad esclusione dei rivenditori al minuto, devono presentare la dichiarazione di giacenza al 31 luglio di ogni anno, sulla base delle indicazioni fornite dalla normativa vigente


Le aziende enologiche del Piemonte - imprese trasformatrici, imprese di commercializzazione, cantine sociali - sono tenute inoltre a presentare all'Amministrazione Regionale la propria dichiarazione di produzione e commercio dei prodotti vinicoli, ai sensi della L.R. 39/1980 e s.m.i..

Il servizio permette di compilare e inviare via web le dichiarazioni vitivinicole ed enologiche e di integrare le dichiarazioni trasmesse, secondo la normativa vigente. Il servizio è consultato dagli Organismi di controllo per la certificazione del prodotto a denominazione d’origine protetta (DOP).

Come presentare le dichiarazioni

Le dichiarazioni  possono essere presentate attraverso i Centri autorizzati di assistenza in agricoltura (CAA) e, ove previsto, attraverso le Cantine sociali.

Per presentare le dichiarazioni in proprio occorre:

Le dichiarazioni di vendemmia e produzione devono essere trasmesse per via telematica entro il 15 dicembre di ogni anno,  le dichiarazioni di giacenza, entro il 10 settembre  di ogni anno. Dal 2013 non è più necessario inviare una copia su carta della dichiarazione inviata telematicamente, ma è sufficiente conservare il documento presso la propria residenza o la sede legale dell’impresa. Le dichiarazioni di produzione e commercio seguono apposite disposizioni regionali.

Torna su